domenica 31 maggio 2015

C'è ancora Fiorenzuola in questa serie A


Un pò di FIORE in uno dei più belli epiloghi della serie A 2014-15 che chiude oggi.
L'ex Rosso-nero e bomber di lungo corso LUCA TONI potrebbe essere, con le sue 22 reti il capocannoniere della serie A. Il primo capocannoniere nella storia dell'Hellas Verona.
Bisognerà però attendere l'esito delle marcature della sfida di oggi fra l'Empoli di mister Sarri e l'Inter di bomber Icardi. Il talento argentino insegue l'attaccante modenese con 20 centri.

Sarebbe una grande soddisfazione avere Toni, 38 primavere, centravanti Italiano re dei bomber nella massima serie nazionale. Luca l'ho è già stato negli anni alla Fiorentina (record di goal assoluto) ma stavolta avrebbe un sapore speciale.

A Stella nacque una stella. Dal piccolo centro sulle montagne modenesi, a Fiorenzuola. Cercato e voluto dal presidente Antonio Villa e il direttore sportivo Riccardo Francani. Scovato nella formazione primavera dell'Empoli, club che guarda caso potrebbe contribuire oggi a mettere il sigillo sul titolo di capocannoniere. LUCA TONI e il Fiorenzuola. La prima esperienza da calciatore nella vetrina nazionale dei giovani professionisti non fu affatto facile per un diciannovenne timido come lui. L'appartamento in quel palazzone di via Cavalieri davanti al campo di Villa Modeo, assieme al compagno più anziano Roberto Sala, un difensore che badava al sodo. I capelli a caschetto e la sua Golf blu metallizzata Il precampionato nel ritiro a Tabiano Terme. I Primi gol in Coppa e in amichevole al Bologna sceso al Comunale una notte di mezza estate per farci ammirare i tocchi magici di un certo Roberto Baggio. Era un Fiorenzuola che guardava in alto, sulla bocca di tutto, protagonista in serie C1. Il difficile rapporto con mister Alberto Cavasin, sergento di ferro. Come un Fiore che sboccia all'ombra del Colosseo realizza una quindicina di reti nelle file della Lodigiani Roma nel girone del Sud della C1. Arriva la chiamata in serie B a Vicenza, è iniziata la scalata di Luca a suon di gol. Poi è storia più recente di successi, scarpe d'oro, titolo di campione del mondo ai mondiali del 2006. Il passaggio di Toni al Bayern Monaco portò alle casse del Fiorenzuola più di trenta mila euro da investire nel mercato del campionato di Eccellenza (guarda caso arrivarono Valla e Fermi e fu ritorno in serie D) giusto premio a chi anni prima aveva visto in quel ragazzo acerbo dalle lunghe leve, prospettive da campione.

straordinaria US FIORENZUOLA 1922






venerdì 29 maggio 2015

1985-2015, TRENT'ANNI DALLA TRAGEDIA DI BRUXELLES

29-05-1985, Stadio Heysel, finale di Coppa dei Campioni JUVENTUS-LIVERPOOL
Settore "Z": la furia dei "Reds" londinesi che dai gate "X" e "Y" si riversano a brutali ondate nello "Z" travolgendo e schiacciando i normali tifosi presenti. Lo sgomento, il sangue, le transenne utilizzate come barelle. Oltre 600 feriti, 37 morti: 37 caduti, 37 angeli.
Onore ai martiri dell'Heysel.

Immagini e Reportage tratte da NUOVO SUPERTIFO n.2 - 11 giugno 2010 di Domenico Mungo (autore di CANI SCIOLTI)
VIDEO DI APPROFONDIMENTO:
http://www.youtube.com/watch?v=Y4I39yBW3FU&NR=1
http://www.youtube.com/watch?v=uQbW5ww1mCo&feature=related

mercoledì 27 maggio 2015

Primi rinnovi, Dennis e Pech

2 Guerrieri inseparabili 
Due dei cinque rinnovi messi a segno dalla dirigenza per la stagione 2015-16.
ANDREA PETRELLI e DENNIS PIVA vestiranno la maglia dell'US FIORENZUOLA 1922 anche nel prossimo campionato di serie D. In tanti li volevano... Due pezzi da novanta del calcio dilettantistico saranno ancora una volta punti fermi sul quale costruire qualcosa di ancora più importante. Lottare per un posto fra le big.
Capitan Dennis Piva è ad un passo dal traguardo delle 300 presenze in Rossonero. Record che gli permetterebbe di  divenire il Veterano di tutti i tempi nella storia quasi centenaria del nostro glorios Club.
Per Andrea Petrelli da Salsomaggiore, anima instancabile delle squadre di mister Mantelli, sarà il quarto anno a Fiorenzuola. Pech vice-capitano?
Pronti ancora una volta a dare battaglia insieme, per colori i Rosso-Neri... con addosso una maglia intrisa di storia ...in uno stadio che è un gioiello  ...US FIORENZUOLA CALCIO 1922

sabato 23 maggio 2015

ricordi tinti di ROSSO e NERO

 In molti dicono che le grandi emozioni nella vita si contano sulle dita di una mano
26 aprile 2015, FIORENZUOLA-PIACENZA 2-2, i Rossoneri festeggiano l'impresa a fine match a centrocampo
 Ci sono ricordi tinti di ROSSO e NERO che ti rimangono dentro. Per sempre.
La partita che sogni da quando eri bambino, essere sotto per due reti a zero, realizzare il gol che riapre i giochi, cogliere il pareggio nei minuti finali con quel "cucchiaio" a rallentatore di bomber Franchi che sembrava averci metterci vita prima di adagiarsi alla rete della porta difesa da Di Graci attonito a terra. Il cuore in gola.
Confesso, emozioni così le avevo provate solo in un'altro paio di occasioni. Sarà perchè non vado mai in tribuna e averlo vissuto da quell'angolazione mi ha proiettato dentro il gol di Clementi al Torino (serie A) di Sonetti che ci regalò il passaggio del turno in coppa Italia, in un mercoledì indimenticabile (flash-back anno 1995).
Luca Baldrighi e Giovanni Pighi premiano a fine gara Luca Franchi per
i 101 gol con la maglia dell'US FIORENZUOLA CALCIO 1922
Dai derby disputati "alla pari" dai nostri bis-nonni ai tempi della serie C con le ginocchia sbucciate, ad oggi. E' la storia di Fiorenzuola, di una città e delle sua gente.
Rivedere il Comunale gremito come ai tempi della serie C negli anni 90' quando sognavi un posto in serie B che sembrava a portata di mano, quando sognavi il derby con i bianco-rossi di Gigi Cagni.

FIORENZUOLA-PIACENZA 2-2
FIORENZUOLA: Comune, Donati, Guglieri, Petrelli, Piva, Fogliazza, Mazzoni, Sessi (71’ Di Dionisio), Franchi, Piccolo (54’ Lucci), Pighi (75’ Gardinali). All. Mantelli
PIACENZA: Di Graci, Ruffini (28’ Di Maio), Cigognini, Corso, Tarantino, Colicchio, Saber, Mauri, Girometta (32’ Tiboni), Orlandi (85’ Montanari), Lisi. All. De Paola
RETI: 6’ Girometta, 12’ Saber, 81’ rigore Guglieri, 84’ Franchi. 
NOTE: Giornata nuvolosa, temperatura piacevole e campo in buone condizioni di gioco. Spettatori: 2000 circa. Ammoniti: Tarantino (2), Cigognini, Colicchio, Tiboni, Guglieri. Espulso Tarantino per doppia ammonizione. Corner: 5-5. Recuperi: 3’ e 4’. 



mercoledì 20 maggio 2015

quel FIORENZUOLA del 1985-86 e Stefano D'Adda

US FIORENZUOLA 1922, campionato 1985-86: foto di squadra al Comunale 
Stefano D'Adda è il primo in piedi da sinistra tra lo storico massaggiatore Marchesi e bomber Danilo Bertelli
STEFANO D'ADDA libero del primo Fiorenzuola a disputare il campionato Interregionale è nato a Milano il 7 luglio 1963 arriva in Valdarda dalla Castanese nell'estate del 1984 fresco di laura conseguita nell'anno 1982.
9 anni nel settore giovanile dell'Inter, poi 3 anni nel glorioso Fanfulla (tra serie C2 e serie C1 con Veneri). Dopo l'esperienza durata due anni in Valdarda passa alla Rhodense in Promozione assieme al compagno Andrea Mazza e dopo veste per un anno la casacca della Vizzolese di Vizzolo Predabissi.

lunedì 18 maggio 2015

Trent'anni fa e oggi

Giusto 20 anni fa. Come cambiano i tempi. La serie D di allora era chiamata Interregionale, gironi a 16 squadre. I Rossoneri inseriti nel raggruppamento emiliano-veneto. La regola dei giovani era una classica "regola all'italiana" al paradosso: portarne 2 in panchina ma senza l'obbligo di schierarli in campo, per una competizione piena zeppa di vecchi marpioni, in prativa una serie C-3

Le nostra avversarie: il Carpi che dopo un triste fallimento ha da poco festeggiato la pazzesca promozione in serie A (piccolo é bello***), il Castiglione (delle Stiviere) tornato in serie C, noi, il Colorno oggi in Eccellenza, il Suzzara sceso in Seconda Categoria mantovana dopo il fallimento del 2009. 
Più della metà di questi gloriosi club non esistono più. Club importanti: il Clodia Sottomarina, Rovigo, la Mirandolese, la Contarina, causa fallimenti o ancora peggio fusioni riparatorie dove spesso a volerlo é chi non ha cultura sportiva, chi non ha rispetto per i colori antichi di una casacca, chi non ha rispetto per un paese e le sue tradizioni. Chi si indebita per poi lavarsene le mani. Chi per salvarsi si appropria delle cose ben fatte degli altri.

Quante storie di pallone buttate al macero. Quanti sogni ed emozioni infranti. Tristezza canaglia.

*** no fa la storia lo scudetto della Juve ma ciò che si é riuscito a raggingere, mattoncino dopo mattoncino in paesi di provincia come Carpi, Sassuolo, Chievo, Cittadella ..ex avversarie del Fiorenzuola negli anni dell'Interregionale.

alcuni risultati della stagione 1985-86
FIORENZUOLA-Clodiasottomarina 1-0   Talignani 
FIORENZUOLA-Mira 1-1  Bertelli
Mirandolese-FIORENZUOLA 1-9   (marcatori?)
FIORENZUOLA-Colorno 1-0   Talignani

FIORENZUOLA-Carpi 0-0  (espulso Petrolini)
*molte partite casalinghe si disputarono sul campo 2 (a norma) per il rifacimento del manto erboso del Comunale.

la bella pagina WIKIPEDIA del Chievo Paluani : clicca qui

mercoledì 13 maggio 2015

7° Posto U.S. FIORENZUOLA 1922

Umiltà, Impegno, Cuore e Passione..
US FIORENZUOLA 2014/15 ..GRAZIE RAGAZZI!
L'US FIORENZUOLA di Alberto Mantelli ha chiuso al 7° posto il campionato di serie D girone D 2014/15
al termine di una stagione più che positiva lottando fino all'ultimo per una posizione nella griglia play-off. 
Ed è già tempo di pensare alla stagione futura, fra sogni di mercato e grandi ambizioni.