martedì 30 aprile 2013

intervista ad Andrea Lucci

Dall’esordio in maglia rossonera il 31 gennaio 2010 a Broni (Oltrepo-Fiorenzuola 1-5), al primo gol nel Fiorenzuola contro la Bagnolese nella stagione successiva sotto la guida di mister Viali. La prima tripletta di carriera messa a segno contro la Folgore Bagno. E i venti gol personali di quest’anno che lo hanno incoronato bomber di razza, fra i più temuti del girone. Ripercorriamo le tappe principali di questi quattro anni in Rossonero di un ragazzo modesto, salita alla ribalta a suon di gol. Intavoliamo un intervista con il grande protagonista dell' Us Fiorenzuola 2012-13: Andrea Lucci.

1- Ciao Andrea, prima di tutto raccontaci la tua carriera da calciatore dai primi tiri ad oggi...
Ho iniziato a giocare all'età di 6 anni nel San Lazzaro a Piacenza, dopo di che mi sono trasferito a Roma e per 7-8 anni ho giocato nella squadra del mio paese, Grottaferrata. Dall'età di 14 anni fino ai 18 ho giocato nel Piacenza Calcio allenato sotto la guida di Francesco Turrini, Giorgio Papais e mio padre Settimio.Successivamente ho giocato nel Pizzighettone per 3 anni e ora, da 4 anni, sono al Fiorenzuola.

2- A Fiorenzuola con: Perazzi, Gottardo, Viali, papà Mino e ora Alberto Mantelli. Come ti sei trovato quest'anno alle dipendenze del nuovo mister?
Mi sono trovato molto bene con mister Alberto Mantelli. Il suo punto forte è quello di riuscire a motivare e far scendere in campo la squadra sempre al 100%. Gran parte del merito della mia buona stagione è soprattutto il suo! Mi ha sempre dato fiducia e trovato una collocazione in campo che mi ha permesso di esprimermi maggiormente in fase offensiva limitando i miei compiti in fase difensiva. Credo che la nostra squadra abbia espresso in assoluto il miglior calcio del campionato e questo è dovuto alla sua ottima preparazione da allenatore.

Simone e Andrea Lucci
3- Com'è stato vivere assieme a tuo fratello Simone un anno da calciatore di una prima squadra alle dipendenze di papà Lucci? Che difficoltà hai incontrato? Settimo ha contribuito a formarti come calciatore?
Giocare insieme a mio fratello non è stato un problema; è stato invece più difficile essere il figlio dell'allenatore poichè la gente tende a pensare che giochi solo perchè sei figlio del mister. Fortunatamente il gruppo ha sempre accettato e capito mettendomi a mio agio, senza mai farmi pesare la cosa. Mio padre è stato molto importante per la mia crescita calcistica, soprattutto nell'anno in cui mi allenava negli allievi del Piacenza ha contribuito a formarmi tatticamente e tecnicamente.
4- Che cosa hai provato nei derby con il Piacenza tu che sei romano ma vivi a Piacenza e hai in famiglia un pezzo di storia biancorossa?
Il Derby di andata allo stadio Garilli di Piacenza rimarrà sempre la partita più bella che abbia mai giocato.
Scendere in campo davanti a 2000 persone, nello stadio dove mio padre ha giocato per 6 anni in quel Piacenza di cui tutti ancora si ricordano, mi ha fatto provare forti emozioni. Nonostante la sconfitta immeritata non posso che avere ricordi positivi di quella domenica. Non credo che in futuro avrò ancora la possibilità di giocare una partita così bella.

5- Per che squadra fai il tifo e a quale calciatore ti ispiri?
Tifo Juventus. Non mi ispiro a nessun calciatore in particolare; mi piacciono i centravanti vecchio stampo forti in area di rigore, David Trezeguet su tutti.

la figurina
6- Quali sono stati gli avversari più difficili da "saltare"?
Sicuramente i difensori della Lupa Piacenza e della Correggese a cui non sono riuscito a segnare nè all'andata nè al ritorno.

7- Hai assaggiato la Lega Pro, poi tre campionati di serie D e quest'anno sei al tuo primo anno in Eccellenza? Che differenze hai notato fra queste categorie?
Credo che la Lega Pro sia ancora la categoria più bella, gli stadi, l'ambiente, le trasferte lunghe e il tifo ti fanno sentire ''giocatore vero''. Dal punto di vista tecnico e fisico il livello è molto alto,mi ricordo in quell'anno di aver incontrato Osariem Ebagua che ora fa la differenza in serie B nel Varese. La serie D forse è un gradino sotto, ma la crisi che ha colpito il calcio ha portato molti ex professionisti a giocare nei dilettanti, alzando il livello tecnico. Per quanto riguarda il campionato di Eccellenza, non è tanto indietro rispetto alle altre due categorie sul piano tecnico e fisico, ma certi campi e certe strutture ti fanno sentire questa differenza in maniera troppo forte.

8- Come si sta a Fiorenzuola. Pregi e difetti del tuo attuale gruppo?
a Broni
A Fiorenzuola mi sono sempre trovato benissimo. Quest'anno l'unione del gruppo ha fatto la differenza. Tutti i giocatori sono stati chiamati in causa dando sempre il meglio. C'è sempre stata una sana rivalità per guadagnarsi un posto da titolare e tutto il gruppo ha remato sempre in un'unica direzione. Il merito è soprattutto del capitano Dennis Piva e del più "vecchio" Daniele Pizzelli che hanno saputo trascinare il gruppo anche nei momenti più difficili, e dei ragazzi più giovani che si sono sempre messi a disposizione, cercando sempre di migliorarsi.

9- Quest'anno hai raggiunto uno quota di gol da vero bomber e se sommassimo a questi i legni colpiti saresti in cima alla classifica dei capocannonieri. Ti saresti mai aspettato un bottino cosi prolifico?
All'inizio dell'anno non mi sono posto obiettivi, non conoscendo la categoria, ma i 9 gol dell'anno scorso mi facevano ben sperare. Dico la verità, realizzare 19 centri senza rigori e trovarmi così vicino al capocannoniere del campionato è stata una sorpresa anche per me. E pensare che se non mi fossi preso quel periodo di pausa di 5/6 partite all'inizio del girone di ritorno avrei potuto fare addirittura di più. Sono più di 30 i gol da me realizzati negli ultimi 3 anni qui a Fiorenzuola, è un bottino di cui vado fiero.

10- Un bilancio dei tuoi quattro anni in Rossonero? 
Personalmente il bilancio di questi 4 anni è buono. Nonostante la delusione per la retrocessione dell'anno scorso e quella dello spareggio play-out contro la Carcarese del mio primo anno in rossonero, sono più i ricordi positivi che quelli negativi. Non dimenticherò mai l'anno della salvezza incredibile ottenuta con Mister William Viali, i derby vinti l'anno scorso contro l’Atletico BP Pro Piacenza e Fidenza, con quella bellissima serie di risultati utili prima di Natale che ci aveva portato fuori dalla zona play-out. E quest'annata che per me rimane l’annata più positiva in assoluto.

11- I tuoi sogni nel cassetto?
Per il mio futuro calcistico spero di riportare il Fiorenzuola nelle categorie che merita questa piazza. 





Duello Lucci-Avogadri in un Derby Fiorenzuola-Piacenza
Le dichiariazioni di Andrea Lucci dopo la doppietta inflitta alla Caronnese
L'esultanza di Andrea Lucci dopo il gol di Castel San Pietro
Andrea Lucci al "Siboni" nel derby contro l'Atletico BP  Pro Piacenza


 
 
Fiorenzuola-Folgore Bagno 3-3, tripletta di Andrea Lucci

la carriera:
Andrea LUCCI
30/11/1989  Udine
Centrocampista (esterno destro)
2006/07 Piacenza B - -
2007/08 Pizzighettone C2 7 -
2008/09 Pizzighettone C2 12 1 r
2009/10 Pizzighettone D 7 1
" - /10 FIORENZUOLA D 15 - r
2010/11 FIORENZUOLA D 25 5
2011/12 FIORENZUOLA D 35 9 r
2012/13 FIORENZUOLA ecc ? ? (in corso)


Lucci nel Fiorenzuola 2011-12, serie D
Andrea Lucci nel derby contro il Piacenza al Garilli

lunedì 29 aprile 2013

FIORENZUOLA-Sampolese 3-3 Andrea Lucci, Andrea Lucci, Simone Cerati



Pareggio con brivido allo stadio Comunale. Sotto per tre reti a uno al termine del primo tempo i Rossoneri riagganciano la Sampolese grazie ai gol di Andrea Lucci e Simone Cerati.
Campionato agli sgoccioli con la Lupa Piacenza vittoriosa sul Colorno a cucirsi sul petto lo scudetto di Eccellenza. Festa del Primo Maggio al quartiere Darwin con l’adunata degli Alpini pronta ad essere ospitata a Piacenza e Provincia.
Simone Cerati
Allo stadio Comunale in programma Fiorenzuola-Sampolese match fra due squadre tranquille, senza assilli di classifica. La neopromossa Sampolese allenata dall’ex Virtus Pavullese, Francesco Pivetti si presenta in casacca gialla e pantaloncini e calzettoni bianchi. Mister Alberto Mantelli è costretto a dover fare ancora a meno del perno di centrocampo Alessandro Sessi (stirato) e con il fardello dell’assenza di Luca Franchi (influenzato in attacco). Assente per infortunio Galli, torna nell’undici titolare il classe 1995 Jacopo Gianluppi a fare reparto con i compagni più anziani Cozzi e Lucci in avanti. In cabina di regia promosso l'ex San Nicolò Marsaglia Alessandro Biazzi con Cerati. In difesa, si rivede Marco Biolchi a fare la guardia assieme a capitan Piva. A disposizione in panchina, direttamente dalla formazione Juniores di Aldo Fischetti classificatasi quarta c'è il giovane difensore Bersani.
Battute iniziali di marca Rossonera con un intraprendente Daniele Pizzelli dietro alle punte a portare su palloni invitanti. Ma a sorpresa è la Sampolese a passare in vantaggio con il giovane Ravanetti bravo a sfruttare un indecisione difensiva dei nostri. Il Fiorenzuola cerca la via del pareggio con le sortite di Fogliazza sull’out di destra ma sono ancora gli ospiti a farsi più pericolosi e al 25’ con Lorenzini trovano il raddoppio. La trappola del fuorigioco non funziona cosichè l’attaccante dalla stazza e della capigliatura anni 80’ alla bomber Margheritoni solo soletto, lemme lemme avanza verso Anelli in uscita, infilandolo per la seconda volta. Oggi qualcosa non va dietro. Al 40’ Daniele Pizzelli si incrocia con Fogliazza sguscia sulla destra per poi pennellare al centro un traversone per la testa del più piccoletto, bomber Lucci che implacabilmente insacca. Con la divisa bianca e i calzoncini neri rivivo il Fiorenzuola fine anni 80’ inizi anni 90’ in Interregionale. Rivedo il Lucci le stagioni d’oro di bomber Gianluca Peselli e Stefano Pompini che al solo sfiorarla la palla andava dentro. Il Fiorenzuola vuole il pareggio ma l’immancabile “lussa” domenicale di acqua piovana placa un po la foga rossonera. In più mettiamoci i due gioielli di centrocampo raggiani, Migliaccio e Picchi a dare non pochi grattacapi ai nostri. Davvero non male questo numero dieci Nicola Picchi ex Reggiana, 10 gol in campionato. Per una Sampolese che sono convinto con due tre-acquisti potrà candidarsi al ruolo di outsider del prossimo campionato di Eccellenza. Nel frattempo al velodromo Attilio Pavesi, si sono esauriti i minuti di gioco della prima frazione con il direttore di gara decreta un paio di minuti di recupero. Da un calcio d’angolo battuto da Migliaccio arriva la terza doccia fredda di giornata. Palla scodellata in mezzo sulla quale nessuno dei nostri va alla respinta, c’è invece pronto a raccoglierla il centrocampista Batchouo che indisturbato, in area piccola spara nel sacco sotto la traversa.
I rossoneri non ci stanno, esce l’orgoglio e la voglia di riscatto. Pronti via, Andrea Lucci fa secco un paio di avversari per poi sparare in rete il gol del tre a due. 19esimo centro stagionale per l'attaccantino Rossonero senza calci di rigore. Red Carpet per Andrea vicinissimo al primo gradino dei capocannonieri e al traguardo dei venti sigilli stagionale. I canarini di Pivetti accusano il colpo. Il Fiorenzuola macina. L’estremo difensore Pe si deve superare su una conclusione ravvicinata di Roberto a Cozzi poi all’88’ il tanto bramato gol del pareggio. Con gli scarpini gialli di Lucci non si scherza quest'anno tanto meno con quelli azzurrini del nostro numero 8 Cerati. E’ il solito Fogliazza ad andare al cross. L’estremo difensore ospite Pe si impappina, c’è nei pressi Simone Cerati che improvvisatosi bomber di giornata manda la palla oltre la linea per l’esultanza di compagni e pubblico di casa. Sesto centro stagionale per Cerati. Nel finale le due squadre sembrano accontentarsi per un 3 a 3 giusto. A due domeniche dalla fine, la matematica ci dice che con altri due punti da aggiungere agli attuali 55, sarà quarto posto dietro alle Big. Fino alla fine Ragazzi.
blogfiorenzuola1922@gmail.com






FIORENZUOLA-SAMPOLESE 3-3
Fiorenzuola: Anelli, Fogliazza, Barba (79’ Rosi), Biazzi (65’ Mazzoni), Piva, Biolchi, Pizzelli, Cerati, Gianluppi, Lucci, Cozzi (86’ Compiani). All. Mantelli
Sampolese: Pe , Fava, Porta, Batchouo (50’ Galimberti), Nevicati, Dallari, Lodi (76’ Usina), Migliaccio, Lorenzini, Picchi, Ravanetti (87’ Borelli). All. Pivetti
Arbitro: Arace di Lugo (Reggiani-Calapai)
Marcatori: 16’ Ravanetti (S), 25’ Lorenzini (S), 42’ e 49’ Lucci (F), 46’ Batchouo (S), 88’ Cerati. Angoli 6-3
Note: giornata coperta con strascico di pioggia a metà primo tempo e nel finale soleggiata, terreno in ottime condizioni,. Ammoniti Nevicati (S), Lorenzini (S), Cozzi (F).





Colorno – Lupa Piacenza (a Piacenza) 1-2
Fidentina – Castellarano 1-0
Fiorenzuola – Sampolese 3-3
Folgore Bagno – Termolan Bibbiano 0-0
Pallavicino – Rolo 1-1
Royale Fiore – Crociati Noceto 0-0
Rubierese – Correggese
Salsomaggiore – Lentigione 2-1
Terme Monticelli – Real Panaro 0-1

Classifica Eccellenza Emilia-Romagna girone A
32 giornata:

LUPA PIACENZA 78 (promossa in serie D)
CORREGGESE 67
ROLO 59
FIORENZUOLA 55
LENTIGIONE 50
PALLAVICINO 47
FOLGORE BAGNO 47
CROCIATI NOCETO 44
SAMPOLESE 44
FIDENTINA 43
RUBIERESE 41
COLORNO 39
ROYALE FIORE 36
SALSOMAGGIORE 36
TERMOLAN BIBBIANO 30
CASTELLARANO 27
TERME MONTICELLI 21
REAL PANARO 18


sabato 27 aprile 2013

arriva la Sampo.. non la Samp

il centrocampista Davide Russolillo
I flash-back di quella pazza amichevole di lusso del 1989 o del 1990.. non ricordo bene. Il Fiorenzuola ospita la Sampdoria del presidente pellegrini, di mister Boscov, Mancini e Vialli. La corsa all'autografo di noi bambini. La prima firma sul mio blocchetto a quadretti è quella del brasiliano  Tonino Cerezo. I tre gradoni inagibili della vecchia gradinata stracolmi.
Di tempo ne è passato. Non siamo più il Fiorenzuola che voleva sfondare nel mondo del professionismo. Non c'è la Samp a sbarcare in Valdarda per una sgambata. Domenica sbarca la Sampo. La Sampolese. Per il secondo impegno del nostro doppio turno casalingo stagionale.
Non c'è bagno, non c'è angolo o posto dove ripararsi qui, nella gara di andata. Sampolese-Fiorenzuola 0-3 sotto un acqua che fa il fumo. Che Fiorenzuola quel Fiorenzuola! Si sognava ancora la seconda posizione. Casacca stile Milan con quei calzoncini bianchi e giù della ghianda sulle prime colline reggiana. Gianluppi apre le marcature poi Marco "Fox" Fogliazza ad inizio ripresa raddoppia. Nel finale, di testa, Franchi mette in gol un preciso assist di un Pizzelli in stato di grazia, a compendio di una grande domenica di football per i colori Rossoneri.
Speriamo che domenica i Rossoneri abbiano ancora la fame giusta per riuscire a battere anche la Sampolese e continuare a sperare nel 3° posto quando mancano solo 3 giornate alla chiusura della regular season. Con la probabile assenza del terzino Nicolò Galli uscito anzitempo giovedi contro il Royale potrebbe esserci qualche problema per trovare il classe 1995 da mettere in campo. Gianluppi è sempre al palo e Mondoni dovrà scontare un turno di squalifica.
I gialloverdi, o biancoverdi domenica scorsa non si sono fatti impietosire da Totò Rizzo e compagni e hanno espugnato il Bertocchi si Piacenza per due reti a zero. In gol Picchi e Lorenzini, raggiungendo la salvezza con i 43 punti attuali. Giovedì fra le mura amiche, nel turno infrasettimanale si sono fatti raggiungere sul pari dalla Fidentina di mister Mazza, in gol ancora l'eclettico Picchi.
La neo-promossa Samplese è l'unica compagine ad aver battuto per davvero il Piacenza di William Viali e al "Garilli" a momenti ci scappava il colpaccio. Nelle file reggiane, in avanti c'è l'attaccante Pietro Terranova autore di quello show post-gol rivolto alla Curva Nord. Assieme a Terranova c'è l'esperienza di Elia Lorenzini, il primo a quota 9 nella classifica dei franchi tiratori, il secondo a quota 5. Attenzione alle sortite del centrocampista Nicola Picchi autore di 10 reti. In difesa dirige i lavori l'esperto Omar Dallari, uno che il nostro Franchi lo conosce bene. La Sampolese alcune settimane fa ha esonerato il vulcanico Alessandro Piscina. Al suo posto quel Francesco Pivetti tecnico della Virtus Pavullese. Vuoi che la Sampo stia gettando le basi per un campionato di vertice nella prossima edizione del Campionato di Eccellenza?
Fiorenzuola-Sampolese mette di fronte due compagini senza particolari assilli di classifica. Due squadre che si affronteranno presumibilmente a viso aperto.
Forza Fiore!
blogfiorenzuola1922@gmail.com

venerdì 26 aprile 2013

FIORENZUOLA-Royale Fiore 2-2 Andrea Lucci, Andrea Lucci



E’ la giornata delle festività per la ricorrenza della liberazione. Il 25 aprile di tanti anni fa entrava trionfante in Fiorenzuola la colonna dell’esercito alleato percorrendo la Contrada Dritta (oggi Corso Garibaldi) da Alseno in direzione Piacenza. Liberando il capoluogo della Valdarda dall’occupazione.
Andrea Lucci
Oggi nella via principale di Fiorenzuola d’Arda, qualche timido e rabberciato tricolore che sventola, tante saracinesche abbassate con i venti di crisi che continuano ad imperversare, in Tv la voce del neo-eletto presidente del Consiglio Enrico Letta nelle consultazioni in streaming con gli esponenti del Movimento 5Stelle per l'ardua impresa di cercare di disegnare un possibile nuovo governo. Datevi da fare porca puttana! Giovedì pomeriggio di pallone a Fiorenzuola, per togliersi tanti pensieri dalla testa. In programma la trentunesima giornata del campionato di Eccellenza. Nella domenica dei 1600 spettatori dello stadio "Garilli" per festeggiare lo strameritato scudetto del Piacenza, a Fiorenzuola, sotto un sole che abbronza c’è il derby piacentino: Fiorenzuola-Royale Fiore.
Il giusto turn-over varato da mister Alberto Mantelli non scalfisce il tasso tecnico e la volontà di fare bene del Fiorenzuola.
Rossoneri privi del perno di centrocampo Sessi (uno dei più positivi della stagione), di Cerati e del vice-capitano Biolchi in difesa. Spazio a Russolillo in cabina di regia e Andrea Delledonne in difesa a fare coppia con capitan Piva. Attacco a trazione anteriore con tutti e tre gli stoccatori schierati: Franchi, Lucci e Cozzi, per reparto da quaranta gol in tutto.
Avversari scesi in Valdarda per giocare una finale con una tenuta stile Fiorentina e il loro presidente Salvatore Rizzo in panchina a fare l’allenatore. Ciccio "Borbarda" Lo Duca, l'attaccante straniero dei bianco-viola siede in panchina. Fra uno spunto di un super Samuele Barba sull’out mancino e un tiro al veleno del tanto temuto Martinelli ci si abbronza. La partita è piacevole e ai punti siamo leggermente sopra ai nostri avversari.
Con due reti impossibili di Andrea Lucci sembrava fatta, poi il patatrac dell'espulsione di Mondoni, il ritorno del Royale Fiore che trova allo scadere il gol del pareggio. Peccato per l’ingenuità del giovane rossonero caduto nel tranello di mestiere del più esperto Fornaroli. Il capitano dei gigliati calci addosso a Mondoni prima del fischio dell’arbitro per il calcio di punizione. Il tracagnotto non perdona e per la seconda volta sanziona. Mantelli intanto continua imperterrito a incitare e a spronare i suoi che se fossimo in una finale. Fantastico. E che Marco Fogliazza nel finale! una spina nel fianco per la corsia di sinistra ospite, un assist al bacio che vale quanto un goal. Fox assieme a Simone Cerati i migliori in campo nel finale. 
Peccato. Solo un pari con una vittoria oramai in tasca. Poco male. Poco male fino ad un certo punto perchè il Rolo è incespicato per davvero sul campo del pericolante Bibbiano e una nostra vittoria che sembrava oramai già scritta ci avrebbe permesso di portarci a sole due lunghezze dal 3° posto con ancora tre gare da disputare da qui al termine della competizione 2012-13. Peccato per l’occasione del 3 a 1 non sfruttata, avrebbe messo in cassaforte un successo d’oro. Nella domenica della doppietta del nostro Andrea Lucci salito a quota 17 nella classifica dei cannonieri emiliani, mi torna in mente la decisione di dicembre di non tornare sul mercato per rafforzare l’attacco. Andrea, a suon di gol, ha ripagato la stima e la fiducia dei dirigenti rossoneri con un bottino di gol da record. Domenica si gioca ancora al Comunale. Si gioca contro una Sampolese che vorrà di sicuro fare bene contro una nobile decaduta come noi, in uno stadio da serie C. Contro la Sampolese per il riscatto, per chiudere alla grande!
blogfiorenzuola1922@gmail.com


Cozzi raddoppia su Fornaroli del Royale Fiore

FIORENZUOLA-ROYALE FIORE 2-2
Fiorenzuola: Anelli, Galli (34’ Mondoni), Barba, Mazzoni, Piva, Delledonne, Pizzelli, Russolillo (49’ Fogliazza), Franchi, Lucci, Cozzi (70’ Cerati). All. Mantelli.
Sozzi, Treccani, Liverani, Figoli, Alberici (75’ Capalbo), Boselli (67’ Michelotti), Martinelli, Fornaroli, Burgazzoli, Centi, Trotta (42’ Lo Duca). All. Montanari-Rizzo.
Arbitro: Paolino di Alghero (Cantara-Tomarchio)
Marcatori: 33’ e 56’ Lucci (F), 40’ Fornaroli (RF), 91' Treccani (RF).
Note: giornata quasi estiva, terreno in buone condizioni. Spettatori 200 circa.
Ammoniti Liverani (F). Lo Duca (RF). Espulso al 77’ Mondoni (F) per doppia ammonizione.



Mondoni contrasta l'ex Lorenzo Liverani




giovedì 25 aprile 2013

US FIORENZUOLA CALCIO, Calcio Mercato 2013-14

ARRIVI: Andrea Petrelli (c, Fidenza, D), Nicola Picchi (c, Sampolese, Ecc), Simone Silvestri (a, Colorno, Ecc), Marco Valizia (p, Fontana Audax, Prima Categoria), Edoardo Sozzi (p, Royale Fiore, Ecc), Riccardo Superti (c, Cremonese, Lega pro giov.), Lorenzo Strozzi (d, Cremonese, Lega pro giov.), Nicola Zanazzi (d, Cremonese, Lega pro giov.), Riccardo Verdi (p, Parma, A giov.)

PARTENZE: Matteo Anelli (p, Gotico Garibaldina, Prima Categoria), Davide Russolillo (c, Carpaneto, Prima Categoria), Roberto Cozzi (a, ?), Andrea Delledonne (d, Codogno?, Pro), Matteo Mozzoni (p, ?), Alessandro Biazzi (c, Fidentina, Ecc), Jacopo Gianluppi (a, Fidentina, Ecc), Matteo Compiani (d, Salsomaggiore ?, Ecc), Fiocchi (p, Royale Fiore, Ecc) Lai (p, Sporting Fiorenzuola, Seconda Categoria)

TRATTATIVE: Matteo Oppici (p, Terme Monticelli, Ecc), Matteo Serotti (c, Virtus Pavullese, D), Luca Matteassi (c, Atletico BP Pro Piacenza, D), Enrico Medioli (p, Fidenza, D), Daniele De Angelis (p, Parma, giov.), Daniele Lovattini (d, Pallavicino, Ecc)

ALLENATORE: Alberto Mantelli (confermato)

Raduno: lunedi 1° agosto, stadio Comunale ore 17.30

Le trattative e gli affari di mercato dell'U.s. Fiorenzuola Calcio 2013-14 campionato di Eccellenza

Andrea Petrelli 
Il primo colpo di mercato è ANDREA PETRELLI. Dopo tanti rinvii sbarca dal Fidenza il nuovo centrocampista Rossonero. Il mediano salsese, classe 1985, era da tempo nella lista dei desideri del Fiorenzuola, già negli anni di Merli direttore sportivo. Cresciuto nel settore giovanile del Parma dove ha avuto come maestro Gabriele Pin è poi approdato al Fidenza, vestendo la casacca bianconera per sette stagioni fra Eccellenza e serie D. Centrocampista duttile con bassa propensione al gol ma con tanta qualità, ed esperienza sulle spalle. Da giovanissimo, Petrelli fu protagonista a Fiorenzuola, nel Torneo cittadino del "Solleone" allo stadio Comunale nelle file del Bar Joker da "straniero". In Valdarda, il nuovo tassello rossonero ritrova mister Mantelli, e i compagni si avventura: Piva, Franchi e Pizzelli.
Petrelli come Tanzi, il portierone Santi, in compianto Paolo Guarnieri, bomber Del Rio, e i fratelli Porcari. Gente che ha cambiato casacca dal bianco-nero al rosso-nero e viceversa per sposare progetti seri e ambiziosi.
Se saprà dare alla sua nuova squadra quello che ha dato nei sette anni di Fidenza possiamo sognare per davvero.

luce ed estro a centrocampo: Nicola Picchi
Il tanto sospirato numero 10 finalmente è arrivato? Dopo varie stagioni senza un vero n.10 ecco sbarcare in Rossonero NICOLA PICCHI, stella del campionato di Eccellenza appena concluso nelle file della Sampolese. Il centrocampista di Campegine, classe 1987 vanta trascorsi nel settore giovanile professionistico della Reggiana e in serie C nel Boca San Lazzaro di mister Attilio Bardi. Poi trascorsi in Promozione nella Meletolese dove ha avuto come mister Massimo Abbati e dove ha ricoperto più ruoli (anche l'esterno difensivo), nel Dorando Carpi e nella Sampolese. Nell'ultima stagione, prima agli ordini di mister Piscina e poi di Pivetti il fantasista reggiano dal piede caldo ha realizzato la bellezza di 12 centri. Il Fiorenzuola ha bruciato la conocorrenza di numerosi club (il Lentigione fra tutti) assicurandosi le prestazioni dell'ex promessa della Reggiana.


Simone Silvestri
nuovo bomber
del Fiorenzuola
Quando si arriva verso la fine degli "enta", soprattutto nei dilettanti si cerca una squadra vicino a casa, scendendo di categoria. SIMOME SILVESTRI sarà l'eccezione che infrange la regola? L'attaccante reggiano sta percorrendo il cammino al contrario. Una vita a fare la gavetta e dopo mitragliate di gol fra le provincie di Reggio Emilia e Parma, nei campionati di Promozione ed Eccellenza la chiamata del glorioso Fiorenzuola  con una missione importante da centrare. La conquista della serie D. Una punta che potrà garantire senza dubbio gol, esperienza e soprattutto peso alla magica accoppiata Lucci-Franchi. I centimetri e i chilogrammi che sono mancati nel momento clou del campionato scorso (fra gennaio e febbraio), quando Luca mancava e i campi erano non pesanti, di più. L'attaccante reggiano con oltre 170 reti in carriera è stato compagno di squadra di Sandro Melotti al Pallavicino al fianco di Rastelli in avanti, realizzando 15 reti. Poi l'esperienza in rossoblu a Scandiano e l'anno scorso il ritorno a Colorno dove ancora una volta non si è smentito e ha realizzato altri 14 gol oltrepassando le 170 reti in carriera. Quest'anno è stato suo il gol-risposta al sigillo del nostro Cerati nella gara di andata a Colorno. "Silver" un bomber di provata esperienza da doppia cifra e da 30 gettoni di presenza a stagione per mister Mantelli.

SIMONE SILVESTRI
2003-04 Correggese Ecc ? ?
2004-05 Cadelboschese Pro ?
2005-06 Cadelboschese Pro ?
2006-07 Cadelboschese Pro ?
2007-08 Arcetana Pro ? ?
2008-09 Colorno Pro ? ?
2009-10 Colorno Ecc ? 12
2010-11 Pallavicino Ecc 33 15
2011-12 Scandiano Ecc ? ?
2012-13 Colorno Ecc ? 14

MARCO VALIZIA è il successore di Matteo Anelli. Il nuovo numero 1 Rossonero residente a San Damiano al Colle (Pavia) è un classe 1995. Incoronato dal calcio dilettanti piacentino come miglior estremo difensore dell'annata appena conclusa, con le sue parate è stato uno dei protagonisti del ritorno in Promozione del Fontana Audax.
Marco Valizia
Valizia è già da qualche anno in prima squadra e come il suo predecessore Anelli arriva a Fiorenzuola con la qualifica di miglior portiere del nostro panorama calcistico.
Per Marco, il campionato di Eccellenza sarà una bella vetrina per mettersi ancora più in mostra.












Dal Royale Fiore ecco l'estremo difensore classe 1995 EDOARDO SOZZI. Il portiere ex giovanili del Piacenza contenderà a Valizia la maglia n°1. Edoardo è figlio di Carlo Sozzi ex tecnico di Libertas e Lupa Piacenza. Nella passata stagione ha difeso i pali della compagine biancoviola e in molti lo ricorderanno autore di strepitose parate durante il match contro il Fiorenzuola al "Siboni" (1 a 0 per noi grazie ad un gol di Cerati.
Edoardo Sozzi
Dal settore giovanile professionistico della Cremonese arrivano due giovani: il centrocampista mancino, RICCARDO SUPERTI, gli esterni difensivi LORENZO STROZZI e NICOLA ZANAZZI tutti classe 1995 reduci dalla stagione nella formazione Berretti allenata da Mario Montorfano. Dal Parma l'estremo difensore RICCARDO VERDI classe 1996.

SETTORE GIOVANILE: il nuovo tecnico della formazione Juniores è Marco Quintavalla ex tecnico della formazione Juniores della Pergolettese (Lega Pro). La formazione Allievi è stata affidata ad Alessandro Monnet ex Lupa Piacenza e Bettolaspes. Il nuovo responsabile del settore giovanile è il prof. Luigi Galli ex tecnico della prima squadra dal 2003 al 2005.

mercoledì 24 aprile 2013

Fino alla fine

Simone Cerati di nuovo Uomo-Derby?
Turno infrasettimanale di pallone per il Fiorenzuola impegnato in casa contro il Royale Fiore, compagine piacentina di recente costituzione.
Dopo aver espugnato Busseto nel Derby di Campanile contro il Pallavicino si torna al Comunale per fronteggiare il Royale Fiore che non ha ancora messo le mani sulla salvezza.
Il club bianco-viola del presidente Salvatore Rizzo ha acquisito nell'estate scorsa il titolo sportivo del defunto San Nicolò Marsaglia e così il sodalizio che porta il nostro stesso nome, fondato dallo stesso Rizzo nel 1988 si è ritagliato un pezzo di gloria passando dalla retrocessione in Prima Categoria a di disputare il campionato di Eccellenza assieme a noi e al Piacenza.
All'andata abbiamo fatto nostro il Derby a Piacenza espugnando per una rete a zero il" Bertocchi" di via Boselli. Autore del gol-vittoria guarda caso il piacentino Simone Cerati Uomo-Derby specialista nel dare dispiaceri alle compagine piacentine. Sara' ancora Simone a metterla dentro nel giorno del suo 25esimo compleanno?
Sulla panchina bianco-viola non siede più l'ex Piacenza Gigi Erbaggio al suo posto c'è lo stesso patron Rizzo coadiuvato da quel Sergio Montanari, vecchia conoscenza del nostro calcio dilettanti Piacentino. Montanari allenò di ripiego il Piacenza nella travagliata stagione 1982-83 culminata con la retrocessione dei biancorossi in serie C2. Contemporaneamente per la cronaca il Fiorenzuola del presidente Eugenio Villa, allenato dal parmigiano Mauro Masi centrava la sua prima storica promozione nel campionato Interregionale. In casa Royale, dopo l'esonero ad inizio stagione di Pier Luigi Ghirardelli, il girone d'andata dei piacentini sotto la guida di Erbaggio è stato eccezionale, poi una fase in declino ha convinto patron Rizzo a dire fine al matromonio con l'ex centrocampista di Piacenza e Casertana. Una grande fetta dei punti conseguiti dai gigliati è da attribuire soprattutto ai gol del bresciano Stefano Martinelli (14 centri, un n.7 lusso per la categoria), l'anno scorso nostro avversario nelle file del Darfo Boario di Piovani. Non da meno l'apporto dell'esperto Luis Fernando Centi a centrocampo assieme a Morbini da Asola e all'armadio Fornaroli. In difesa c'è l'ex biancorosso Stefano Rossini compagno di squadra di mister Mantelli negli anni di Fidenza e il nostro ex Lorenzo Liverani. In attacco il talento del giovane Matteo Burgazzoli (7 reti fino ad ora). Il Royale è appena fuori dalla zona play-out con una delle difese più perforate del torneo.
Nelle file rossonere, potrebbe tornare a disposizione l'attaccante classe 1995, Jacopo Gianluppi.
A soli cinque impegni dalla fine del campionato sarebbe veramente un peccato uscire sconfitte al Comunale. Per onorare l'impegno e la gloriosa maglia, per continuare nel cammino di miglioramento in vista della prossima edizione del campionato di Eccellenza in cui si spera di essere ancora più protagonisti di quest'anno.. VINCERE.
Giovedi 25 Aprile 2013 (FESTIVO)
FIORENZUOLA-Royale Fiore
ore 15.30, velodromo Attilio Pavesi
blogfiorenzuola1922@gmail.com

Chi ha copiato chi ?

Osservando la foto degli ultras ungheresi (rossoneri) del Honved Budapest nella trasferta per i preliminari dell'UEFA Cup in Montenegro contro il Celik Niksic balza subito all'occhio il design della pezza "GUARDIA KISPEST" (Nuova Guardia 1996 BUDAPEST HONVÈD) ...Chi ha copiato chi ?