venerdì 29 aprile 2011

Virtus Castelfranco-FIORENZUOLA 1-2 Arena M., Lucci

S A L V E Z Z A !!!
Si torna a Castelfranco Emilia (feudo gialloblu) per giocarci la possibilità di chiudere definitivamente il conto. Allo stadio "Ferrarini" (ahah!) sbarca la solita DecinaUltras più un nutrito gruppo di fiorenzuolani. Anno 2004 che ricordi! La trasferta del Commando di Maurizio: "Spalla contro spalla, fino alla fine!" 1 a 0 per noi con gol di Piva poi nell’aprile 2005 quel nostro striscione-contestazione appeso alla recinzione del Comunale "Profumo d'Eccellenza" ad annunciare l'ormai mesto finale. La sosta pasquale ci ha permesso di affilare le armi per andare ad affrontare nella sua tana la quarta forza del campionato, quella Virtus Castelfranco delle dirette tv Rai Sport, da un decennio tirato in serie D, che forse sogna la C e vuole disputare i play-off. La Virtus della Conad e degli ex serie A: “belli capelli” Stefano Sacchetti e Mauro Mayer, di bomber De Vecchis. 1° maggio, temperatura estiva. Solita bassa tribuna e troppo ordine per i miei gusti. Mese fa, qui il Fidenza ci ha vinto la Coppa Emilia, noi oggi a giocarci la Salvezza diretta, la permanenza nella nostra serie A. Qui, dove gli unici due precedenti ci dicono: vittoria e sconfitta. Testa, voce, cuore e gambe a Castelfranco, orecchie e occhi maledettamente puntati alla radiolina e alla pagina 254 del Televideo. Sì perché il derby toscano Ponsacco-Camaiore è indirettamente segnato nel nostro destino. Se i padroni di casa (senza Scalzo) non riescono a vincere E' FATTA PER NOI comunque vada qui, a Castelfranco Emilia. Ma ci pensate: espugnare Castelfranco! Che bello che sarebbe! Salvezza sicura ..l’ennesima impresa e festa non rimandata.
Partiamo forte, bandolo della matassa nelle nostre mani con mezzo Castelfranco che sembra avere la testa già in vacanza. Passiamo in vantaggio alla mezz’ora con la specialità della casa: il solito Marco Arena, servito in mezzo all’area di rigore dal gemello Christian. Il numero 9 rossonero a tu per tu con l’estremo difensore di casa è spietato infilandolo nell’angolino basso per il suo 17° centro stagionale. Flashback: sabato pomeriggio. Corso Garibaldi. Andrea: "..ci dica il nome dell'attaccante? Il grande colpo di mercato? " Presidente: "abbiamo preso Arena..!" Andrea: "..e chi è Arena?!?" Presidente: "Arena! ...20 gol in Eccellenza!" Andrea: "ci siamo informati, e i 20 gol lì ha fatti in Promozione!" Presidente: "Promozione, Eccellenza che differenza c'è! Vedrai vedrai..! " Era l'estate 2009 e avevamo parlato troppo presto. E a dicembre quella partitona giocata contro di noi, il cartellino rosso dopo il rigore fallito, anzi parato dal nostro Anelli. Il dito medio sventolato all'indirizzo della gradinata. Gli insulti, i nomassi. Tutto è stato rimandato al 16 settembre 2010 con l’ingaggio di Marco e Christian per raddrizzare la situazione. Sigare l’avversario, rinculare in difesa. Di destro, di testa, di sinistro, su punizione, di rigore ..una carretta di gol pesanti a farci dimenticare tutto. A farci sognare. A farci impazzire. Torno a Castelfranco perché in soli quattro minuti arriva il raddoppio ad opera di Andrea Lucci. Arena M. e Lucci ancora loro. I giustizieri dell’impresa contro il Ponsacco. 0-2! Non ci credo! E’ fatta! Invece non è fatta un cazzo. Nell’intervallo il tecnico modenese Chezzi sbuca infuriato dagli spogliatori per richiamare un paio di riserve. Chezzi vuole i play-off e corre ai ripari. Ecco due cambi ad inizio ripresa che cambiano l’assetto e danno vigore al Castelfranco che prende d’assalto la metà campo rossonera. Mister Viali risponde infoltendo forse troppo presto la linea difensiva togliendo Carlini per Curti. Selleri e il giovane n. 8 Beatrizzotti sono delle furie. Siamo in affanno. Al 64’ De Vecchis accorcia le distanze su rigore decretato per un fallo di mani del neo-entrato Russolillo. Sale la paura. Angoli su angoli collezionati da Mayer e C. Arriviamo a difenderci in 11.. tutti asserragliati in trincea sotto le direttive di un grande Luca Colombo. Immenso a centrocampo Capitan Marco Orrù. Argina, ruba e innesca alcuni contropiedi d’ora mal sfruttati dai compagni. Riusciamo a snervare l’avversario che non ha più la lucidità per colpire Anelli. Poi allo scadere l’ultimo disperato assalto. Quel rigore che forse c’era, forse no per i padroni di casa. L’arbitro ha decretato la fine delle ostilità..
SALVI! ED E’ INIZIATA LA NOSTRA FESTA!
LA FESTA CHE ASPETTAVAMO!

1.5.2011 E’ la domenica che chiude un’annata bellissima, fantastica . Capitan Marco Orrù (221 presenze in rossonero), il suo vice Marco Biolchi, il fiorenzuolano Luca Rosi, Matteo Anelli, Andrea Lucci, Franco Carlini.. penso che per questi ragazzi era troppo importante questa SALVEZZA .. questi ragazzi rimasti a Fiorenzuola in un momento difficile. Ripartiti da una retrocessione hanno lottato assieme ai nuovi è hanno cancellato quel mesto ricordo. Un STRAMERITATTO RISCATTO per questi grandi ragazzi!
E poi i nuovi: Gianni Garghentini uomo di esperienza che davano già per finito e Luca Colombo.. due veri leader, due veri professionisti! Le giocate e i goal dei gemelli Arena, due veri fuoriclasse. L’assist-man sopraffino Radu Somodi. La forza dirompente e la verve del giovane Visioli. Il grande campionato di: Filippo Curti, Gian Marco Ferrari, Davide Russolillo e Moreno Terzoni. Tutti gli altri giovani: Compiani, Fanti, Barba, Baschieri, Maccaferri, Pallone Nutricato, Rosi Paolo, Ferrari Claudio. Il grande lavoro e la competenza di mister Viali promosso a pieni voti e scelta azzeccattissima della società. Lui che aveva iniziato la carriera di calciatore da noi, proseguita poi in serie B e serie A. Ha scelto ancora Fiorenzuola come punto di partenza per la carriera da allenatore ed ha ottenuto subito il massimo che si poteva ottenere.
Quello che è stato fatto qui a Fiorenzuola quest’anno ha dello straordinario.. protagonisti in campo e fuori che lasciano un ricordo indelebile.. quello che è stato fatto.. questi ragazzi MERITAVANO BEN ALTRA CORNICE E BEN ALTRO CALORE. A NOI SPIACE PER QUESTO.. A NOI CHE CI SAREMO SEMPRE, NON SO COME E NON SO IN QUANTI MA CI SAREMO. FORSE MENO ORGANIZZATI MA CI SAREMO. I VOSTRI TIFOSI.

All’impegno, al rispetto, al sacrificio, al grande lavoro svolto ..A questo fantastico gruppo di fantastici ragazzi, a mister William Viali e al suo staff, al presidente Luigi Pinalli e al vice Giuseppe Rossetti, a tutti i dirigenti, agli sponsor..
"PER QUESTA SALVEZZA-SCUDETTO ..GRAZIE “D” TUTTO RAGAZZI!!!"

papua
ultrasfiorenzuola@libero.it

TUTTI I PROTAGONISTI (clicca qui)


VIRTUS CASTELFRANCO-FIORENZUOLA 1-2
VIRTUS CASTELFRANCO: Pavanello, Spinazzi, Buldrini (76' di Virgilio), Lartey (46' Boilini), Sacchetti, Mayer, Reggiani, Beatrizzotti, De Vecchi, Venezia (46' Giuriola), Selleri. All. Chezzi
FIORENZUOLA: Anelli, Biolchi, Visioli, Garghentini, Ferrari, Colombo, Lucci (60' Russolillo), Orrù, M. Arena, C. Arena (89' Somodi), Carlini (56' Curti). All. Viali
ARBITRO: Baldicchi di Città di Castello (Muccignatto-Guangenti)
RETI: 29' M. Arena (F), 33' Lucci (F), 64' rig. De Vecchis (VC)
NOTE: giornata calda, terreno in perfette condizioni. Spettatori 200 circa con larga rappresentanza fiorenzuolana.
Ammoniti De Vecchis (VC), Orrù (F). Angoli 14-2.


E tornammo in Valdarda tutti felici e contenti!!!

Risultati  del campionato di calcio di serie D. Girone D 2010-11:
 (33/a giornata, 16/a di ritorno)
Borgo a Buggiano-Bagnolese 3-3
Mobilieri Ponsacco-Camaiore 1-0
Mezzolara-Carpenedolo 0-2
Pizzighettone-Forcoli 2-1
Pontedera-Russi 1-2
Rudianese-Castel San Pietro 1-2
San Miniato Tuttocuoio-NuovaVerolese 3-1
Virtus Castelfranco-Fiorenzuola 1-2
Virtus Pavullese-Rosignano Sei Rose 0-3

CLASSIFICA: Borgo a Buggiano 69 punti; Pontedera 62; Bagnolese 53; Virtus Castelfranco 51; Mezzolara 50; Camaiore 49; Forcoli 48; Rudianese e Pizzighettone 47; Fiorenzuola 46; Rosignano e Virtus Pavullese 44; San Miniato Tuttocuoio 43; Mobilieri Ponsacco 41; Carpenedolo 38; Russi 29; Castel San Pietro 28; Verolese 6.

PRIMI VERDETTI:
BORGO A BUGGIANO promosso per la prima volta in Lega Pro Seconda divisione
NUOVA VEROLESE, CASTE SAN PIETRO TERME e RUSSI retrocedono nel campionato di Eccellenza

Nessun commento:

Posta un commento