venerdì 29 agosto 2014

torna PIACENZA-FIORENZUOLA

Ettore Guglieri ex Primavera del Piacenza e il fiorenzuolano Mazzoni
Dunque, dove eravamo rimasti? Ah si, alla partita che sognavi di giocare quando eri bambino. Piacenza-Fiorenzuola per tanti calciatori in erba e appassionati sportivi delle nostre parti e ha rappresentato un sogno in tempi passati.
Gara di grande prestigio per noi quella in programma domenica, nella cornice dello stadio Garilli. Non una amichevole, non il classico di ferragosto ma partita vera, valida per il passaggio del turno di Coppa Italia. E i ricordi tornano a due estati fa a quel Fiorenzuola vs Lupa Piacenza 4 a 0 per noi. Era il primo Fiorenzuola di Alberto Mantelli contro i biancorossi padroni del mercato estivo ma ancora in fase di rodaggio. Le nostre marcature furono firmata da Luca Franchi (doppietta), Simone Cerati e Daniele Pizzelli. Tutti e tre veri piacentini doc, calciatori dilettanti da sempre. La sconfitta causò un terremoto in casa Piacenza con l'esonero immediato del tecnico Carlo Sozzi rimpiazzato dal nostro ex William Viali.
La gara in programma domenica 31 agosto alle ore 16, sarà la sfida numero 10 della storia fra Piacenza e Fiorenzuola in gara ufficiale e provo a fare ora il Bottazzini della situazione: avanti i biancorossi con 5 successi nei confronti contro i 3 nostri. Un solo pareggio per 2 a 2 nell'aprile del 1932 sul neutro di Lodi. I derby di Coppa giocati sono con una vittoria a testa. L'ultima nostra volta al Garilli risale all'ottobre 2012. Vittoria di misura del Piace grazie ad una prodezza di Francesco Volpe e tanto rammarico per noi con le occasioni da gol sprecate dai piacentini Lucci (figlio di Settimio colonna del Piacenza in serie A, forse troppo emozionato nella circostanza) e Biazzi.
Tornando ai giorni nostri, il Fiorenzuola di Pinalli-Pighi-Baldrighi si gioca le sue carte in Coppa dopo il passaggio del primo turno ai danni del Fidenza. 3 a 1 il risultato conseguito dai Rosso-neri al campo sportivo Ballotta di Fidenza. Grande protagonista Luca Franchi autore di una doppietta. L'attaccante piacentino a metà del secondo tempo ha chiesto il cambio quindi non è detto che sarà nell'undici titolare. Stesso discordo per Michele Piccolo, partito dalla panchina perchè non al meglio ed entrato nella ripresa causa il forfait di Franchi. Assenza certa e molto pesante, quella di Andrea Petrelli causa il "rosso" rimediato per fallo da ultimo uomo. In settimana, mercoledi sera al campo della piscina, c'è stato l'ultimo test amichevole con il FontanaAudax compagine di Promozione che ci ha visto superare i castellani dell'ex Simone Lucci per due reti a zero grazie ai lampi di Andrea Lucci (su calcio di punizione) e Michele Piccolo.
Il Piacenza al contrario, era già qualificato senza disputare match al secondo turno di Coppa forse per la partecipazione ai play-off di coda della passata edizione del campionato di serie D. Mercoledì sera è saltato l'ultimo test di Carpaneto causa i problemi di illuminazione dell'impianto della Vigor. Anche nelle file biancorosse ci sono problemi di infermeria che riguardano i giovani e la potente batteria d'attacco. Si è letto dagli organi di informazione che Marrazzo, Zanardo e Girometta sono tornati ad allenarsi con il gruppo da poco. Problemi anche per il centrocampista Matteo Nichele tornato momentaneamente dalle sue parti per problemi extra-calciastici. Ma l'organico messo a disposizione del neo-allenatore Francesco Monaco è folto di elementi di categoria superiore. Una campagna acquisti notevole realizzata dall'ex Andrea Bottazzi (ricordi amari dello spareggio di Bologna) nuovo diesse biancorosso per colmare le lacune della passata stagione. Un Piacenza che sicuramente ricoprirà il ruolo di protagonista assieme alla Correggese (se non sarà ripescata il serie C), il Delta Porto Tolle e il Rimini di Adrian Ricchiuti e di quel bomber Gambino cresciuto nel vivaio di Covatorta del Fiorenzuola di parecchi anni fa.
Noi neo-promossi saremo chiamati a ricoprire altri ruoli. Prima di tutto la salvezza ma non sottovalutiamoci troppo. La forza, l'unità e le doti tecniche del nostro gruppo di giocatori, che gioca e vince assieme da tre anni agli ordini di mister Mantelli potrebbero riservarci liete sorprese.
Dopo varie amichevoli, l'assaggio di derby del 7 agosto finito in parità, sarà interessante vedere l'atteggiamento della nostra squadra contro un avversario quotato, di alta classifica in gara ufficiale.
Per rivedere di fronte a noi il Piacenza in campionato dovremo attendere fino Dicembre, quando al Garilli ci saranno in palio punti succulenti, quindi è ancora di più un appuntamento sportivo da non perdere quello di domenica.
In caso di risultato di parità al termine dei tempi regolamentari si procederà con la roulette dei calci di rigore. Un impegno dunque di grande prestigio in avvicinamento al debutto nel campionato di SERIE D 2014-15.
Forza US FIORENZUOLA CALCIO 1922 !
immagini di FIORENZUOLA-Lupa Piacenza di Coppa Italia di Eccellenza 2012-13
Piacenza-Fiorenzuola TUTTI I PRECEDENTI nella STORIA:

Fiorenzuola d’Arda, 5-10-1930
FIORENZUOLA-Piacenza 0-1
FIORENZUOLA: Giovannini, Gavazzi II, Rabaiotti, Mangia, Torricella, Corini, Costa, Gavazzi I, Parmigiani, Gavazzi III, Rastelli.
PIACENZA: Penzi, Bolledi, Rapetti, Loranzi, Massari, Salomoni, Cella, Tammi, Zanasi, Resmini, Rossetti.
Arbitro: Rossetti di Milano.
Marcatori: 77’ Resmini (P).

Piacenza, 11-1-1931
Piacenza-FIORENZUOLA 2-1
PIACENZA: Penzi, Rapetti, Salomoni, De Caroli, Massari, Resmini, Poggi, Cella, Zanasi, Tammi, Rossetti.
FIORENZUOLA: Giovannini, Pighi, Rabaiotti, Mangia, Torricella, Ampollini, Illari, Parmigiani, Gavazzi I, Gavazzi III, Rastelli.
Arbitro: Sasoni di Venezia.
Marcatori: 22’ Rossetti (P), 59’ Gavazzi III (F), 80’ Massari (P).
Note: al 45’ Rossetti (P) ha fallito un calcio di rigore calciando alto.

Fiorenzuola d’Arda, 6-12-1931
FIORENZUOLA-Piacenza 1-0
FIORENZUOLA: Giovannini, Ponti, Rabaiotti I, Mangia, Torricella, Ampollini, Silva, Illari, Bertoli, Gavazzi I, Rabaiotti II.
PIACENZA: Penzi, Bolledi, Rapetti, Zanasi, Massari, Resmini, Rossetti, Cella, Cresta, Tammi, Ferretti.
Arbitro: Papa di Genova.
Marcatori: 32’ Illari (F).

Lodi (campo neutro), 17-4-1932
Piacenza-FIORENZUOLA 2-2
PIACENZA: Perfetti, Bolledi, Loranzi, Resmini, Massari, Zanasi, Rossetti, Cella, Cresta, Tammi, Ferretti.
FIORENZUOLA: Lombardi, Ponti, Rabaiotti, Mangia, Torricella, Ampollini, Silva, Illari, Bertoli, Falconi, Orsi.
Arbitro: Carminati del G.A. Meazza di Milano.
Marcatori: 9’ Silva, 18’ aut. Loranzi (F), 59’ Massari, 64’ Rossetti (P).


Fiorenzuola d’Arda, 16-10-1932
FIORENZUOLA-Piacenza 3-2
FIORENZUOLA: Giovannini, Ponti, Rabaiotti, Ampollini, Torricella, Mangia, Silva, Parmigiani, Gavazzi I, Gavazzi III, Maccagni.
PIACENZA: Perfetti, Bolledi, Salomoni, Golzi, Benassi, Resmini, Loranzi, Cella I, Zanasi, Tammi, Rossetti.
Arbitro: Lupini di Bergamo.
Marcatori: 30’ Gavazzi III, 35’ Gavazzi III rig. (F), 65’ Resmini rig. (P), 87’ Maccagni (F), 89’ aut. Ponti (per Piacenza 90 aut. Torricella) (P).

Piacenza, 27-08-1990, Coppa Italia di serie C
Piacenza-FIORENZUOLA 4-0
PIACENZA: Gandini, Manighetti, Di Bin, Papais, Chiti, Occhipinti, Polmonari, Di Fabio (60’ Bozzia), Cappellini, Moretti, Cornacchini (64’ Piovani). All. Cagni. A disp.: Ramon, Braghin, Bucciarelli.
FIORENZUOLA: Serena, Pozzi C., Barbui, Crippa, Lombardini, Baldacci, Pompini, Mazzi, Pedrazzini (46’ Spezia), Loda, Sodero. All. Seghedoni. A disp.: Demaldè, Albertazzi, Quaresmini, Santini.
Arbitro: Baudo di Torino.
Marcatori: 23’ Cornacchini (r), 63’ Chiti, 77’ Cappellini, 84’ Piovani.
Ammoniti: Loda (F), Papais (P)
Angoli: 5-1 (3-1) per il Piacenza.
Note: spettatori oltre tremila.

Fiorenzuola d'Arda, 02-09-2012
FIORENZUOLA-Lupa Piacenza 4-0
FIORENZUOLA: Anelli, Galli, Compiani, Cerati, Piva, Delledonne, Biazzi (74’ Mondoni sv), Sessi, Franchi (64’ Russolillo sv), Lucci (54’ Pizzelli), Cozzi. Panchina: Mozzoni, Biolchi, Belfiglio, Gianluppi. All. Mantelli
LUPA PIACENZA: Bissolotti, Fogliazza, Bellotti, Serio, Commisso, Malvicini (61’ Martinez sv), Cantoni (54’ Valla), Orlandini, Chiaia, Franzese, Fumasoli (54’ Bassi sv). Panchina: Bosi, Prazzoli, Sicuro, Pellacini,. All. Sozzi
Arbitro: Belfiore di Parma (Bossi-Scognamiglio di Reggio Emilia)
Marcatori: 34’ rig. e 63’ Franchi (F), 50’ Cerati (F), 80’ Pizzelli (F)
Note: terreno in ottime condizioni, spettatori 500 circa. 
Ammoniti: Malvicini (LP), Compiani (F). Angoli: 3-5


Piacenza, 14-10-2012
Lupa Piacenza-FIORENZUOLA 1-0
LUPA PIACENZA: Bissolotti, Fumasoli, Martinez, Orlandini, Tognassi, Commisso, Volpe (77’ Tignonsini), Pignanelli, Arena, Franzese (59’ Lucev), Pellacini. Panchina: Riboldi, Sicuro, Serio, Raguseo, Bassi. All. Viali. 
FIORENZUOLA (4-3-1-2) Anelli, Fogliazza, Piva, Delledonne, Galli, Compiani (77’ Rosi), Sessi (89’ Cerati), Pizzelli, Lucci, Cozzi, Gianluppi (66’ Biazzi). Panchina: Mozzoni, Biolchi, Russolillo, Mondoni. All. Mantelli.
Marcatori: 69’ Volpe
Arbitro: Bolsi di Parma (Comastri e Alzapiedi)
Note: giornata soleggiata e leggermente ventilata, terreno in buone condizioni. 2200 spettatori circa.
Ammoniti: Pignanelli e Fumasoli

Fiorenzuola d'Arda, sabato 30-3-2013
FIORENZUOLA-Lupa Piacenza 0-1
Fiorenzuola: Anelli, Galli, Fogliazza, Compiani (17' st Barba), Piva, Biolchi, Pizzelli (28' st Franchi), Sessi (25' st Cerati), Gianluppi, Lucci, Cozzi. A disposizione: Mozzoni, Russolillo, Mazzoni, Mondoni. All.: Mantelli.
Lupa Piacenza: Ferrari, Cavicchia, Comisso, Tognassi, Martinez, Orlandini, Cortesi, Fumasoli, Volpe (13' st Valla), Arena (39' st Tignonsini), Marrazzo (28' st Lucev). A disposizione: Bissolotti, Pignanelli, Passera, Minasola. All.: Viali.
Arbitro: Pashuku di Roma (assistenti: Parriniello e Scarpellini)
Marcatori: 12' st Orlandini
Note: Campo in pessime condizioni di gioco, con larghe pozzanghere che hanno compromesso il normale svolgimento della partita. Ammoniti: 35' pt Marrazzo, 22' st Orlandini, 33' st Galli. Spettatori: 1500. Corner: 0-6. Recuperi: 0' pt, 3' st.
I due capitani Tognassi e Dennis Piva a centrocampo. Si decide sull'inizio del march del 30 marzo 2013

mercoledì 27 agosto 2014

il Vice-presidente ROBERTO BRICCHI

Il saluto di LIBERTA' allo storico vice-presidente dell'US FIORENZUOLA 1922. L'imprenditore fiorenzuolano ROBERTO BRICCHI seconda carica della nostra squadra del cuore ai tempi d'oro della serie C è scomparso pochi giorni fa. Imprenditore di successo, Dirigente-tifoso fin dai tempi del Fiorenzuola in Prima Categoria. Una figura importante nella storia dell'Unione Sportiva che è sempre stata vicina alla società Rossonera anche dopo lo scongiurato fallimento del 2002.

Sentite condoglianze anche alla famiglia Agostinelli per la scomparsa del figlio GIANMARCO AGOSTINELLI che militò nel Fiorenzuola nella stagione 2001-02, in serie C2. Agostinelli arrivò in Valdarda dalla formazione Primavera della Pistoiese. Il padre, allenava il Piacenza in serie B. Marco, attaccante, classe 1981 collezionò un paio di apparizioni in prima squadra agli ordini di Massimo Ficcadenti, in un annata davvero difficile per i colori Rossoneri. Gianmarco è stato trovato senza vita nella notte tra sabato e domenica. Il ragazzo di 33 anni è morto in una camera del Grand Hotel Du Park et Regina di Montecatini Terme, cittadina dove la famiglia Agostinelli trascorre dei periodi di relax.

lunedì 25 agosto 2014

Fidenza-FIORENZUOLA 1-3 Luca Franchi, Andrea Lucci, Luca Franchi (derby di Coppa Italia)

Vincere il primo impegno ufficiale contro il Fidenza resta una delle cose più belle che c’è. In venti giri di orologio la fantastica squadra di Alberto Mantelli mette le mani sul derby numero 24 della storia. Ora a salgono a 11 le nostre vittorie contro le 7 dei rivali. Se si analizza nello specifico, i derby di Coppa fra Fidenza e Fiorenzuola sono 6 con 4 successi Fiorenzuolani contro uno solo del Fidenza nell'annata 1983-84 al Ballotta con reti di Frazzi, Barlottini e l'ex Del Rio e per il Fiorenzuola l'indimenticabile bomber parmigiano Talignani. Tre goal a Fidenza il Fiorenzuola non li segnava in gara ufficiale dal 1945. L'ultima volta a Fidenza furono dolori, due reti a uno per i bianco-neri allora allenati da Mantelli. Gol di Checchi e del nostro Pizzelli per il Fidenza; Ingribelli per noi.
Ma torniamo all'attualità, ai giorni nostri che ci stanno riservando grandi soddisfazioni. Per il primo appuntamento il nuovo Fiorenzuola si presenta con la classica maglia a strisce rosso-nere leggermente modificata per presentarsi ancora più bella. Cognomi nostrani come sempre nella prima distinta della stagione 2014/15. Un Fiorenzuola quasi per intero piacentino. Una squadra che resta l’espressione territoriale del nostro calcio di zona nella elite dei dilettanti, la serie D vetrina nazionale dei giovani. Il Fidenza si contrappone in storica casacca stile anni 70’-80’ a strisce bianco-nere e calzoncini bianchi. Maglia numero dieci indossata da un nome grosso quale: Cris Giglioli ex serie B a Modena. Non c’è al centro della difesa l’ultimo arrivato. Quel Reggiani che avrebbe fatto comodo pure a noi. Il settore ospiti, la piccola gradinata in tubolari non c’è più. Nonostante il caldo e il sole che ti picchia in fronte si sono dati appuntamento circa 400 spettatori in maggioranza venuti dalla Valdarda sulla tribuna dello stadio Ballotta. Il Fiore scende in campo così: la sicurezza di Marco Valizia fra i pali, Andrea Petrelli e l'eterno Capitan Dennis Piva (ex di turno) al centro della difesa, (l'ex di turno e ultimo arrivato Fabio Legrenzi siede in panchina), sulle fasce i giovani Lorenzo Ratti (fra i migliori) e Filippo Maria Donati, centrocampo disegnato a rombo con il motore Alessandro Sessi in mezzo, ali affidate al giovanissimo Pietro Pighi e al più navigato Ettore Guglieri, vertice alto del rombo a Giuseppe Casisa dietro al duo delle meraviglie composto da Luca Franchi e Andrea Lucci. Ed e' proprio il reparto avanzato rossonero a fare faville concretizzando al meglio il lavoro di squadra dei compagni. Prima Franchi e poi Lucci firmano i gol del primo tempo. Due autentiche perle. E Franchi raggiunge quota 88 reti in impegni ufficiali (79 in campionato e 9 in gare di Coppa) con la maglia Rosso-nera. Nella ripresa l’imprendibile Guglieri con un affondo, si va a guadagnare il penalty che Franchi insacca alle spalle dell’ex Parma De Angeli. Partita chiusa? Niente affatto. Dai piedi del navigato centrocampista Grillo nascono tutte le trame del gioco borghigiano. L'attaccante delle zebre bianco-nere, venuto dal sud: Formuoso costringe Petrelli al fallo da ultimo uomo. Cartellino rosso per il salsese (oltre duecento presenze con la casacca degli avversari) e Fidenza che accorcia le distanza dagli 11 metri. Con il Fiorenzuola in inferiorità numerica tutto puo' accadere ma abbiamo uno strepitoso Valizia, insuperabile e decisivo quando va a togliere la palla dal sette su magistrale punizione calciata da Martinez e successivamente nell’uscita disperata su Formuoso mettendo la sfera in corner. Dopo questi due fuochi spenti dai nostri riusciamo a controllare la partita fino al triplice fischio finale.
Bene la prima, con tanta soddisfazione perché vincere un derby è sempre fantastico. Bene l’attacco rossonero rimasto spietato come se la luce non si fosse mai spenta da quel magico finale della trionfale passata stagione. Bene i giovani al debutto in Rosso-nero: Ratti e Valizia su tutti. A mio avviso ogni domenica dovremmo abituarci a bagarre di osservatori presenti in tribuna per analizzare le potenzialità da serie C di questo portierone. Bene Ettore Guglieri il colpo di mercato che alla prima non ha tradito le attese e può dare davvero tanto al Fiorenzuola. Sempre bene Alessandro Sessi, un mostro di giocatore in mezzo al campo. Ma soprattutto bene l'impegno, l’unità e l’affiatamento di un gruppo agli ordini di Mantelli che da quanto visto, può stupire e regalare anche in serie D tante domeniche di spettacolo e divertimento agli appassionati sportivi Fiorenzuolani. E domenica sotto con il Piacenza in gara ufficiale, per il meritato secondo turno di Coppa Italia di serie D.
il nuovo terzino Rossonero Lorenzo Ratti in azione

FIDENZA-FIORENZUOLA 1-3
FIDENZA: De Angelis, Mainardi (81' Ferrari), Davini, Molinari (50' Bastoni), Bersanelli, Martinez, Bandaogo, Grillo, Delporto (50' Messineo), Gilioli, Formuso L. A disposizione: Di Martino, Reggiani, Tatani, Formuso R., Stigliano, Biondi. - All. F. Montanini
FIORENZUOLA: Valizia, Ratti, Donati (65' Mazzoni), Petrelli, Piva, Pighi, Casisa (60' Fogliazza), Sessi, Franchi (73' Piccolo), Lucci, Guglieri. A disposizione: Comune, Campana, Masseroni, Vaccari, Capporali, Legrenzi. - All. A. Mantelli
Arbitro: Alessandro Colinucci (Cesena)
Marcatori: 1' Franchi, 26' Lucci, 47' Franchi (rig), 59' Formuso L. (rig)
Ammoniti: Ferrari (Fid), Pighi e Fogliazza (Fio)
Espulso: Petrelli (Fio) 46'


venerdì 22 agosto 2014

FORZA ROSSONERI !

Manca davvero poco all'inizio del campionato. Un campionato tutto da vivere con ben 38 gare da disputare e i derby con Piacenza e Fidenza. Il girone e' il D con le cugine emiliane, le romagnole e le padovane, piu' tre toscane a completare il raggruppamento delle contendenti. Un quadro geografico che assomiglia tantissimo a quello del 1983-84. Era la nostra prima esperienza in Interregionale, una realtà tutta la scoprire. E così si torna allo stadio di Rovigo per affrontare la Delta Porto Tolle 1999 fresca di retrocessione dai professionisti annunciata come una delle pretendenti alla lotta per il ritorno in serie C. Poi le compagini padovane, ben quattro delle cinque partecipanti alla serie D (manca solo il glorioso Padova inserito nel girone Veneto).
Stupisce il caso Abano, cittadina di ventimila abitanti con due squadre iscritte al campionato. Ritroviamo le emiliane, societa' che ho un po' invidiato in questi anni in quanto capaci di trovare una salda dimensione in serie D. Virtus Castelfranco e Mezzolara, su tutte, piccole societa' che la D, la vetrina nazionale dei giovani e del calcio minore italiano, l’hanno difesa con i denti e non l'hanno piu' lasciata. Torneranno al Comunale vecchie conoscenze dei nostri ultimi anni in serie C come l'Imolese e il blasonato Rimini che annovera nelle sue file un calciatore del calibro di Ricchiuti. In tutto sono dieci le new-entry nel nostro calendario: tutte le venete (eccetto l'Este), le Toscane e le Romagnole.
Denominazioni lunghe per alcune di queste a testimonianza di come il calcio minore e' cambiato in peggio in questi ultimi decenni fra fallimenti e fusioni. Fra le fiorentine non ci suona nuovo lo Scandicci, avversaria manca nei play off di Eccellenza 2006-07 persi contro la Savignanese. Dal rettangolino verde di Arceto passeremo a calcare i terreni di gioco di stadi di serie A e B, a dare ancora piu' fascino a questa magica avventura. 7 Settembre esordio al Velodromo Pavesi contro il Thermal Abano Teolo. Le date dei derby: Piacenza-Fiorenzuola il 14 dicembre alle 14:30 e Fidenza-Fiorenzuola il 26 ottobre. Chiusura il 10 maggio fra le mura amiche contro il Romagna Centro.
Certo la musica cambierà. Da squadra invincibile nel campionato di Eccellenza approdiamo in una serie D che assomiglia davvero tanto alla vecchia serie C2. Con un gruppo rodato, affiatato e unito, con un mister come Alberto Mantelli, fra i migliori che si sono visti in questi ultimi anni a Fiorenzuola, con importanti innesti e una società con un progetto serio possiamo dire la nostra. FORZA RAGAZZI !
DERBY DI COPPA - E domenica si parte con il primo assaggio. La Coppa Italia che ci vede contrapposti al Fidenza. Un derby di campanile e di tanti ex. Il match valevole per il primo turno della competizione è in programma al campo Sportivo Ballotta di Fidenza, inizio delle ostilità alle ore 16. In caso di parità al termine dei 90' regolamentari, si procederà direttamente ai tiri di rigore per l'accesso al turno successivo.

Campionato di Serie D 2014/15 - Girone D:
Piacenza, Fiorenzuola (Piacenza), Abano Calcio (Padova), Romagna Centro (Cesena), Bellaria Igea Marina (Rimini), Correggese (Reggio Emilia), Delta Porto Tolle (Rovigo), Este (Padova), Jolly Montemurlo (Prato), Fidenza (Parma), Ribelle (Ravenna), Thermal Abano Teolo (Padova), Imolese (Imola), Formigine (Modena), Mezzolara (Bologna), Fortis Juventus (Firenze), Scandicci (Firenze), Rimini (Rimini), Virtus Castelfranco (Modena), Atletico San Paolo Padova (Padova).
Alberto Mantelli al terzo anno sulla panchina dell' US FIORENZUOLA

giovedì 21 agosto 2014

il ritorno dell'airone


il portale web SPORTPIACENZA ha celebrato il grande ritorno di MICHELE PICCOLO al FIORENZUOLA con un intervista :
Michele Piccolo rappresenta senza ombra di dubbio il colpo a sensazione del mercato del Fiorenzuola. Dopo i due anni con il Pro Piacenza culminati con la recente promozione in Lega Pro, l’attaccante di Rovigo è tornato in Valdarda, dove nella stagione 2011-2012 il bomber cresciuto nel settore giovanile del Milan realizzò 18 reti, che però non bastarono al Fiorenzuola per evitare la retrocessione in Eccellenza. Ovvio che la sfida per Piccolo e per il Fiorenzuola sia quella di mantenere quella serie D che Mantelli e i suoi ragazzi hanno ottenuto nell’ultimo campionato sbriciolando la concorrenza. “Da quando gioco a calcio – spiega Michele Piccolo – ho sempre messo il gruppo, la squadra davanti a ogni cosa. Le soddisfazioni personali vengono sempre dopo. A me interessa la salvezza del Fiorenzuola, indipendentemente dai gol che riuscirò a realizzare”.

Come è maturato il divorzio dal Pro Piacenza?
“Dopo due stagioni davvero incredibili, insieme ai dirigenti del Pro Piacenza ci siamo parlati e abbiamo capito di avere esigenze diverse. Dopo la laurea triennale in Scienza motorie devo conseguire la laurea magistrale e l’impegno richiesto dalla Lega Pro mi avrebbe creato qualche problema. Ma i rapporti con i dirigenti sono rimasti ottimi”.

La trattativa con il Fiorenzuola è stata piuttosto lunga. 
“Da parte mia c’era un opportunità professionale che si stava profilando e volevo dunque capire se ci sarebbe stata la possibilità di conciliarla con gli orari di allenamento del Fiorenzuola. Quando tutto si è sistemato, ho potuto accettare la proposta dei diesse Guarnieri”.

Rispetto alla tua prima esperienza con la maglia del Fiorenzuola ritroverai solo Andrea Lucci: il resto della squadra è totalmente cambiato.
“Oltre a Lucci conosco bene anche Guglieri, con il quale ho giocato nel Pizzighettone e che ho incontrato spesso l’anno scorso quando lui allenava una squadra del settore giovanile del Pro Piacenza. Un ottimo acquisto, senza dubbio”.

Pensi ci siano problemi di convivenza con Luca Franchi, un attaccante d’area come lo sei tu?
“Non ho mai visto giocare Franchi, ma me ne hanno parlato molto bene. Sono convinto che non ci saranno problemi, in carriera sono sempre stato abituato a sacrificarmi in base alle esigenze della squadra”.

Filippo Ballerini

fonte: http://www.sportpiacenza.it/calcio/notizie.asp?notizia_id=85039&n=85039

martedì 19 agosto 2014

Avversarie: i loro Gagliardetti (III)

Gagliardetti: bellissimi triangoli capovolti e colorati con bordature oro. Ricordo quando tanti anni fa li osservavo appesi alle pareti del Bocciodromo. Li osservavo con gli occhi da bambino, leggevo i nomi, osservavo i colori. 
Alcuni di questi oggi testimoniamo società che non esistono più, cancellate mestamente dalla storia del giuoco più bello del mondo, per cedere in alcuni casi il passo, a orripilanti fusioni che hanno fatto più del danno che del bene.

 L'OLTREPO accostava il blu e il verde in un mix davvero originale. La storica società di Stradella non esiste più da anni. La SOLBIATESE miracolo del calcio minore italiano degli anni 70' e 80'. Vestì la maglia a strisce azzurro-nera Natalino Gottardo dopo il settore giovanile granata. La CARCARESE 1929 compagine ligure nostra avversaria nell'Interregionale 1989-90. L'AC MAGENTA giallo-blu e il ricordo di quella super-sfida sotto la neve che i ragazzi di Masi (Paolo Guarnieri da Salsomaggiore capitano) volevano a tutto i costi disputate. Una sfida, il ricordo indelebile di vittoria storica.
Il PONTEDECIMO 1907 altri ricordi memorabile di un campo in terra battuta al limite della praticabilità. Quel gol di "Rambo" Ravasi che vale la serie C2 per il Fiorenzuola. Il FANFULLA, lo storico club di Lodi che prende il nome dall'eroe cittadino ai tempi delle Crociate altro che Brancaleon. L'US PERGOCREMA 1932 nome della Pergolettese ribattezzata tale. Pego sta per Pergoletto quartiere del capoluogo Cremasco. Quanti sopprusi anche qui: il Pegocrema che diventa Cremapergo invertendo il nome, il Cremapergo che torna Pergocrema poi la decisione di tornare di nuovo alla denominazione PERGOLETTESE.
Il triangolo bianco-azzurro della CENTESE di Cento in provincia di Ferrara.
La CONTARINA CALCIO mi ha sempre incuriosito, ma non ho avuto il tempo di affezionarmici. E' fallita qualche anno dopo averla affrontata in Interregionale. Il SASSUOLO 1923 attualmente in serie A per il secondo anno cosecutivo. L'ORCEANA di Orzinuovi e quell'esodo fiorenzuolano verso il paesello bresciano che è ancora nella memoria di tanti. BRONI antagonista del Casteggio. L'AS SANCOLOMBANO CALCIO rosso-blu che forse ritroveremo quest'anno. L'AC CASTELLANA di Castel San Giovanni dei nostri sentiti derby nel campionato di Promozione, con quel vecchio gagliardetto che non si capiscono bene i colori sociali del club. La nostra coccarda anni 80': US MURACCHINI FIORENZUOLA 1922 con la dicitura di campione regionale 1982-83! Il CECINA capolista del nostro girone, campionato Interregionale 1987-88. I nerostellati del CASALE di Casale Monferrato. Ricordo di sfide in serie C e in serie D. Quel Magico: FIORENZUOLA-CASALE 2-1 nella stagione 2003-04, vittoria in inferiorità numerica contro la big del girone. Il LEFFE paesino bergamasco di montagna alla ribalta nei primi anni 90'. L'AC CARPI 1909 nostro avversario negli anni 80' e 90',attualmente in serie B.

domenica 17 agosto 2014

Le avversarie, i Gagliardetti (II/II)

Gagliardetti e coccarde. Cimeli da collezione che testimoniano anni di storia calcistica.
Fatte a volte di un campo di parrocchia agli inizi o polverosi terreni di gioco di provincia.
Ricordi che riemergono, che rimbalzano nella mente dal racconto del barbiere del paese e dell'edicolaio sulle gesta nel fornaio allora eclettico calciatore (Torricella). Ricordi di chi allora da bambino faceva il raccattapalle al bordo di un malmesso campo da calcio dopo la messa e il pranzo anolini e arrosto a casa in famiglia. Domeniche vissute al campo sportivo del paese, con i propri amici del bar e una radiolina accesa e sintonizzata su Radio Rai Sport all'orecchio.

Il PIEVIGINA di Pieve di Soligo che affascinava alcuni per la stranezza del nome di questo club trevigiano che annoverava fra le sui file Luigi Capuzzo e nostro avversario nel nostro primo campionato di serie C2 1990-91 com Gianni Seghedoni allenatore.
Il CASTEGGIO FBC 1989 dai colori Giallo-blu. Il CORBETTA avversario ai tempi dei campionati di Promozione anni 70' e 80'. L'AOSTA affrontata sotto il diluvio universale ai piedi delle Alpi, il bel disegno della scritta dello sponsor birra Drehr sulle casacche rosso-nere come le nostre.
La gloriosa VOGHERESE e qui mi chiedo perchè dopo il fallimento non fu ripresa questa storica denominazione invece di VOGHERA ??
L'A.C. MEDESE scorbutica compagine, rosso-nera come noi della Lomellina, di Mede. Risaie, tante zanzare e puttane nei pressi della vicina raffineria. La Medese oggi non c'è più. Si è fusa con la Sartiranese per costituire l'ambiziosa LOMELLINA neo-promossa in Promozione e alleanata dall'ex Voghera Massimo Giacomotti. Il GIORGIONE CALCIO 1911 (Castelfranco Veneto) altra bella denominazione in onore dell'artista veneto. E quando c'era Lecco-Giorgione leggerlo era un brand di battute. Dal Giorgione avevamo pescato il bellunese Andrea Da Rold e l'ex Juventus e Venezia Mestre: Walter Antonello. Due fenomeni. La POLISPORTIVA PIANURA cosa c'entra? C'entra eccome. Compagine campana affrontata dal Fiorenzuola in Coppa Italia di Promozione con nutrito e colorito seguito partenopeo in Valdarda per la gara di andata.
Il gagliardetto dell'ACIREALE non l'ho ancora trovato..

giovedì 14 agosto 2014

We want you ..FIORE

..Voglia di FIORE! 
Voglia di Domeniche di Passione al Comunale! 
Voglia di Goal e Spettacolo! Voglia di Cuore!
A un mese dall'inizio del campionato di serie D 
..Tanta voglia di US FIORENZUOLA CALCIO!!!

lunedì 11 agosto 2014

I like it

Stadio COMUNALE velodromo ATTILIO PAVESI
Since 1923 ..The US FIORENZUOLA's Home ..the better 
! Our home !

venerdì 8 agosto 2014

Passione U.S. FIORENZUOLA CALCIO

voglia di calcio, voglia di passione, voglia di sentirsi orgogliosi di un passato e un presente altrettanto importante, voglia di Rosso e Nero! voglia di ricordi di US FIORENZUOLA CALCIO !!!
ecco il nostro scudetto in copia con quello del S.C. LEFFE nelle figurine Panini edizione 1995-96
nell'album 1997-98 a fianco a quello del CALCIO LECCO 1912
figurina foto di squadra scattata allo stadio Braglia di Modena. Si riconoscono: il secondo portiere Colombo, Piero Ferraresso, Roberto Sala (quello con i capelli lunghi) al fianco di Andrea Giordano con la mano appoggiata sul pallone.
Fiorenzuola-Alessandria, settembre 1995. In pedi da sinistra verso destra: Rubini Hugo Daniel, Rocco Crippa (il capitano), Michele De Min, Roberto Galletti (stopper in frac), Massimo Oddo (campione del mondo e cavallo da monta per una nota porno star), Andrea Bottazzi. Accasciati: Cristiano Scazzola, Cristian Trapella, Stefano Vecchi, Claudio Clementi e Andrea Da Rold.
annata 2001-02, U.S. Fiorenzuola e GUALDO TADINO quel club che disputò il sabato prima di Fiorenzuola-Pistoiese, l'altro spareggio per la serie B del raggruppamento del Sud contro l'Avellino all'Adriatico di Pescara. Il n.7 dei bianco-rossi era un certo Sandro Melotti. In quegli anni la cittadina umbra fu colpita da un grave terremoto.
annata 2000-01 coccarda lilla del LEGNANO a fianco della nostra.
campionato di serie C2 1999-00, assieme al FAENZA CALCIO 1912 
Logo e foto di squadra al Cabassi di Carpi per il Fiorenzuola di Alberto Cavasin annata 1997-98
a Crema: dopo PERGOLETTESE e PERRGOCREMA ecco il CREMAPERGO società-meteorite del calcio italiano. Stagione 1998-99. Nello stemma, il gonfalone della città lombarda.
La prima volta, non si scorda mai. La prima figurina condivisa con uno storico club: l'F.C. EMPOLI 1921 tornato in serie A proprio quest'anno.
figurina Flash, autunno 1993
La foto di squadra 1993-94 con dietro la vecchia tribuna coperta dello stadio Comunale.
due emiliane delle compagini emiliane del girone A di serie C1 girone A edizione 1994-95
Figurina Flash, foto di squadra in ritiro a ??? ..Clusone ?
Figurina Flash, per il campionato di serie C1 girone A 1993-94: gli scudetti d Empoli e Fiorenzuola.

SERIE C (Amarcord)



lunedì 4 agosto 2014

Le avversarie, i Gagliardetti (I/II)

Nostre avversarie storiche nella geografia di campanile del calcio minore italiano.
Ogni compagine, i colori sociali del paese di appartenenza. Gagliardetti appesi a pareti gialle intrisi di storia, episodi, calciatori, partite, campionati.. CHE BELLO IL CALCIO MINORE ITALIANO. STORIA DI PASSIONE E CAMPANILE.
 L'SC SUZZARA 1919 che disputò la serie B negli anni 40 defunta più volte aimè. L'AC PALAZZOLO di Palazzolo sull'Oglio nel Bresciano. Quella gradinata lunga e bassa tutta coperta. Titta Rota ne fu l'allenatore. I blu-arancione dell'AC OSPITALETTO 1923.
L'AC SANT'ANGELO LODIGIANO e quel 5 a 3 dell'autunno 1984 che sono ancora brividi lungo la schiena per tanti fiorenzuolani. La chicca rappresentata da un gagliardetto del CALCIO LECCO con un logo inusuale al posto della storica Aquila. Il gagliardetto presente in campo per il più classico degli scambi fra capitani dei quei Fiorenzuola-Lecco anni 80' in Interregionale. La prima squadra della città di Crema: l'AC CREMA 1908.

Leggere sotto plastiche di protezione ingiallite quegli anni di nascita così lontanti.. noi siamo del 1922 e grazie a Dio CI SIAMO ANCORA !

domenica 3 agosto 2014

ETTORE GUGLIERI e la voglia di vestire la maglia del FIORENZUOLA

INTERVISTA di SPORTPIACENZA al colpo da novanta di mercato del FIORENZUOLA: Ettore Guglieri
Ettore Guglieri non nasconde la sua soddisfazione per essere tornato “a casa”. Dopo la trafila nel settore giovanile del Piacenza e un lungo peregrinare per il centro-nord della Penisola (da Voghera a Pizzighettone, da Biella a Massa, da Verolanuova a Carpenedolo, da Montichiari a Noceto), il mancino di Farini, classe 1984, riparte dal Fiorenzuola, portando con sé un grande bagaglio di esperienza, frutto di sei anni di serie C e più o meno altrettanti di serie D. 

Guglieri arriva dopo un campionato a Noceto, con 28 presenze e 4 reti. Quando il rinnovo con la società parmense pareva cosa fatta, ecco l’offerta del Fiorenzuola, che l’ex Piacenza definisce irrinunciabile. “A Noceto probabilmente non se l’aspettavano – ammette il neorossonero – il mercato era ormai agli sgoccioli e anch’io, ormai, pensavo di restare a Noceto, dove peraltro mi sono trovato alla grande. Poi però è arrivata la chiamata del diesse del Fiorenzuola Guarnieri, a cui non potevo proprio rinunciare per tante ragioni: il ritorno in serie D dopo la parentesi in Eccellenza con i Crociati, la vicinanza da Farini, dove vivo, e la voglia di vestire la maglia del Fiorenzuola. Già qualche anno fa c’era stato un abboccamento, ma ero sempre vincolato e non se ne era mai fatto nulla”.

Tra l’altro ritroverai parecchi amici.
“Certo da Piccolo con cui ho giocato a Pizzighettone, a Piva con cui ho diviso il settore giovanile del Piacenza. Ma conosco anche i vari Petrelli, Franchi, Lucci e Fogliazza”.

Hai già parlato con mister Mantelli e il presidente Pinalli?
“Non ho ancora avuto il piacere, ma le parole del diesse Guarnieri mi hanno caricato non poco: so che c’è l’ambizione di fare bene e sono convinto che ci sarà parecchio da divertirsi”.

In carriera hai ricoperto più ruoli: dove ti trovi più a tuo agio?
“Il mio ruolo preferito è quello di interno di centrocampo, ma in carriera ho spesso giocato esterno, sia basso, che alto, senza troppi problemi”.

Che opinioni ti sei fatto dei gironi?
“Quello Lombardo è sicuramente competitivo, però è anche stimolante: quasi tutte le squadre giocano e lasciano giocare, al contrario di altri gironi nei quali l’agonismo la fa da padrone”.

Filippo Ballerini
fonte: http://www.sportpiacenza.it/calcio/notizie.asp?n=84951&l=0
Segui il FIORE sul sito SPORTPIACENZA.IT, con il sito ufficiale dell'US FIORENZUOLA ( www.usfiorenzuola.it ) il miglior strumento d'informazione con notizie e interviste, risultati in tempo reale. 
Scarica la APP per I-Phone e Smart-Phone per essere sempre aggiornato sui ROSSONERI!

venerdì 1 agosto 2014

US FIORENZUOLA ricominciamo

in marcia verso la SERIE D ..verso una nuova pagina di Storia Rosso-Nera tutta da scrivere
I calzoncini neri e quella maglia rossa con al petto il glorioso scudetto.. eccoli sono loro..
Una nuova stagione alle porte.. La voglia di fare bene del gruppo dei "vecchi" che ha stra-dominato nel campionato di Eccellenza unita all'entusiasmo dei più giovani sono i punti di partenza del nuovo FIORENZUOLA 2014-15 che si è presentato ieri all'Auritorium San Giovanni. Un'organizzazione dell'incontro e della conferenza stampa perfetta.

La carrellata su tutti i componenti del nuovo organico agli ordini di un Alberto Mantelli post seduta di allenamento pomeridiana già senza voce (..emblematica). Le parole emozionanti di Capitan Piva e quelle sagge di Michele Piccolo (grande ritorno), la voglia di fare bene di Ettore Guglieri. Impressiona il fisico del giovane Campana arrivato dalla Reggiana e i centimetri di Ratti. Gli occhi di Marco Valizia sempre emozionati ma sicuri. La tenuta atletica già ben definita di Andrea Petrelli. Rivedere nelle immagini proiettate sullo schermo Silvestri, Cerati, il Bio fa un certo effetto. Una forte emozione. Emozione tradita dagli occhi di giocatori, dirigenti e presenti. I sorrisi rassicuranti di Andrea Lucci, Marco Fogliazza Beppe Casisa. Alessandro Sessi con un inusuale folta barba, è pronto a reggere da dominatore la linea mediana Rosso-nera. Un Fiorenzuola che sembra davvero voler fare bene anche quest'anno dagli sguardi dei ragazzi e dalle parole dei Dirigenti. Un Fiorenzuola che cercare con l'impegno di tutti (squadra, sponsor e sostenitori) di costruire qualcosa di veramente importante nella vetrina Nazionale del Calcio dei giovani.

Chi è affezionato, chi ama i colori di questa gloriosa squadra nata nel 1922 ha la viva speranza che non sia solo una toccata e fuga. L'augurio è quello di rimanere in questa SERIE D che quasi una serie C per un po di anni portando in alto il nome di Fiorenzuola.

Bello in quadretto di premiazione da parte della Società di Marco Torresani, mister della storica promozione in serie C2 al termine del campionato Interregionale 1989-90. Torresani ha ricordato ai microfoni quanto è stata positiva l'esperienza in quel Fiorenzuola ambizioso e organizzato.

L'impegno rivolto al settore giovanile è sempre base del progetto US FIORENZUOLA ha spiegato il Presidente Giovanni Pighi con due nuove formazione giovanile e la realizzazione di nuove infrastrutture.
Il dottor Bruno Sartori ha dato consigli ai calciatori e annunciato nuove importanti collaborazioni. Il responsabile del marketing Rosso-Nero GianMaria Bosoni ha annunciato la apertura a breve della campagna abbonamenti con interessanti novità per avvicinare ancora di più la città ad un'ISTITUZIONE CITTADINA che vanta una storia quasi centenaria e che ha scritto pagine di sport importanti.
i quadri dirigenziali, sotto la squadra