giovedì 28 febbraio 2013

Vota la buca più bella

Jacopo Gianluppi attaccante rossonero
Nel week-end del dopo elezioni. Nel week-end del ritorno in Italia, di Diego Armando Maradona sbarcato a Napoli da divinità, da sovrano indiscusso. Con quella chioma folta,il pizzetto, e il faccione rotondo, è forte l'analogia con la parata di Beppe Grillo nelle piazza italiane. E mentre a Fiorenzuola dalle zone più residenziali ai suoi quartieri "spagnoli" si vota la buca più bella. Forse il campionato dilettanti emiliano torna a giocare. Forse.
Il maltempo non da pace con queste nuvole a macchia di leopardo. L’anomala nevicata preannunciata nello scorso fine settimana ci ha mandato a rotoli il derby di campionato con il Piacenza che mancava a Fiorenzuola da 81 anni.
Sui campi la neve fatica a sciogliersi e quella che se ne va si tramuta in acqua a e fatica viene assorbita dal terreno. Siamo abituati a rinvii anticipati. Vedremo gli sviluppo nelle prossime ore.
In programma c’è la sfida di Villa Bagno contro la Folgore. All’andata un pirotecnico 3 a 3 in rimonta, con il mister dei reggiani Torroni che si sta mordendo ancora le mani. In svantaggio per tre reti a uno i rossoneri non mollarono di un metro, credendoci fino all’ultimo. Le stoccate di un super Andrea Lucci tramortirono i blues.
Beppe Grillo (M5s)
Apro una piccola parentesi sulle elezioni politiche. Ecco i risultati a Fiorenzuola: Partito Democratico (Pd) 2.684 voti (31,7%) alla Camera, Il Popolo della Libertà (Pdl) 1.656 voti (19,6%), Lega Nord 379 voti (4,5 %), Fratelli d’Italia 240 voti (2,8%), Movimento 5 Stelle 1.995 voti (23,6%), ecc.. Per il Senato: Partito Democratico (Pd) 2.614 voti (33,3%) alla Camera, Il Popolo della Libertà (Pdl) 1.594 voti (20,3%), Lega Nord 351 voti (4,5 %), Fratelli d’Italia 207 voti (2,6%), Movimento 5 Stelle 1.743 voti (22,2%), ecc. Fiorenzuola “roccaforte rossa” per antonomasia dell’Emilia Occidentale resta al centro-sinistra con una netta avanzata del Movimento Cinque Stelle di Beppe Grillo e forse una svolta decisivo in ambito politico nazionale. Stare a vedere. Let's Stop! Torniamo al calcio!
In terra reggiana c’è un precedente sullo stretto campetto da parrocchia dell’U.s. Folgore Bagno, con una tribunetta in legno massello stile British Subbuteo, terreno gibboso e un divieto di non bestemmiare affisso su di un cartello.
Era il 24 Febbraio 2008, giornata soleggiata, quasi primaverile rammentano le note dei tabellini di allora. Tutt’altre condizioni ambientali allora, un inverno mite, solo il match casalingo contro la Meletolese rinviato per pioggia e ricordo quasi tutti a sentenziare le stagioni non esistono più. Noi eravamo la capolista, e arrivavamo al successo di misura, molto sofferto, contro il Fiorano. dopo il derby perso al “Carlo Ballotta” contro il Fidenza. Ci presentammo al cospetto del club guidato sempre da Torroni alquanto rimaneggiati. Privi di capitan Sandro Melotti e Dede Valla, due dei diamanti più luccicanti di quel Fiorenzuola. Mister Perazzi era squalificato, al suo posto in panchina il vice Luciano Busconi. Padroni di casa in vantaggio con il centrocampista Camera alla mezz’ora della ripresa abile a sfruttare una dormita generale della nostra retroguardia. Luca Carnevali battuto. Pareggio rossonero nel finale con un incornata vincente del solito Luca Franchi su preciso assist di Lambrughi. Quello stop permise alla Dorando Pietri di agganciarci in vetta e alle inseguitrici Fidenza e Virtus Pavullese di rosicchiarci punti importanti.
Torroni è sulla panchina della Folgore da una vita.. una rarità nel calcio italiano. Sotto questo punto di vista, la dirigenza reggiana sembra avere una mentalità inglese. La Folgore ha 25 punti. Quando l'abbiamo affrontata all'andata era in alta classifica (fummo forse noi a fargli sbassare le ali). Nell'ultimo match il recupero con la Fidentina, ha strapazzato i granata con due doppiette. Quella di bomber Vado e del centrocampista da categoria superiore Fraccaro. Domenica è per noi fondamentale fare bene, come del resto ogni domenica, per la crescita di questo fantastico gruppo e un secondo posto ancora alla portata di mano che significherebbe spareggi promozione per il ritorno in serie D.
A Fiorenzuola manca un campo sintetico e quando nevica sono dolori. Anche se ci si sta allenando sull’asfalto di un parcheggio e potete ben capire cosa ne può uscire credo che la voglia di tornare a giocare una partita vera è tanta da parte dei nostri. L’ultima risale al mercoledì sera di Bibbiano. Vittoria per 4 a 1 grazie alla ritrovata brillantezza dei nostri tiratori scelti. Il portiere Anelli è tornato nei ranghi dopo l’infortunio alla mano, con molta probabilità abbiamo recuperato l’esperienza di Simone Cerati a centrocampo. In difesa, rientra anche Marco Fogliazza che ha scontato il turno di squalifica.
Peccato per il rinvio del Derby con il Piacenza. Spettacolo e pubblico l’hanno presa nel didietro. Giocarlo in giornata non festiva sarebbe veramente un peccato. Da quanto si sente dire, le due società stanno postulando per farlo disputare sabato 30 marzo, per San Amedeo. Il sabato festivo di Pasqua. Vedremo se il comitato organizzatore di questa anomala edizione del campionato di Eccellenza, la Figc Regionale acconsentirà. In tanto sappiamo quando giocheremo il recupero della gara esterna contro il Rolo: il 20 marzo alle ore 14.30. Ora tocca a mister Alberto Mantelli gestire la questione allenamenti e uomini in vista di una primavera che si preannuncia dall’agenda piena zeppa di appuntamenti.
Rossoneri Alè!
blogfiorenzuola1922@gmail.com

IL GIUOCO PIU' BELLO DEL MONDO.. AL SUD DALLA TERZA CATEGORIA ALLA SERIE A ..SANNO BENE COS'E'...

lunedì 25 febbraio 2013

1983-2013: TRIBUTO ai 30 anni dalla storica promozione in Interregionale

Subbuteo US FIORENZUOLA 1982-83 promosso in Interregionale
La foto di squadra 1982-83 fu appesa per anni in vari bar e locali di attività commerciali della città. Sono passati già 30 anni.
La storica promozione dell'US Fiorenzuola in Interregionale (attuale serie D) al termine degli spareggi nazionali del campionato di Promozione 1982-83.
La regular season chiusa al primo posto nel girone Lombardo con 41 punti, tre in più dell'inseguitrice Magenta. Gli spareggi a girone a tre con Vergiatese, Ponte San Pietro e OMas Pontevico. Pareggio sul neutro di Pavia contro la Vergiatese. Vittoria decisiva per 3 a 1 sul Ponte San Pietro di Serioli sotto il diluvio universale a Pandino. Contro il Pontevico sempre a Pandino basta un pari e pari fu. Fiorenzuola promosso in Interregionale.
Era l'ambizioso Fiorenzuola della famiglia Villa che si apprestava a scalare dal basso i campionati per arrivare poi negli anni 90' ad un passo dalla serie B. L'allenatore era Mauro Masi. In porta si alternavano Struzzi e Santi. Difesa diretta dall'ex Piacenza Luigi Vetere, con Mussel in mezzo, Degani, il cremasco Fayer, il fluidificante Mauro Ferrari e Roberto Petrolini sulle fasce. Centrocampo composto da gente con i piedi buoni: i cremonesi Inverni ed Erminio Ferrari con quest'ultimo che alternava la professioni di muratore a quella del calciatore, l'eclettico Eugenio Ghiozzi in arte Gene Gnocchi, il capitano Paolo Guarnieri, il tornante sprinter Corrado "Speedy" Porcari. In avanti le giocate di Ernesto "Gianni" Meraviglia talento sprecato con apparizioni in serie B a Bari in gioventù e i gol di Alberto Anadei e del cremonese Danilo Bertelli, bandiera della squadra e capocannoniere del girone con 20 gol. Vice allenatore Ghezzi, Narcisi magazziniere, Valla diesse elo storico maddaggiatore Marchesi.
La divisa era quella storica in lanina stretta: casacca rossa bordi neri, colletto accentuato nero, calzoncini neri e calzettoni neri o rossi. Si portavano i capelli scompigliati e baffi e barba incolta.
In serie A lo scudetto alla Roma di Nils Liedholm. Si girava in Fiat Uno e si andava a ballare in centro alla discoteca Risorgimento (poi My Way). AL bar la tazzina del caffè costava 450 lire e si riusciva ancora a mettere da parte qualche lira di risparmio in banca.  


la foto della rosa appesa per anni nei bar e nei negozi.
La realizzazione SUBBUTEO U.s. Fiorenzuola Calcio 1922 stagione 1982-83. La riproduzione reali dei calciatori in prima maglia con baffi, barba, scarpini rigorosamente neri, non c'erano colorati, adidas, minuzia dei particolari.
miniature: HW Top Spin
basi: Top Spin rosse
inner: Top Spin
dipinta a mano con colori acrilici
autore: il Subbuteo di Glauco (anno 2013)

Team Subbuteo US FIORENZUOLA 1982-83
Gene Gnocchi, Struzzi e Meraviglia
Table Soccer SUBBUTEO scala 1:100

SUBBUTEO top Spin HW

giovedì 21 febbraio 2013

Termolan Bibbiano-FIORENZUOLA 1-4 Roberto Cozzi, Luca Franchi, Luca Franchi, Andrea Lucci

Roberto Cozzi in gol a Bibbiano
Serata fredda di pioggia e umidità a Bibbiano. Al "Bedogni" è in programma il recupero della ventesima giornata di campionato. Fiorenzuola a caccia dei tre punti prima dell'atteso Derby contro Piacenza di domenica. Su questo piccolo impianto, con la sua piccola tribunetta che ha ospitato assieme al suo parterre nell'annata 1994-95  l'invasione virgiliana. Dopo il fallimento del Mantova di Grigolo, il blasonato club lombardo nostro avversario ai tempi, e fresco di sogno promozione dalla serie C1 alla serie B fu scaraventato con i suoi tifosi nel campionato di Eccellenza girone Emiliano. Mantovani in trasferta a Bibbiano, a Salso, a San Prospero contro la seconda della classe, a Rolo, a Polesine Parmense, a Viadana, a Correggio.. ci stanno o non ci stanno? Se non ci stanno staranno un po stretti.. Trasferte senza problemi. Esodi biblici paragonabili a quelli dei piacentini di oggi. Esodi concessi allora senza conseguenze.. Più si va avanti e più si va indietro mi viene da rammentare. 
Andrea Lucci
protagonista di giornata
Mister Alberto Mantelli recupera il n°1 Anelli in porta mentre l'altro infortunato Cerati si rivede in panca. Non disponibili: il fluidificante Fogliazza e il difensore d'esperienza Delledonne. A centrocampo c'è la novità Davide Russolillo schierato davanti alla difesa. Al centro del pacchetto arretrato rientra Marco Biolchi al fianco di Dennis Piva. Rossoneri subito in vantaggio con Roberto Cozzi abile a finalizzare un invenzione di Lucci. Quarto centro stagionale per l'attaccante trebbiense che ritrova la via del gol dopo un lungo digiuno. L'ultima marcatura risaliva alla trasferta di Monticelli Terme. Al decimo i blues di coach Reggiani ristabiliscono la parità con un calcio piazzato dell'elemento di maggior spicco: il puntero Sebastian Tazzioli nostra vecchia conoscenza ai tempi del Fiorano. Il primo tempo si chiude sul risultato di parità. Dopo le battute iniziali della ripresa, Mantelli decide di giocare l'asso, la pita, inserendo Luca Franchi posto di Pizzelli non al meglio delle condizione. L'attaccante rossonero mette il turbo a tutto il reparto avanzato e sono seri guai per l'esperto Pettacini e company. Il fortino reggiano tiene fino al 60' quando Franchi di rapina sigla la rete del sorpasso. La partita resta sempre in bilico. La fame di punti-salvezza dei padroni di casa sfocia in due nitidissime occasioni da gol sventate da un ottimo Matteo Anelli. Si aprono varchi e il Fiore ne approfitta. Un Andrea Lucci scatenato serve il pallone del 3 a 1 a Luca Franchi. Per l'attaccante piacentino è un gioco da ragazzi infilzare Giaroli per la sua seconda volta. E' la seconda doppietta stagionale dopo quello contro il Real Panaro di tre giorni fa e il dodicesimo sigillo di Luca che sale nei quartieri alti della classifica cannonieri appena dietro ai re dei bomber: Marco Arena (Lupa Piacenza) e Alessandro Napoli (Correggese). Pochi minuti dopo c'è gloria anche per Lucci. E' Franchi che restituisce i favori al numero 10 rossonero mettendo in condizioni il compagno di entrare nei tabellini di giornata. Missione compiuta. Una vittoria fondamentale per l'undici del trio Pinalli-Pighi-Baldrighi in vista del super derby contro il Piacenza.
Per la cronaca un risultato (1-4) identico a conseguito al "Bedogni" nella stagione 2006-07 dai Rossoneri allenati dal parmigiano Massimo Abbati spinti da un Luca Mosti in grande spolvero di goal e idee. Il conseguente pareggio della Correggese stoppata dal Crociati consente a capitan Piva e C. di avvicinarsi al secondo posto in classifica, rosicchiando due punti ai reggiani. Anche la capolista Lupa Piacenza ne ha approfittato stritolando il Royal Fiore nella stracittadina, portando così a 17 in numero di successi stagionali. Lupa Piacenza sempre più regina incontrastata del campionato. E domenica Derby? ..Nevica di già.
blogfiorenzuola1922@gmail.com
mister Alberto Mantelli
Luca Franchi autore di una doppietta (foto d'archivio)
Matteo Anelli




i due bomber rossoneri Franchi e Cozzi

TERMOLAN BIBBIANO-FIORENZUOLA 1-4
TERMOLAN BIBBIANO: Giaroli, Barazzoni (Fornaciari 14' p.t.), Capasso, Moggi, Pattacini, Mazzera (Nosenzo 27' s.t.), Orlandini, Tognoni, Rabitti, Tazzioli, Mattioli (Kulla 26' s.t.). A disposizione: Dall'Aglio, Torreggiani, Magnanini, Camera. All.: Reggiani.
FIORENZUOLA: Anelli, Galli, Barba, Russolillo, Piva, Biolchi, Pizzelli (Franchi 10' s.t.), Sessi, Cozzi (Cerati 34' s.t.), Lucci, Gianluppi (Mazzoni 10' s.t.). A disposizione: Mozzoni, Compiani, Biazzi, Rosi. All.: Mantelli.
Arbitro: Sangregorio (L'Aquila)
Marcatori: Cozzi (F) al 3', Tazzioli (B) al 9' p.t.; Franchi (F) al 18' e al 35', Lucci (F) al 39' s.t.
Note: serata di pioggia con freddo e umidità. 
Ammoniti: Russolillo (F), Biolchi (F), Orlandini (B), Tognoni (B), Rabitti (B).


lunedì 18 febbraio 2013

FIORENZUOLA-Lupa Piacenza (domenica 24 febbraio)

U.S. FIORENZUOLA Calcio 1922
GUIDA AL DERBY – Domenica 24 febbraio, vado o non vado? Di sicuro al Comunale vado. A votare, non lo so ancora. E’ secondario per me rispetto all'evento del pomeriggio, più credibile, più sano. Una partita di pallone che manca in campionato da 81 anni e che richiamerà al vecchio stadio Comunale di Fiorenzuola una cornice di pubblico e un atmosfera che dalle mie parti si è vissuta solo nei lontani anni 90, ai tempi d'oro della serie C.
La capolista Lupa Piacenza sbarcherà al Comunale dall'alto dei suoi 50 punti ottenuti grazie ad un rullino di marcia eccezionale. Noi al terzo posto in classifica, appaiati al Rolo con 37 punti, e una gara in più ancora da disputare rispetto ai biancorossi. La voglia di fare bene dei nostri giovani, il desiderio di scrivere la storia contro l'obbligo di vincere, di tornare grandi, con il seguito e l'entusiasmo della piazza che stanno spingendo la Lupa verso il primo traguardo prefissato: la serie D. Gli uomini del presidente Gatti verranno al Comunale per far loro l'intera posta in palio.
Torna al Comunale da avversario il compaesano William Viali. L'attuale tecnico della Lupa ha iniziato nel nostro stadio con la maglia del Fiorenzuola, prima la carriera da calciatore affermato poi quella da allenatore. Fresco ricordo la salvezza-capolavoro in serie D 2010-11, alla prima esperienza in panchina, ottenuta dopo essere subentrato a Natalino Gottardo. Ricordate la bordata-gol di Valla al Comunale in zona Cesarini contro lo Scandiano? …quel memorabile 5-4 in rimonta. Oltre a Willy, sono tanti gli ex calciatori e dirigenti che ci troveremo di fronte domenica: Fumasoli, Dede Valla per l’appunto, Passera, bomber Marco Arena solo per fare alcuni nomi.
Rispetto al Derby di andata del 14 ottobre scorso non ci saranno l'esperto difensore Tognassi, il perno di centrocampo Serio tornato in Lombardia per scelta professionale, e il match-winner Francesco Volpe. Entrambi infortunati. Ci doveva essere ma forse non ci sarà il temuto bomber Carmine Marrazzo uscito per infortunio nell'impegno contro la Sampo. Il forte mediano ex Pro Patria Alessandro Cortesi è squalificato. Ci sarà il nuovo portiere Ferrari arrivato dal Parma.
Franzese, Arena, Marrazzo, Valla. Avere il lusso di poter scegliere un paio di questi elementi per l’attacco la dice tutta. Mister Viali ha un ventaglio di scelte non indifferente, ma è stato anche bravo a dare spazio a tutti, a collimare modulo e desiderio di giocare dei tanti pezzi da novanta messi a disposizione dalla dirigenza. Discorso diverso per Alberto Mantelli che ha dovuto fare soprattutto negli ultimi mesi di necessità virtù e spera nei recuperi fondamentali dell'estremo difensore Matteo Anelli e del centrocampista Simone Cerati. Senza nulla togliere a Mozzoni che fra i pali non ci ha fatto rimpiangere Anelli e al baby talento fiorenzuolano Nicola Mazzoni classe 1995.
La sfida si preannuncia veramente interessante. Una sfida che tutti vorrebbero giocare. L'organico del Fiorenzuola è composto quasi interamente da ragazzi di Piacenza città e provincia. Molti hanno vestito la casacca biancorossa ai tempi delle giovanili. I Fiorenzuolani sono 5: Pizzelli, Mozzoni, Russolillo, Mazzoni e Paolo Rosi. Stati d’animo differenti nelle file della Lupa infarcita di tanti "stranieri" molti dei quali ex calciatori professionistici.
Il ricordo del Derby di andata è ancora vivo. I 2200 spettatori a gremire la tribuna del Garilli, platea, in anni non lontani di sfide di serie A. Il rigore negato a Cozzi. L'euro-goal di Volpe. Le occasioni d'oro non concretizzate da Lucci e Biazzi. Il Piacenza veniva dalla prima (e unica sconfitta) a domicilio della Sampolese. Con i fucili puntati, fu la vittoria del rilancio per il Piace, una sconfitta immeritata invece per i Rossoneri.

CORNICE DI PUBBLICO - Da Piacenza è previsto un gran seguito di sostenitori che percorreranno quei 20 chilometri di via Emilia che ci separano dal capoluogo di Provincia per sostenere a gran voce i propri beniamini. A testimonianza i recenti esodi di massa verso Borgonovo e Pontenure. Si vociferà che l'intera gradinata potrebbe essere destinata al tifo biancorosso che sarà ancora una volta compatto e stracaldo, l'arma in più dei piacentini, il dodicesimo uomo in campo.
Piacentini a Borgonovo
Pronosticando, ci si potrebbe avvicinare al tetto delle duemila presenze. Numeri che a Fiorenzuola mancano dai tempi della serie C1.
La squadra più blasonata della provincia, contro la squadra della seconda città della provincia. La prima squadra di Piacenza con trascorsi in serie A e B contro la più antica in vita della provincia con i suoi 90 anni di storia senza fallimenti e fusioni. Quella che è riuscita ad arrivare più in alto fra le tante sfiorando la serie B nel 1995.
A noi di Fiorenzuola d’Arda, quando ci capiterà di affrontare ancora il Piacenza in campionato? Si, il Piacenza. Perchè è solo questione di mesi e il Piace di oggi tornerà Piacenza a tutti gli effetti, anche per avvocati, notai e almanacchi sportivi, con il ritorno dopo un anno alla denominazione ufficiale secondo le regole di palazzo. Un appuntamento da non perdere. Un derby sognato negli anni 80'. Oltretutto il Fiorenzuola attuale, dei giovani sta facendo veramente molto bene. Si spera nella risposta della gente di Fiorenzuola. Mettere domenica davanti l'amore per i colori della città e la passione per la maglia che ci ha fatto vivere emozioni straordinarie al resto. Un sogno.
I Rossoneri Pizzelli e Sessi controllano Lucev a centrocampo nel derby di andata
L'ANTIPASTO DI BIBBIANO - Saltato per rinvio il big-match contro il Rolo in terra reggiana, i Rossoneri hanno disputato sul campo della Spes, nella giornata di sabato un test amichevole con il Fontana Audax, compagine di Prima Categoria degli ex Davide Fantini, Edoardo Perani e Marco Dallagiovanna. Uno a zero per i Rossoneri con gol di Andrea Lucci. E si sono rivisti in campo Anelli fra i pali e Cerati in mezzo al campo. La Lupa grazie ai teloni del "Garilli", eredità del passato in serie A, ha giocato, incamerato altri tre punti. Successo contro la scorbutica Sampolese firmato allo scadere dal baby Minasola. 3 a 2 il risulato di finale. Del centrocampista reggiano Orlandini e del nostro ex Marco Arena gli altri timbri di giornata. Mercoledì 20 è in programma il recupero della ventesima giornata. La Lupa recupererà la stracittadina contro il Royale Fiore di Toto Rizzo mentre i Rossoneri saranno impegnati sull'insidioso campo della pericolate Termolan Bibbiano. All'andata, vittoria sofferta dei Valdardesi sugli uomini di mister Reggiani con un incornata vincente allo scadere di capitan Dennis Piva prossimo assieme a Daniele Pizzelli, al traguardo delle 200 presenze (contro il Colorno) con quella casacca rossonera sempre più cucita addosso. Sempre più anima e cuore di questo Fiorenzuola. Molti Fiorenzuolani rivedono in lui Rocco Crippa, lo sognano A VITA in Rossonero. Al Bibbiano è stata rinviata la gara interna contro il Crociati. Nelle file dei blues non c'è più il nostro ex Filippo Curti passato al pacchetto arretrato del Salsomaggiore. In attacco è arrivato Agostino Rabitti con trascorsi nella Sampolese e nello Scandiano.

Us Fiorenzuola anni 30'
IL RICORDO DI CAMILLO - " Ricordo che ci trattavano da paesani, però all'andata vincemmo tre a due in casa mentre a Piacenza finì uno a uno. " questo il ricordo del compianto Camillo Mangia una delle tante glorie fiorenzuolane che indossò la maglia "tutta nera" dell'Unione Sportiva agli inizi degli anni 30 (i derby del 1931-32 ndr). Senti parlare di Fiorenzuola-Piacenza in anni recenti e la mente torna "al classico" estivo, il test amichevole di ferragosto. In pochi ricordano gli avvincenti Derby fra la prima e la seconda squadra della provincia in serie C. Per una volta anticipo il Bottazzini. L'ultima volta che si è giocato a Fiorenzuola un Derby valevole per il campionato era il 16 ottobre del 1932, guarda caso in occasione del santo patrono di Fiorenzuola: San Fiorenzo. ...Storie di premi partita, di sfumature di dialetto, di attese spasmodiche, di ginocchia sbucciate, di folle accalcate al limite del rettangolo di gioco, di sano agonismo sportivo, di scarpini rotti, di fame e pochi soldi in tasca, di sottoscrizioni popolari... L'ultimo Derby (in Prima Divisione) prima della scomparsa del Fiorenzuola dagli alti palcoscenici del calcio italiano, causa squalifica e mancanza di risorse finanziarie. Finì 3 a 2 per i Rossoneri. Risultato poi cancellato dagli almanacchi sportivi per ritiro della squadra dopo la pesante squalifica seguita ai fattacci di Forlì. Ecco il tabellino di quell’ultimo Derby. FIORENZUOLA-Piacenza 3-2. FIORENZUOLA: Giovannini, Ponti, Rabaiotti, Ampollini, Torricella, Mangia, Silva, Parmigiani, Gavazzi I, Gavazzi III, Maccagni. PIACENZA: Perfetti, Bolledi, Salomoni, Golzi, Benassi, Resmini, Loranzi, Cella I, Zanasi, Tammi, Rossetti. Arbitro: Lupini di Bergamo. Marcatori: 30’ Gavazzi III, 35’ Gavazzi III rig. (F), 65’ Resmini rig. (P), 87’ Maccagni (F), 89’ aut. Ponti (per Piacenza 90 aut. Torricella) (P). Fra sfide ufficiali di campionato e coppa Italia quella in programma domenica 24 febbraio sarà fra Fiorenzuola e Piacenza la numero 9. Degli otto precedenti, cinque risalgono ai lontani anni 30', campionato di Prima Divisione (attuale Lega Pro) di cui facevano parte club illustri come il Parma, la Reggiana, la Spal, il Mantova, il Ravenna, il Pisa, il Prato e l'Empoli. Degli altri tre derby disputati in anni recenti due sono di coppa Italia e uno di campionato (la gara di andata dell'attuale stagione). Avanti il Piacenza con quattro successi contro i Tre del Fiorenzuola. Un solo pareggio il 17-4-1932, sul neutro di Lodi al termine di un match veramente avvincente. In coppa, il bilancio è di perfetta parità. 4 a 0 del Piacenza di Cagni sul Fiorenzuola neo-promosso in C2 di mister Seghedoni alla Galleana. 4 a 0 del Fiorenzuola sulla Lupa Piacenza nella Coppa Italia di Eccellenza edizione 2012, l'ultima apparizione dei biancorossi al Comunale. Lo smacco che diede vita alla rivoluzione biancorosso con l’arrivo di mister Viali e numerosi rinforzi. 12 in tutto, le marcature realizzate dai biancorossi. 11 quelle per i Rossoneri. I tiratori scelti del derby: Resmini, Rossetti e Massari con due centri per i piacentini, Gavazzi III detto "Bottecchia" per il Fiorenzuola con tre gol, appena dietro a quota due l'attuale bomber rossonero Luca Franchi.

MINACCIA METEO - Questa non ci voleva. Sembra proprio che il meteo ci voglia mettere lo zampino. Le previsioni parlano chiaro: Giovedi 21 e Venerdi 22 previste altre abbondanti nevicate in Emilia. C'è apprensione. Il terreno di gioco del Comunale non è dotato di teloni e in caso di coltre di neve sui gradoni, il settore gradinata secondo le regole potrebbe non essere aperto. Si spera nella clemenza. Sarà veramente un peccato rinviare il match per poi disputarlo non di domenica. Soprattutto per gli appassionati sportivi. Oggi si controllano se le rondelle delle recinzioni che separano tribunette da 150 posti dal rettangolo di gioco sono a norma minacciando inagibilità o si rinviano 3-4 giorni prima le gare per mal tempo per poi ritrovarsi alla domenica con il sole e il terreno sgombro da giaccio, fango e neve. Un tempo gare come quelle di domenica si sarebbero giocate con qualsiasi condizione di campo e di meteo. Pallone rosso sul bianco delle neve e via andare o pubblico a liberare (spalando) il campo dalla neve prima dell’inizio del match. Per l'amor del cielo tengo all'integrità fisica dei calciatori e alla salvaguardia dei terreni di gioco, dello spettacolo e del pubblico. La fiscalità dei giorni d'oggi però a volte degenera nel calcio (spaccato della vita di tutti i giorni) a scapito di quel lato umano, di quelle emozioni che hanno lo reso il Giuoco più bello del mondo.
Vivere e realizzare un sogno..
FORZA FIORENZUOLA
blogfiorenzuola1922@gmail.com


PIACENZA-FIORENZUOLA storia di un Derby: http://fiorenzuola1922.blogspot.it/2009/03/fiorenzuola-piacenza.html



venerdì 15 febbraio 2013

Si gioca o non si gioca ?

il difensore Andrea Delledonne

Partita a rischio. Le sfide del campionato di Eccellenza Emiliana, in calendario domenica potrebbero essere a forte rischio rinvio causa le abbondanti nevicate degli scorsi giorni e le gelate notturne che impediscono ai campi di superare le condizioni di impraticabilità. Rinviata d’ufficio la gara di Bibbiano per pioggia abbondante in settimana, figuriamoci ora.
Attendiamo con trepidazione gli sviluppi dell’ultima ora. In un campionato sempre più spezzatino, e con il grande Derby di domenica 24 contro il Piacenza alle porte sarebbe l’ideale cercare in qualche modo di giocare la sfida contro il Rolo. Ci sarebbe il frammezzo di Bibbiano mercoledì (sempre con il condizionale) ma visto che la Lupa sembra intenzionata a giocare il match casalingo contro la Sampolese grazie ai teloni, sarebbe importante non perdere il ritmo partita nella testa e nelle gambe. Fiorenzuola-Lupa Piacenza.. quando ci capiterà ancora di giocarla? Manca in campionato da Settant'anni. ..Per scrivere la storia.
Andrea Lucci
Rolo e Fiorenzuola a braccetto al terzo posto in classifica si sarebbero dovute sfidare proprio domenica. La sconfitta a sorpresa dei reggiani al "Francani" di Salsomaggiore hanno permesso ai Rossoneri vittoriosi sul fanalino di coda Real Panaro di agganciare la squadra allenata da Battilani. E' bastato un rigore in apertura di Bertolini, ex allievo di Mantelli a Fidenza per dare la vittoria al rigenerato Salsomaggiore sul Rolo. Gialloblu che spedita a casa la rappresentanza piacentina, si sono rinforzati con gli arrivi di Michele Tagliavini e Filippo Curti (entrambi nostri ex) rispettivamente dal Fidenza e dal Bibbiano. Fra sfide di campionato e di coppa, affrontiamo per la quarta volta i biancoblu. In campionato, all'andata il match si concluse in parità. La partita sembrava volgere a nostro favore al termine della prima frazione di gioco chiusa con il vantaggio di Lucci che stava vivendo un periodo di grazia sottoporta eccezionale. Per nella ripresa il ritorno dei reggiani, il gol di Bellesia e la gara conclusasi con un pareggio giusto. In Coppa Italia, i nostri prossimi avversari ci hanno negato l'accesso alla finale. 2 a 1 per loro all'andata (gol del giovane Mandoni per i Rossoneri), e pareggio al Comunale con gol di Roberto Cozzi e Bellesia per gli avversari. In finale gli uomini del presidente Wilson Poppi hanno poi battuto ai rigore il Cattolica nella finale di Milano Marittima mettendo in bacheca per la prima volta questo trofeo. Poggioli, Guastalli, Bellesia sono calciatori di categoria superiore. Poi c'è un grande collettivo come il nostro. Grandi ambizioni. Bisognerà fare massima attenzione. Cercare magari di essere più prudenti rispetto alla gara di Correggio. Un punto sarebbe ottimo, per la continuità e per non staccarsi dalle Big.
Dal canto nostro, contro il modesto Real Panaro, abbiamo fatto il nostro dovere. Corsa, concentrazione e gol. Peccato per le tante occasioni sprecate vedi le chance divorate da Franchi e Cozzi. Nei prossimi impegni troveremo avversari di altra caratura che concederanno molto meno. Sarebbe madornale sciupare occasioni come quelle capitate domenica. Contro i modenesi si sono visti un grande Gianluppi e un grande Mazzoni. Il primo pescato dalla formazione allievi rossonera il secondo dalla Berretti. Bene anche il fiorenzuolano Paolo Rosi che entrato nel finale si è andato a procurare un calcio di rigore. Alla faccia di chi a inizio stagione, sosteneva la mancanza di under di categoria. Senza dover bussare alla porta del Parma o
della Cremonese, abbiamo fatto con quello che c'era in casa. Ora siamo al terzo posto in classifica, in lotta aperta per l'unico posto play-off, grazie anche al loro apporto. Segnali importanti di un settore giovanile in crescita, che è ancora in grado di fornire giovani talenti alla prima squadra. Di un allenatore che sa fare molto bene con i giovani. Di elementi come Piva, Delledonne, Pizzelli e Franchi che hanno vissuto Fiorenzuola da giovani e ora sono tornati a fare da chioccia, da guida a questi giovani di belle speranze. Elementi di esperienza e carisma che sono mancati nelle passate stagioni. Domenica terza contro terza. Si va a Rolo per la prima volta nella nostra storia a 14 giorni esatti dal Derby contro Piacenza.
FORZA RAGAZZI
blogfiorenzuola1922@gmail.com


FIORENZUOLA-Lupa Piacenza
 domenica 24 febbraio 2013, stadio Comunale velodromo Attilio Pavesi di Fiorenzuola d'Arda, ore 14:30

lunedì 11 febbraio 2013

FIORENZUOLA-Real Panaro SSBB 3-1 Luca Franchi, Jacopo Gianluppi, Luca Franchi

la festa dopo il raddoppio. Gianluppi (autore del gol), Mazzoni, Franchi, Cozzi e Barba CMQ Siderpighi
Alberto Mantelli

Pronto riscatto dei Rossoneri nell’impegno casalingo contro il fanalino di coda Real Panaro. Dopo lo stop infrasettimanale nel big-match di Correggio occorreva tornare alla vittoria, e vittoria è stata. Mister Mantelli come annunciato in settimana vara il turnover apparecchiando l'undici odierno con due novità. Nel pacchetto arretrato Andrea Delledonne preferito al vice-capitano Marco Biolchi. In avanti: turno di riposo per Andrea Lucci sostituito da Roberto Cozzi. Sempre out: Anelli e Cerati. A difesa dei pali c'è Mozzoni, in panca il vice Zambonini. A centrocampo confermato l'under Nicola Mazzoni (fra i migliori in campo assieme a Gianluppi). Fra le riserve è presente l'ultimo arrivato, il centrocampista De Sensi classe 1994, ex Atletico BP Pro Piacenza. E’ la domenica della Zobia, lo storico carnavale Fiorenzuolano. Fra sprelle, buon vino e baldoria. C’è il sole. Terreno del Comunale spelacchiato in più punti. Provato dal gelo invernale. Per "bon ton" e dovere di ospitalità il Fiore lascia la scelta della prima casacca agli ospiti. Maglia a strisce giallo-rosse e calzoncini e calzettoni rossi per il Real, stile Lecce per rendervi l'idea. Sono rare in Italia le compagini con colori sociali giallo-rosso. Ricordo lo Schio nei primi anni 90', l'Intercomunale Vinci affrontato sempre agli inizi degli anni 90' in Coppa, i piemontesi del Bra e il Ventimiglia. Poi negli anni della serie C la Pievigina di Pieve Soligo (Treviso), il Ravenna di Corvetta, il Boca San Lazzaro, il San Felice, l'Este e il Castel San Pietro in anni più recenti. E' bello ogni tanto variare.
Rossoneri in campo con la seconda maglia completamente bianca. Il tecnico degli ospiti, Gianfranco Schillaci allievo di Francesco Guidolin ai tempi di Fano, si affida alla sola punta Ganzerla. In panca siede il compagno di reparto Amedei e il calciatore più prestante di fisico il classe 1982 Cassano. Il numero 4 Ferrari Riccardo sembra il milanista Buriani qualcuno esclama dalla Gradinata. Ruben Buriani io non lo ricordo. A me sembra di più lo svedese Jonas Thern nostro avversario nelle file della Roma di carletto Mazzone, qui al Comunale nell'agosto del 1994. I giallorossi affronteranno la sfida senza fare barricate. Poco nervosismo e molto fair-play. Il risultato sarà una partita divertente.
Luca Franchi
Fiorenzuola in vantaggio al decimo minuto di gioco. Capolavoro di Daniele Pizzelli che su azione di calcio d'angolo pennella al centro per la testa di Luca Franchi che tutto solo in area deposita la palla nel sacco. Passano solo cinque giri d’orologio e i modenesi ristabiliscono la parità. Appoggio di Tripepi il più ispirato dei sui per Reggiani che da un paio di metri dall'area di rigore valdardese fa partire una legnataccia imprendibile per Mozzoni. 1-1. Il Fiorenzuola si rigetta in avanti. Franchi si divora il gol del sorpasso a tu per tu con l'estremo difensore Ferrari. Mantelli a bordo campo impreca ma al 22' ci pensa Jacopo Gianluppi a riportare avanti i Rossoneri. Assist che sembra tracciato sulla carta millimetrata del solito Pizzelli per la testa del bomberino rossonero. La palla finisce sotto il sette. 2-1 e terzo sigillo in campionato per l’attaccante cremonese. Gli ospiti non demordono e restano in partita fino al gol del tre a uno di Luca Franchi (al quarto d’ora della ripresa) ancora una volta firmato di testa. Stavolta è il giovane esterno destro Galli (appena entrato) a servire un cross d'oro per il numero nove Rossonero che implacabilmente realizza la sua decima marcatura stagionale. Ancora Franchi lanciato a rete da Sessi, potrebbe incrementare il bottino personale ma calcia addosso a Ferrari da buona posizione. Nel finire, una bordata di Cozzi è rimpallata in extremis sulla riga da un difensore giallorosso. In zona Cesarini ancora il numero 10 rossonero che vuole entrare nei tabellini, sbloccarsi, si va a guadagnare un sacrosanto rigore, ma la sua conclusione dal dischetto è intercettata dal numero uno del Real Panaro. Finisce 3-1 per il Fiorenzuola che grazie alla sconfitta del Rolo a Salsomaggiore Terme aggancia al terzo posto i reggiani prossimi avversari (terreno di gioco e meteo permettendo).
blogfiorenzuola1922@gmail.com

Marco Fogliazza in azione
Uno stop di Alessandro Sessi
Gianluppi e Franchi festeggiano il gol
ercole cedeo Un azione offensiva del Real Panaro SSBB teco sicurezza lavoro

FIORENZUOLA-REAL PANARO SSBB  3-1
FIORENZUOLA: Mozzoni, Fogliazza, Barba, Mazzoni, Piva, Delledonne, Pizzelli (65’ Lucci), Sessi, Franchi (88’ Rosi), Cozzi, Gianluppi (60’ Galli). All. Mantelli
REAL PANARO: S. Ferrari, Salami, Grosoli (38’ Cassano), R. Ferrari (51’ Amedei), Boni, Brighenti, Cangemi, Reggiani, Ganzerla, Tripepi, Biffaro (65’ Fregni). All. Schillaci
ARBITRO: Baldi di Bologna (Ognibene-Marcoppido)
MARCATORI: 10’ e 60’ Franchi (F), 15’ Reggiani (RP), 22’ Gianluppi (F)
NOTE: giornata soleggiata ma fredda. Spettatori 200 circa.
Ammoniti: Cassano (RP), Tripepi (RP), S. Ferrari (RP). Angoli: 4-1 Fiorenzuola.






Risultati ECCELLENZA Emilia-Romagna girone A - 21°Giornata (10 febbraio 2013)

 
Castellarano-Pallavicino 2-1
35' Zanni (P), 62' Garzoni (C), 64' Amadei (C) 

Crociati Noceto-Lentigione 0-0

Fidentina-Lupa Piacenza 1-3 a Pontenure
30' Ferretti (F), 50'  75' Marrazzo (L), 90' Pellacini (L)

Fiorenzuola-Real Panaro 3-1
10'  e 60' Franchi (F), 15' Reggiani (R), 22' Gianluppi (F) 

Royale Fiore-Termolan Bibbiano 1-0
58' Martinelli 

Rubierese-Colorno 0-1
10' Bartoli 

Salsomaggiore-Rolo 1-0
2' Bertolini 

Sampolese-Correggese 0-4
17' Caiti, 47'  79' Bouhali, 66' Ziliani 

Terme Monticelli-Folgore Bagno 2-1
25' Pin (T), 65' Pugliese (T), 80' Vado (F)
zobia 2013 rinviata premi, palio della zobia, carnevale

Ruben Buriani

venerdì 8 febbraio 2013

Don't Worry, Be Happy

Samuele Barba
Don't worry, be happy. Perdere a Correggio ci sta. Ci sta alla grande. Abbiamo perso uscendo a testa alta questa è una delle cose più importanti. E poi di strada da fare in questo girone di ritorno ce n'è ancora tanta, ci sono alle porte altre occasioni per toglierci grosse soddisfazioni e chiudere il campionato il più in alto possibile ci sono eccome. Le partitissime contro Rolo e Lupa Piacenza stanno per arrivare. Prima però, domenica 10, in concomitanza con la baldoria di carnevale che ammanterà la nostra bella città e condizioni tempo permettendo, ospitiamo al Comunale la compagine modenese dell' A.S.D. Real Panaro SSBB del presidente Bacchelli Franco.
Osservando i punti che ci separano dai giallorossi, sarà bene non sottovalutare l'impegno visto la grande prestazione offerta mercoledi dai nostri prossimi avversari.
Il Real Panaro infatti, è reduce dalla brillante vittoria sul Royale Fiore di Gigi Erbaggio nel recupero della 18 giornata di campionato. In svantaggio per una rete a zero i nostri prossimi avversari hanno ribaltato il contenzioso con i gol di: Tripepi (su rigore), Brighenti e bomber Ganzerla. Il buon successo sui piacentini (il terzo stagionale) avrà ridato senzadubbio entusiasmo ai modenesi e la consapevolezza che i giochi per salvezza non sono ancora chiusi. Sulla panchina siede sempre quel Gianfranco Schillaci ex calciatore professionista a Fano negli anni 90'. Domenica bisognerà assolutamente non sottovalutare l'avversario. Attenzione a centrocampo al classe 1991 marco Brighenti e ad Antonino Tripepi ex settore giovanile del Sassuolo. L'attaccante Ganzerla lo abbiamo già affrontato in serie D e nella passata stagione con la casacca del Real ha realizzato 11 reti. Il compagno di reparto è Christian Amadei 12 acuti nel campionato 2011-12.
In casa Fiorenzuola, è tanta la voglia di riscatto dopo l'amaro lo stop di Correggio. Si spera che mister Mantelli possa recuperare qualcuno degli infortunati. Dopo il recupero di Samuele Barba, l'infermeria è sempre occupata dal portierone Anelli e dal centrocampista Cerati.
Fiorenzuola-Real Panaro non ha precedenti in Valdarda. All'andata finì in goleada per i Rossoneri. A segno: Gianluppi, Piva, Cozzi, Biazzi, e Lucci. Di acqua sotto i ponti ne è passata e i ragazzi di Schillaci hanno trovato equilibrio fra i reaparti, a Piacenza per farvi un esempio misero alle corde la Lupa cedendo il passo ai biancorossi solo di misura (1-0). Ricordate il terremoto in Emilia. Gli sfollati, le attività artiglianali e industriali ferme... Domenica arriva una grande società al Comunale. 
blogfiorenzuola1922@gmail.com

"Don't Worry, Be Happy" Bobby McFerrin (1988)

Bobby McFerrin
Robert "Bobby" McFerrin (New York, 11 marzo 1950) è un cantante jazz statunitense.
Interprete stimatissimo nell'ambito della musica jazz, McFerrin ha visto la sua fama varcare i confini degli appassionati del genere grazie al successo internazionale della sua canzone Don't Worry, Be Happy (1988). Improvvisatore vocale, direttore d'orchestra, appassionato portavoce della cultura musicale, Bobby McFerrin non può essere definito un semplice cantante: possiede infatti l'orecchio assoluto e un'estensione vocale di 4 ottave.
Nato a New York negli anni cinquanta da una famiglia di cantanti lirici, a sei anni cominciò a studiare pianoforte, e già al liceo fondò il Bobby Mack Quartet. Nel 1978 iniziò a cantare nel gruppo Astral project di New Orleans.
Scoperto dal cantante Jon Hendricks, con il quale ha duettato più volte, lasciò un forte segno di sé nel 1981 al Kool Jazz Festival di New York. Grazie a questo successo entrò prima nella band del chitarrista George Benson e poi si aggregò in tournée a Herbie Hancock.
Nel 1984 incise il disco The Voice, il primo album, nella storia del jazz, per sola voce. Durante il suo percorso non convenzionale egli perseguì fedelmente il suo obiettivo di esibirsi in concerti dal vivo totalmente improvvisati, senza alcun materiale preparato. I suoi spettacoli sono difficilmente definibili come semplici concerti, perché vi è sempre una reale e costante interazione con il pubblico. Nel 1988, con il brano Don't Worry Be Happy, canzone improvvisata nello studio di registrazione sovrapponendo due volte la propria voce, Bobby McFerrin raggiunse il vertice in quasi tutte le classifiche pop del mondo. La canzone fu usata da George Bush come sfondo ai suoi comizi della campagna presidenziale del 1988 sino a quando McFerrin, convinto sostenitore del Partito Democratico, non gli impose il suo stop.
Dieci volte vincitore del Grammy Award e all'apice della popolarità, McFerrin decise di studiare direzione d'orchestra, prendendo lezioni da Bernstein, Meier e Ozawa.
Grazie all'entusiasmo e alla gioia che hanno sempre caratterizzato le sue esibizioni da solista, McFerrin ottenne successo anche nell'ambito della musica classica; nel 1990 diresse l'Orchestra Sinfonica di San Francisco, nel 1994 fu direttore creativo dell'Orchestra da Camera St. Paul e, nello stesso anno pubblicò Paper Music, una collezione di classici che rappresenta la sua prima registrazione come direttore d'orchestra.
Da allora collabora frequentemente con le più grandi orchestre del mondo, tra cui la New York Philharmonic e i Wiener Philharmoniker, che nel 2003 ha diretto nel tour europeo. L'8 maggio 2007 e il 17 maggio 2010 si è esibito al Teatro alla Scala di Milano dirigendo la Filarmonica della Scala.
Le registrazioni di Bobby McFerrin hanno venduto venti milioni di copie, e le sue collaborazioni con Yo-Yo Ma, Chick Corea ed Herbie Hancock lo hanno reso ambasciatore nel mondo del jazz e della musica classica.

"Don't Worry, Be Happy" Bobby McFerrin (1988)
Don't Worry, Be Happy
From the Movie "Cocktails"
Performed by Bobby McFerrin

Here is a little song I wrote
You might want to sing it note for note
Don't worry be happy
In every life we have some trouble
When you worry you make it double
Don't worry, be happy......

Ain't got no place to lay your head
Somebody came and took your bed
Don't worry, be happy
The land lord say your rent is late
He may have to litigate
Don't worry, be happy
Lood at me I am happy
Don't worry, be happy
Here I give you my phone number
When you worry call me
I make you happy
Don't worry, be happy
Ain't got no cash, ain't got no style
Ain't got not girl to make you smile
But don't worry be happy
Cause when you worry
Your face will frown
And that will bring everybody down
So don't worry, be happy (now).....

There is this little song I wrote
I hope you learn it note for note
Like good little children
Don't worry, be happy
Listen to what I say
In your life expect some trouble
But when you worry
You make it double
Don't worry, be happy......
Don't worry don't do it, be happy
Put a smile on your face
Don't bring everybody down like this
Don't worry, it will soon past
Whatever it is
Don't worry, be happy

source: http://www.lyricsondemand.com/



mercoledì 6 febbraio 2013

Correggese-FIORENZUOLA 2-0 (recupero 18 giornata)

il centrocampista Alessandro Biazzi entrato nella ripresa

Risultato identico all'andata. Il recupero del big-match fra Correggese e Fiorenzuola conferma la supremazia dei reggiani sui Rossoneri che rimangono così in scia della Lupa Piacenza vittoriosa di misura al Garilli sul Salsomaggiore con un gol dell'ex Dede Valla. Un Fiorenzuola sceso in campo come annunciato da mister Mantelli a viso aperto a domicilio della seconda forza del campionato. Il tecnico parmigiano conferma l'undici delle meraviglie vittorioso al Comunale sul forte Lentigione. Un Fiorenzuola ad età media bassissima. Dopo il lampo iniziale dell'ex Federico Pecorari (gol annullato per fuorigioco), è un Fiorenzuola che non sta a guardare, macina trame di gioco ma al primo errore è castigato dal mediano Davoli che da bomber di razza folgora il nostro n.1 Mozzoni. Passa un quarto d'ora e tocca al solito centrocampista Filiberto Cacciari come all'andata spedire la palla nel sacco non su punizione ma con un incornata di testa. In un quarto d'ora la Correggese ha ipotecato il successo. Nella ripresa, sotto di due reti riusciamo a costruire l'occasione per riaprire il match. La palla buona capita sui piedi del fluidificante Marco Fogliazza che spreca. Piovono intanto dalle tasche del direttore di gara Bitonti di Bologna i cartellini. Saranno alla fine ben 9 più il rosso sventolato al mister dei locali Salmi per proteste. Ci diamo da fare, c'è fame e desiderio di riscatto, ma la retroguardia biancorossa non correrà più veri rischi. Peccato. Peccato che questa sfida d'alta classifica sia arrivata come la prossima contro la big Rolo e la Lupa Piacenza dopo pausa invernale e rinvii vari. Contro un'avversario senza problemi di infermeria (non era cosi a gennaio) che può contare su di un undici zeppo di elementi di esperienza e con un attaccante come Tani a fare la riserva, si sapeva, non sarebbe stato facile. Il temuto bomber Alessandro Napoli si è visto poco (come il nostro Franchi e il nostro Lucci) ma i compagni reggiani hanno colmato la defaiance del capocannoniere arrivato dal Sud. Perdere ieri notte per la Correggese sarebbe stato quasi decisivo ai termini della rincorsa alla capolista. Francesco Salmi lo avevamo conosciuto già ai tempi della Correggese, è un grande allenatore che fa del tatticismo l'arma in più delle sue squadre. Ben coperti dietro e in mezzo con ripartenze veloci. Il cinismo dei suoi e la loro vena realizzativa hanno fatto il resto.
blogfiorenzuola1922@gmail.com


CORREGGESE - FIORENZUOLA 2-0
CORREGGESE: Noci, Siliquini (71’ Sery Sanders), Cervelli, Davoli, Bertozzini, Covili, Cacciari, Giovanardi, Pecorari (72’ Ferrari), Bouhali, Napoli (85’ Tani). All. Salmi
FIORENZUOLA: Mozzoni, Fogliazza, Barba, Mazzoni (84’ Biazzi), Piva, Biolchi, Pizzelli, Sessi, Franchi, Lucci (64’ Cozzi), Gianluppi. All. Mantelli
ARBITRO: Bitonti di Bologna (Mazzarella-De Sario)
MARCATORI: 31’ Davoli (C), 45’ Cacciari (C)
NOTE: serata fredda, terreno in buone condizioni. Spettatori un centinaio circa.
Ammoniti: Napoli (C), Giovanardi (C), Barba (F), Bouhani (C), Fogliazza (F), Pecorari (C), Mazzoni (F), Biolchi (F), Tani (C). Espulso: al 17’ il tecnico della Correggese Salmi per proteste.


6 febbraio 2013
ECCELLENZA - Recuperi 18°Giornata EMILIA-ROMAGNA Girone A

Castellarano-Crociati Noceto 0-0

Colorno-Terme Monticelli 1-1
48' Copelli (T), 64' Silvestri (C)

Correggese-Fiorenzuola 2-0 
30' Davoli, 46' pt Cacciari

Lentigione-Sampolese 1-0
32' Dall' Acqua

Lupa Piacenza-Salsomaggiore 1-0
30' Valla

Pallavicino-Folgore Bagno 2-0
69' Bonomi, 82' Chatara

Real Panaro-Royale Fiore 3-2
2' Burgazzoli (Ro), 15' r Tripepi (Re), 17' Brighenti (Re), 75' Ganzerla (Re), 91' r Martinelli (Ro)

Termolan Bibbiano-Fidentina 0-0

lunedì 4 febbraio 2013

Credo nella bellezza di un passaggio

Luca Franchi, bomber rossonero
Che giornata quella di ieri. Un sole quasi primaverile. Peccato non aver potuto giocare la sfida di Bibbiano. Che strazio questo campionato-spezzatino. Rinviata all'ultimo momento e a data da destinarsi Termolan Bibbiano-Fiorenzuola, si torna in campo mercoledi sera, in terra reggiana per il recupero della prima giornata di ritorno. Il big-match contro la Correggese in programma alle ore 20:30.
Il meteo mette bello anche per i prossimi giorni. Quando il cielo è così terso si sa, le temperature scendono in picchiata alla sera. C'è gente e calciatori che lavorano ma sul fatto di giocare alla sera in febbraio, non me ne vogliano ma non mi sembra la decisione migliore.
Torniamo nella città di artisti e sportivi affermati, torniamo nei luoghi tondelliani per affrontare la seconda forza del campionato. Con i suoi 37 punti, la squadra del bravo Francesco Salmi è a sole quattro lunghezze dalla capolista Lupa Piacenza. Negli ultimi incontri i biancorossi hanno ottenuto un pari interno nel derby con la Rubierese e tre punti dalle nostre parti espugnando il "Bertocchi" per 3 reti a 1 sul Royale Fiore. In gol Giovanardi, il capocannoniere del girone Alessandro Napoli e il nostro ex Federico Pecorari.
Nel bell'impianto "Borelli" di Correggio, il più bello e attrezzato del girone, dopo il Garilli di Piacenza e il nostro, ci attende una sfida veramente difficile. Assente quasi certamente Simone Cerati, si spera nei recuperi del fluidificante Samuele Barba e dell'estremo difensore Matteo Anelli. Siamo la squadra più in salute del girone, sicuramente Salmi e i suoi ci temono e staranno studiano il migliore assetto, la migliore tattica per far loro questo decisivo match. "Credere nella bellezza di un passaggio" sarà dura vedere una gara improntata su questa massima zemaniana. Quel Zdenek Zeman giunto al capolinea a Roma. Mi voglio divagare un attimo sull'esonero del tecnico boemo. Quel tecnico che potrebbe essere paragonato nel nostro piccolo al Natalino Gottardo per il suo essere fuori dagli schemi e al non seguire la modernità. L'iguana, il mister delle mille sigarette con lo sguardo da film wester, dei gradoni che non fanno fare più a nessuno negli allenamenti. Si è detto e si è scritto tanto su di lui. Il professore delle azioni impossibili in verticale prese dall'hockey. L'uomo delle lunghe pause, delle denunce al doping nel calcio, ai calciatori con la testa troppo a internet e a Facebook. Dopo sconfitte e gol subiti a raffica con difesa ballerina. Dopo il flop Luis Enrique di un anno fa, Il sogno estivo di Roma di un calcio spettacolo, di un calcio romantico più risultati, tornando all'antico, si è infranto pochi giorni fa. Zeman ha allenato il nostro attuale tecnico Alberto Mantelli nella stagione 2001-02, in serie B alla Salernitana. Quell'anno a Salerno c'era pure Adolfo Daniele Speranza altro nostro ex. La Roma ha da poco deciso di esonerarlo e al suo posto ha scelto il traghettatore Andreazzoli, pescando direttamente a Trigoria l'ex secondo allenatore di Luciano Spalletti. Aurelio Andreazzoli, classe 1953 non è per noi un nome nuovo. Lo abbiamo visto seduto a bordo campo al Comunale dirigere la squadra di calcio della sua città, la  Massese nella stagione 1994-95 e 1995-96. Nell'estate del 1994 noi ospitavamo la Roma e tifosi giallorossi di Carletto Mazzone e Francesco Totti, per il secondo turno di Coppa Italia di serie A. I migliori anni della nostra vita "sportiva" in Rossonero. In quella mediocre (di risultati) Massese del presidente Carlo Alioto militavano il futuro portiere del Piacenza Matteo Guardalben e quel Pietro Turrà difensore di belle speranza, nostro oggetto misterioso della stagione 1995-96. "Credere nella bellezza di un passaggio", noi abbiamo meno da perdere dei nostri avversari in questo turno infrasettimanale di campionato. Brucia ancora la nostra prestazione opaca della gara di andata. Noi ci crediamo. Forza Rossoneri.
blogfiorenzuola1922@gmail.com


AMARCORD:
AMARCORD: il Fiorenzuola di mister D'Astoli batta a fatica la Massese di Aurelio Andreazzoli. Serie C1 1994-95 girone A. FIORENZUOLA-MASSESE 2-1 (Claudio Clementi)
MASSESE-FIORENZUOLA 1-2 (Serioli, Clementi) 2500 spettatori, serie C1 girone A 1994-1995. Primo successo esterno per il Fiorenzuola di D'Astoli ottenuto in trasferta contro la Massese di Aurelio Andreazzoli.
AMARCORD: FIORENZUOLA-MASSESE 2-1 serie C1 1993-94, girone A. Gol di Andrea Mazzaferro e Walter Antonello.