giovedì 30 marzo 2017

lunedì 27 marzo 2017

Rignanese-FIORENZUOLA 1-2 Lorenzo Pezzi, Alessandro Napoli



La tanto temuta Toscana, l’aria del fiume Arno continuano a giovarci, con i Rossoneri che centrano la seconda vittoria consecutiva e si proiettano a ridosso della zona Salvezza. Come era successo a San Giovanni Valdarno, nel delicato scontro diretto di Rignano all’Arno (paese di Matteo Renzi), i ragazzi di mister Andrea Ciceri quatti quatti, riescono a nervi saldi a sbloccare il risultato e a conservarlo fino al termine incasellando punti pieni che solo due settimane fa sembravano chimere. E sono i gol dei ritrovati attaccanti Rossoneri a pesare come macigni in questa inattesa ripresina Rossonera. Nonostante il buon gioco i punti latitavano pericolosamente, quando tutto sembrava già scritto il Fiorenzuola ha “buttato” i fiori riaccendendo le speranze. Sette giorni fa era stato Francesco Delporto a rompere il ghiaccio, ieri ci ha pensato Lorenzo Pezzi al rientro dopo cinque turni di squalifica incassati nel fattaccio della gara contro la Colligiana. Il giovane attaccante lodigiano ex Atalanta e Piacenza ha prima aperto le danze e poi sorretto la squadra limitando la pressione toscana sulla retroguardia valdardese. Sul finire della prima frazione di gioco i padroni di casa di mister Fabio Guarducci ristabiliscono la momentanea parità con il gol del centrocampista classe 1997 Donatini. Nella ripresa, è la determinazione dei Rossoneri a fare la differenza e il gol di Alessandro Napoli (si ancora lui) materializza il meritato sorpasso sugli avversari risucchiati nella zona play-out. Seppur viziato da una deviazione, diamoli agli attaccanti i gol. Al nostro Napoli, Naples che finalmente sta facendo vedere i sorci verdi alle difese avversarie, come ha sempre saputo fare in Eccellenza. 6 reti a testa raggiunti da Napoli & Pezzi nella classifica marcatori. Gol pesantissimi quelli dei ritrovati due attaccanti rossoneri che premiano il lavoro dell'intero gruppo. Senza illusioni, vivendo di giornata in giornata questo finale di campionato bisogna cercare di continuare su questa strada. Ora la testa alla sfida casalinga in programma al Comunale, domenica 2 aprile con la Pianese.


RIGNANESE-FIORENZUOLA 1-2

Rignanese: Burzagli, Meucci, Benvenuti, Brenna, Degl’Innocenti, Bettini, Biagi, Donatini, Pagnotta, Leo, Luparini. A disposizione: Cosentino, Bennati, Budan, De Fazio, Falciani, Franchi, Meacci, Privitera, Renieri. All.: Guarducci.

Fiorenzuola: Vagge, Bouhali, Koliatko (Contini), Petrelli, Pizza, Messina, Lombardi (Lari), Arati, Pezzi (Fany), Pessagno, Napoli. A disposizione: Ballerini, Reggiani, Contini, Botchway, Buffagni, Fany, Lari, Delporto. All.: Ciceri.

Reti: 15’ Pezzi (F), 25’ Donatini (R), 55’ Napoli (F)

Note: spettatori 150 circa, ammoniti Leo (R) e Napoli (F).



giovedì 23 marzo 2017

Bar Joker

fa un certo effetto vedere quella saracinesca azzurrina abbassata.. e non è lunedì

L'apertura agli inizi degli anni 80 dei fratelli Draghi nell'allora zona nuova del capoluogo della Valdarda. Quando BAR significava puntro di ritrovo delle compagnie, evasione, svago.

Quanti ricordi per tanti. Un numero imprecisato di generazioni di giovani fiorenzuolani ci sono passati e il locale era sempre lo stesso. Apriva i battenti nelle prime ore del mattino per poi chiudere tardi alla sera. Festività comprese, non tradiva mai.

La TV sempre accesa, con le dirette dello sport e del Calcio soprattutto. La pagina del televideo sui risultati e la classifica del Fiorenzuola alla domenica dai tempi dell'Interregionale a oggi..

il tempo scorre e un altro pezzetto di trazione paesana se ne va


lunedì 20 marzo 2017

Sangiovannese-FIORENZUOLA 1-2 Francesco Delporto, Alessandro Napoli

La sosta prima e l'aria di Toscana poi fanno bene ai Rossoneri che riescono ad imporsi a San Giovanni Valdarno, a domicilio di una nobile decaduta, riaccendono le speranze salvezza. All'andata, il ricordo di una sconfitta amara al termine di una gara al veleno in campo e fuori. Solo circa dieci anni fa la squadra di casa ospitava qui il Napoli di Reja e il pubblico delle grandi occasioni sognando la promozione in serie B. Ora il club toscano dopo i problemi societari di inizio anno è invischiato come noi nella lotta per noi scivolare in Eccellenza. La sfida da brividi lungo la schiena non si era messa bene per noi con il gol del vantaggio toscano dello sgusciante Luca Lischi incassato dal nostro Vagge al minuto numero diciannove.
La reazione dell'undici di Andrea Ciceri è stata però perentoria e ha fruttato solo quattro minuti più tardi il gol del pareggio di Francesco Delporto direttamente da calcio di punizione. Non accadeva da una vita di segare dalla distanza e non sapevamo dell'attitudine ai calci piazzati dell'ex bomber del Fidenza che finalmente ha ritrovato la via del gol mettendo a segno il primo centro in Rossonero. Un gol attesissimo che può dare morale al giocatore e alla squadra. Sempre Delporto pochi minuti dopo centra il palo, con una bella e pericolosa conclusione. Nella ripresa la Sangiovannese Marzocco di coach Mario Palazzi cerca di farsi pericolosa dalle parti di Vagge scoprendosi non poco. I Rossoneri ne approfittano e su azione di contropiede Alessandro Napoli fa secco l'estremo difensore bianco azzurro in uscita. Un gran gol che rimette Napoli nei tabellini di giornata assieme a Delporto. L'attaccante di Solofra non segnava da Novembre dell'anno scorso, con la realizzazione inflitta alla Sangio arriva a cinque sigilli nella classifica rossonera dei marcatori (raggiungendo il compagno Pezzi). Quota 5, per me bottino minimo sindacabile richiesto ad un attaccante a stagione. Speriamo ora che Alessandro non si fermi. Il gol del sorpasso del’ U.S. è scoccato al 54'. Per mettere in bacheca il ritorno al successo bisognerà difendere il risultato per più di mezz'ora con rischi e pericoli risaputi con il bomber capitolino Alessandro Morbidelli in agguato. L'inedito undici disegnato da Andrea Ciceri riuscirà nell'impresa di sbancare in rimonta il "Virgilio Fedini", portando in Valdarda una vittoria che mancava da mesi. Senza Guglieri (squalificato per un gesto assurdo), senza gli attaccanti Pezzi e Storchi (ma è più importante il Viareggio per il ragazzo o gli interessi e la salvezza della squadra?) Andrea Ciceri getta nella mischia l'attaccante ex Inter Geremy Lombardi sulla corsia alta di destra (fuori Lari) e dentro anche Fany Kader come 98 dietro le punte. Capitan Petrelli si mette a fianco di Pietro Pizza al centro della difesa con Daniele Messina che entrerà nella ripresa. Seppur la classifica resta sempre molto complicata la vittoria di San Giovanni interrompe un filotto di risultati negativi che sembrava senza fine. A sette partite dalla conclusione della stagione regolare la testa deve rimane in Toscana con una altra sfida importante in chiave salvezza in programma domenica prossima a Rignano.


SANGIOVANNESE-FIORENZUOLA 1-2
SANGIOVANNESE: Bettoni, Bini, Vinasi (35 st Mazzeschi) Mugelli, Camillucci, Nocentini, Lischi, Papa (26 st Mariani) Bucaletti, Morbidelli, Sinatti ( 2 st Cappelletti) A disp: Berti, Girolami, Piantini, Conte, Iovinella, Romanelli. All. Palazzi
FIORENZUOLA: Vagge, Bouhali, Contini (18 st Koliatko)  Pessagno, Petrelli, Pizza, Lombardi, Arati, Delporto (22 st Messina)  Fany ( 32 st Botchway) Napoli. A disp: Ballerini, Reggiani, Buffagni, Lari. All. Ciceri
ARBITRO: Davide Di Marco di Ciampino, coad. da Marco Ceolin di Treviso e Steven Zanette di Conegliano
MARCATORI: 19 pt Lischi (S), 24 pt Delporto (F), 9 st Napoli (F)





mercoledì 15 marzo 2017

auguri PRESIDENTE

Molto pagine del blog raccontano di miracoli e pagine epiche di calcio vissuti a Fiorenzuola grazie soprattutto alle ambizioni di un Presidente.


L' Us Fiorenzuola 1922 era più di un hobby per la massima carica Rossonera e passo dopo passo cresceva, cresceva sempre di più e viveva i momenti più belli della sua storia.


Professionalità, passione, competenza, voglia di vincere senza fare pazzie. Tutti fattori vincenti che portarono in breve tempo la squadra del paese nel giro dei grandi club di serie A.

E la penna di Stefano Carini e la voce di Francesco Romano non avevano sosta nel raccontate le gesta di quel miracolo di provincia.

Storia che sembra ora ripetersi in un altra piccola realtà che da 8 anni non perde un colpo, il Pro Piacenza di Francani e Gardella due ex dirigenti valdardesi che assieme a Villa avevano fatto grande l'US FIORENZUOLA CALCIO  1922 ...orgoglio di un intero paese.

Di cose belle vissute e di favole incredibili indimenticabili ne avremo sempre da raccontare a figli e nipotini. 

In settimana si sono accese le candelini. Auguri PRESIDENTE!

domenica 5 marzo 2017

FIORENZUOLA-Ribelle 1-1 Daniele Messina


il migliore in campo PAOLO CONTINI
DANIELE MESSINA autore del gol del pareggio
Sempre meno è la voglia di soffrire e di raccontare di cose Rossonere che accadono la domenica. Dopo tre sconfitte di fila, la miseria di 4 punti in otto gare, serviva tornare alla vittoria a tutti i costi per cullare sogni di permanenza in serie D. Al cospetto di un avversario decisamente alla portata non andiamo oltre ad un misero pareggio (acciuffato addirittura nel finale). Un risultato che ha il sapore di retrocessione (addirittura la quarta in meno di dieci anni). Un Fiore ancora una volta piccolo che sembra perdersi nei metri del manto del Comunale con le porte che sembrano lontane chilometri e chilometri da noi. Un Fiore che chiamato all’ennesimo appuntamento decisivo per dare una svolta al campionato ci è parso disunito, sfiduciato e sempre sterile e inconcludente in avanti. Componenti gravi se si considera che siamo in piena fase di avvicinamento alla conclusione del campionato. Gli avversari che hanno in dote due attaccanti da doppia cifra si presentano senza l'attaccante Rizzitelli che si è infortunato in settimana. La partenza è guardinga da entrambi le parti poi Delporto sfiora il gol del vantaggio in due frangenti prima dell'intervallo ma la finalizzazione resta ancora tabù per l'attaccante più atteso dell'intera stagione. Ripresa con partenza davvero pericolosa dei nostri che lasciano troppo campo agli avversari che annoverano fra le loro file l'ex Emanuele Orlandi e l’attaccante Bernacci. E i nerazzurri romagnoli passano con un gol assurdo assaporando aria si salvezza diretta. Entra Napoli ma la vista della porta avversaria resta sempre lontana per noi. Un problema irrisolto quello del gol che ci attanaglia da troppo tempo (2 anni) ed è forse la causa principali di tutti i nostri mali. Piovono alcuni palloni nell’area avversaria (il fiorenzuolano Paolo Contini si è fatto in 4) ma di maglie nere pronte a raccogliere nemmeno l’ombra. Guadagniamo però un calcio d'angolo sul quale Daniele Messina che di mestiere non fa l’attaccante ma il difensore centrale, risolve una mischia insaccando un gol che è quasi una liberazione per un Fiorenzuola a secco di reti da tre turni. L'episodio più rilevante del finale di gara non c'entra niente con il gioco del pallone ed è commesso dal nostro calciatore più rappresentativo, ex professionista. Un episodio che demoralizza, che contribuisce ad azzerare ancora di più le speranze rossonere e un futuro che si fa sempre più nero.

Fiorenzuola-Ribelle 1-1
Fiorenzuola (4-3-3): Vagge 6; Bouhali 6,5 (22’ st Napoli sv), Pizza 6, Messina 6,5, Contini 6; Petrelli 6, Arati 5,5 (37 st Pessagno sv), Guglieri 6; Storchi 5,5 (12’ st Koliatko 5,5), Delporto 5,5, Lari 5,5. Panchina: Ballerini, Reggiani, Buffagni, Fany, Lombardi, Botchway. All. Ciceri 5,5
Ribelle (4-5-1): Carroli 6; Alberighi 6,5, Perini 6, Piscopo 5, Ciurlanti 6 (40’ st Rigoni sv); Federico 7 (38’ st Rufini sv), Bisoli 6,5, Dall’Ara 6,5, Orlandi 5, Mancini 5,5 (25’ st Lo Russo sv); Bernacci 6. Panchina: Spada, Maraldi, Camorani, Petricelli, Esposito, Colonnello. All. Groppi 6
Arbitro: Berti di Varese (Monella-Garatti)
Note: giornata primaverile, terreno in ottime condizioni. Spettatori 300 circa. Ammoniti Alberighi (R). Espulsi Guglieri (F) e Piscopo (R) per reciproche scorrettezze Angoli 4-3. Recupero 1’e 4’.

tabellino e pagelle di WWW.SPORTPIACENZA.IT


RISULTATI DELLA 26esima giornata, SERIE D girone D
Correggese-Colligiana 1-1
Fiorenzuola-Ribelle 1-1

Mezzolara-Delta Rovigo 2-2
Pianese-Poggibonsi 2-0
Ravenna-Adriese 2-0
Rignanese-Sangiovannese 1-1
San Donato Tavarnelle-Castelvetro 4-1
Scandicci-Imolese 1-4
Virtus Castelfranco-Lentigione 1-2