martedì 23 gennaio 2018

Football, che passione!

Il calcio che unisce, che riempie le domeniche con gli amici,
fatto di cose semplici, belle, di colori, di emozioni.
Fatto di riti e tradizione, di senso di appartenenza.
Una passione tramandata di padre in figli, di fratello in fratello, di nonno in nipote, di amico in amico.




lunedì 22 gennaio 2018

FIORENZUOLA-Tuttocuoio 1-1 Riccardo Cestaro

Ci sono partite che in qualche modo bisogna vincere, quella di ieri in casa contro Tuttocuoio era una di quelle. Non è bastato un secondo tempo tutto cuore dei Rossoneri per centrare la prima vittoria del 2018 e restare al passo della capolista Rimini.
Dopo la sconfitta nel big match contro i romagnoli e i due pareggi contro Correggese e Pianese era di fondamentale importanza tornare al successo. Compito non facile per un Fiore fortemente rimaneggiato e incerottato. Senza l'esperienza del regista Mazzotti, dello stopper Benedetti, del metronomo Nava, senza "l'intelligenza" e la rapidità di Bigotto in attacco, senza i polmoni di Bollini e Bramante e con un Davide Bosio non al meglio mister Dionisi ha dovuto ancora una volta ridisegnare il suo Fiorenzuola. In campo vanno chi dimostra in settimana di meritare la maglia da titolate. E così Fabio Varoli (classe 1999) torna al centro della difesa per comporre con Bruzzone un tandem inedito. Sulla corsia di destra è confermato Riccardo Cestaro. Colledel stazionario in cabina di regia affiancato da Bouhali e Cosi. Spazia dal centrocampo all'attacco Luca Cremonesi a supportare assieme a Marra un Davide Bosio non è al meglio. Bisogna stringere i denti e cercare di portarla a casa.
Spira un vento fastidioso e il terreno gibboso del Comunale non facilita il gioco dei Rossoneri. Nonostante il periodo di magra c'è comunque entusiasmo, fiducia e partecipazione sugli spalti. Dal piccolo paese di Ponte a Egola sono giunti un manipolo di tifosi nero-verdi che hanno sostenuto a gran voce i propri beniamini per tutta la gara. Battute iniziali di studio con capitan Guglieri e C. in sottotono come a Correggio. Il Tuttocuoio di Mezzanotti ha evidenti limiti e messo alle corte va in palla ne nascono due buone occasioni non sono fruttate dai Rossoneri. I toscani prendono coraggio e su azione nata da una rimessa laterale ne approfittano e trovano il gol del vantaggio con Peccagnini che da vero attaccante da area di rigore schiaccia potente in rete una ribattuta di Alessandro Vagge. Da più di un mese a questa parte subiamo per primi gol dagli avversari complicandoci non poco la vita. Lo sberlone risveglia i Rossoneri con un incursione sulla mancina di Cremonesi con tiro-cross al veleno che a momenti coglie di sorpresa l'estremo difensore Fiaschi. Si va al riposo con i toscani in vantaggio. Cambi in vista: con l'estro di Matteo Perrotti dal primo minuto (esce Cosi). Fiorenzuola da subito generoso. L'intraprendenza Rossonera è premiata al minuto numero 12 della ripresa. Guglieri si incarica di un calcio piazzato dalla sinistra. Il traversone calibrato alla perfezione trova la difesa pisana impreparata. Sbuca dalle retrovie Riccardo Cestaro che con il fiuto da bomber di razza inbuca di testa la porta toscana. Secondo centro stagionale per l'ex capitano della Primavera del Bologna, già eroe di Carpaneto con quella rete allo scadere che ci permise di riagguantare il pari nella sfida contro la Vigor del presidente Rossetti. Ricky si è rimesso addosso ancora i panni da bomber in una domenica in cui le bocche di fuoco Rossonera hanno latitato; un ritorno ad attaccante aggiunto per la gioia di tutti noi. Un gol importante per Cestaro, migliore in campo della gara, un ragazzo che ha dimostrato grande impegno e tenacia facendosi trovare sempre pronto alla chiamata di mister Dionisi. Il Fiore può viaggiare ora sulle ali dell'entusiasmo ma non ha più la brillantezza e l'energia del girone di andata. Anche le cose più facili vengono male e così il Tuttocuoio respira. L'occasione d'oro capita a un quarto d'ora dalla fine quando una palla vagante in area piccola non è controllata e scaraventata in rete da bomber Bosio. Finisce pari e patta.
Ci si aspettava qualcosa in più ma va anche capito il momento. Va dato atto che con tante defezioni dovute a squalifiche e a infortuni non è facile tenere i ritmi alti e vincere le partite. Dopo quattro gare dall'inizio del girone di ritorno i Rossoneri hanno conquistato solo 3 punti (3 pareggi) incassando tre reti e realizzandone solo 2.  Un rullino di marcia in netta contro tendenza rispetto all'andamento del girone di andata. Al contrario di noi, il Rimini gioca male ma vince. Battuta anche la Pianese senza Cikerevic. Dall'inizio del girone di ritorno è quasi a punteggio pieno e in settimana ha chiuso anche la trattativa con l'ex professionista Stefano Cappellupo per il centrocampo segnali che i Romagnoli vogliono fare sul serio. E si sta facendo sotto anche il Forlì sei vittorie nelle ultime sei gare dopo gli innesti importanti messi nel motore nel mercato di riparazione. In netta ripresa anche il Lentigione.
Ora non bisogna guardare la classifica del Rimini e delle altre ma guardare a noi stessi cercando di correggere gli errori. Il concetto espresso da Dionisi è quello giusto. Sabato pomeriggio Mazzotti è stato aggregato alla Juniores nella sfida contro la Pro Patria per mettere nelle gambe minuti-partita e essere pronto per domenica al rientro dalla lunga squalifica nella trasferta di Sasso Marconi. Non bisogna aspettarsi dal regista di Cesena la medicina per guarire dai malanni ma senza dubbio il suo rientro potrà aiutare la squadra a crescere e a fare bene.
Non molliamo ragazzi !

Luca Cremonesi ed Emanuele Marra a centrocampo (foto cavalli, LIBERTA.IT)
il tifo in gradinata dei supporters Rossoneri (foto cavalli, LIBERTA.IT)

FIORENZUOLA–TUTTOCUOIO 1-1
Fiorenzuola (4-3-3): Vagge; Cestaro, Bruzzone, Varoli, Guglieri; Cosi (1’ st Perrotti), Collodel, Bouhali; Marra, Bosio, Cremonesi (30’ st Cesari. Panchina: D’Apolito, Contini, Andreoli, Lo Bello. All. Dionisi
Tuttocuoio (4-4-1-1): Fiaschi; Ferri, Anichini, Gregorio, Bertolucci; Ciabatti (19’ st Chiti), Gialdini, Forgione (9’ st Cortopassi), Costalli; Bongiorno (35’ st Manfredi); Paccagnini. Panchina: Mascagni, Zini, Veraldi, Fino. All. Mezzanotti
Arbitro: Acampora di Ercolano (Paggiola-Pedroni)
Ammoniti Forgione (T), Ciabatti (T), Guglieri (F), Varoli (F), Gialdini (F)
Reti: 32’ Paccagnini (T), 13’ st Cestaro (F)  

Note: giornata soleggiata non fredda ma ventosa. Terreno gibboso a tratti. Spettatori 500 circa con rappresentanza toscana al seguito

Bruzzone e Varoli in un disimpegno difensivo (foto cavalli, LIBERTA.IT)
sempre generoso Ettore Guglieri grande cuore Rossonero (foto cavalli, LIBERTA.IT)
Un uscita alta di Alessandro Vagge (foto cavalli, LIBERTA.IT)
Momenti di festa: l'esultanza Rossonera sotto la gradinata al gol del pari di Riccardo Cestaro
 


le Brigate Nero-Verdi Tuttocuoio presenti a Fiorenzuola (foto cavalli, LIBERTA.IT)
festa rimandata...