lunedì 5 settembre 2011

FIORENZUOLA-Carpenedolo 1-1 (Michele Piccolo)

Ultras Fiorenzuola, al centro della gradinata
Che camola che sarebbe stata, uscire battuti dal Comunale contro il Carpenedolo nella gara del debutto in campionato. E invece siamo riusciti ad agguantare il pareggio a pochi giri d’orologio dalla fine. Minuto 89’, Simone Fumasoli dalla sponda sinistra pesca con un perfetto assist Michele Piccolo. Stop di petto del neo-bomber rossonero, e sinistro secco e angolato che non da scampo al estremo difensore ospite. Un gol da vero bomber che ha fatto incappellare di gioia i circa 300 spettatori di fede rossonera presenti ieri allo stadio per la prima uscita della loro squadra del cuore. 1-1 risultato finale, risultato giusto, e tabù sfatato, dopo due anni di partenze false. La giornata era iniziata non nel migliore dei modi, con un forte temporale a mettere in apprensione: tifosi, squadra e dirigenza. Una spanna d'acqua in pochi minuti. Parcheggio e sottopasso allagati. Non oso immaginare il campo. Poi il cielo che si apre, la corsa agli abbonamenti, la gradinata che comincia a ripopolarsi come ogni maledetta domenica con quel poco che è rimasto, le squadre che entrano in campo, il terreno tanto maltrattato del mio Comunale che sembra aver tenuto bene. Si parte! Sono felice. Faccio subito un pò di confusione prima di capacitarmi che il mio Fiorenzuola non è quello in casacca rossonera ma quello vestito di bianco (con un nuovo sponsor in più: la Siderpighi S.p.a. del gruppo TAL, tubi per applicazioni meccaniche e strutturali). In campo dal primo minuto l’ultimo arrivato: il giovane fiorenzuolano Michele Contini, difensore ex Primavera del Parma per un modulo che così deve passare dal 4-4-2 ammirato in estate ad un inedito 3-4-3. A difesa della porta c’è ancora lui l’unico superteste della passata stagione, il grande Matteo Anelli. Davanti a lui, al centro del pacchetto arretrato, il possente ex capitano della Caratese: Davide De Angeli supportato a destra dal 92’ Nicholas Mancini e a sinistra da Contini. Il baby Barba, classe 93’ a sinistra, a destra l’esperto Fumasoli con in eredità al braccio la fascia di capitano lasciata dall’indimenticabile Marco Orrù. In mezzo: Simone Cerati al debutto in serie D e l’ex di turno Nicola Bovi (’92). In avanti, sulle corsie esterne: l’altro ex Mattia Bovi e Simone Ingribelli. Terminale offensivo: Michele Piccolo, bomber con la faccia da bravo ragazzo lusingato in estate pure dall’avversario di turno. La prima frazione di gioco è piacevole, giocata a ritmi alti. Il primo vero sussulto è di marca ospite con un colpo di testa su azione di contropiede tolto di pugno dall’incrocio dei pali da Matteo Anelli reattivo e straorinario nel frangente. La nostra risposta non tarda con una spettacolare rovesciata di Piccolo sventata in maniera prodigiosa dal portiere ospite Viola. Nella ripresa il ritmo cala più nelle nostre gambe che in quelle bresciane. Su azione di contropiede orchestrata dal piacentino Ettore Guglieri, una palla filtra tagliando tutta l’area di rigore. Sulla destra è appostato Pagani che con un piattone angolatissimo insacca. Questa è una bella botta morale per l’undici di Settimio Lucci che ha la forza di rimboccarsi le maniche e come nel derby di coppa contro il BP Pro Piacenza riesce a ristabilire la parità grazie stavolta al suo bomber tanto gufato in queste ultime settimane. Nei minuti finali, in gradinata c’è chi sogna l’impresa. Ma le energie rimaste sono quelle che sono, in più si infortuna De Angeli che da Grande non abbandona il campo stringendo i denti per i restanti minuti di gioco. Le squadre sembrano accontentarsi. Break con altri nomassi dalla gradinata all'indirizzo del loro n. 4 Luca Catalano. Sarebbe stato fantastico e indescrivibile partire con un successo, ma visto come si erano messe le cose va bene così. Abbiamo giocato un gran primo tempo, con una squadra completamente rifatta da capo a piede e contro un avversario rodato, con un nocciolo di giocatori che giocano assieme da tempo. E poi sappiamo benissimo cosa vuol dire retrocedere e si è visto ieri, con un Carpenedolo ancora fresco di play-out, sceso in Valdarda con il coltello fra i denti, con una esagerata fame di riscatto. Forse bisognava accontentarsi di meno e osare di più. Nelle ripresa sono calate le forze, nell’unica distrazione difensiva ci hanno punito ma siamo stati bravi a rimetterci in carreggiata e a riagguantare il pareggio. Prestazione buona nel complesso da parte di tutti, con Note di merito a: Simone Cerati, anima leonina in mezzo al campo dai piedi buoni, capace di arpionare e di reimpostare decine e decine di palloni; Samuele Barba, prodotto del settore giovanile nostrano dalla gran corsa e dal gran carattere nonostante la giovane età; Simone Fumasoli esperienza da vendere ed un assist d’oro per Michele Piccolo che ha disputato una gara eccezionale, incassando calcioni per tutto l’arco dei 90’ di gioco dagli avversari fatti immattire dalla sua verve. Ieri abbiamo avuto la prova che ci sarà da sudare per ottenere la Salvezza! Ogni domenica una battaglia.. vedi domenica che si va a fare visita alla corazzata Pizzighettone reduce dalla sonora sconfitta nel big-match di Darfo Boario. Una gara dal sapore speciale per tanti nostri ex.. e per noi della DecinaUltras!
FORZA RAGAZZI! FORZA FIORENZUOLA!
ultrasfiorenzuola@libero.it

Mattia Bovi: ex di turno, in azione

quel poco che è rimasto di noi..


FIORENZUOLA-CARPENEDOLO 1-1
FIORENZUOLA: Anelli, Mancini, Barba, Fumasoli, De Angeli, Contini, Ingribelli (80' Cozzi), Cerati (86' S. Lucci), Piccolo, M. Bovi (68' A. Lucci), N. Bovi. All. Settimio Lucci
CARPENEDOLO: Viola, Bettari, Guglieri, Catalano, Calandrelli, Angioletti, Bosio, Pagani, Piras (34' Poli, 75' Alberti), Sangiovanni, Zagari. All. Colombo
ARBITRO: Moretti di Foligno (Vinti e Abaterusso di Perugia)
NOTE: giornata molto umida. Forte temporale prima della gara. Terreno inzuppato d'acqua nella prima frazione di gioco. Spettatori 300 circa. Presente in tribuna il sindaco di Fiorenzuola Giovanni Compiani. Debutto in serie D per: Nicholas Mancini, Michele Contini, Simone Cerati, Simone Lucci, Roberto Cozzi.
Ammoniti De Angeli (F), Sangiovanni (C), Guglieri (C). Angoli 4-4.
RETI: 82' Pagani (C), 88' Piccolo (F)


Marzio Merli e il nuovo coach Settimio Lucci

Il putanon e la sua Manga ad Cuion
Entrata dura su Barba.. capitan Fumasoli ha qualcosa da dire ad un avversario


il pubblico in tribuna "Eugenio Villa"

Una percussione del giovane Samuele Barba, fra i migliori
Davide De Angeli smista per Mancini

Risultati e marcatori SERIE D GIRONE B - 1ª GIORNATA

AlzanoCene-Fidenza 4-4 16', 50' e 78' Checchi (F), 22' Confalonieri (A), 24' Valenti (A), 27' Spampatti (A), 47' Dallaglio (F), 89' Rondini (A ...GRAZIE RONDINI!!!)
Colognese-Castiglione 1-2 1' Altobelli (CO), 5' Arioli (CA), 50' Girometta (CA)
Rudianese-Pro Piacenza 2-0 16' Tisi (R), 36' Baresi (R)
Caronnese-Gozzano 3-2 21' e 54' Zirafa (G), 32' Giudici (C), 39' Marinoni (C), 72' Di Napoli (C)
Darfo Boario-Pizzighettone 3-1 58' Mancuso (P), 62' Pontarollo rig. (D), 71' Martinello (D), 75' Crotti (D)
Fiorenzuola-Carpenedolo 1-1 82' Pagani (C), 88' Piccolo (F)
Olginatese-Castelgoffredo 2-0 23' Rampinini (O), 76' Rossi (O)
Ponte San Pietro-MapelloBonate 0-2 40' Romanini (M), 61' Diop (M)
Voghera-Seriate 2-0 3' e 93' Mercuri (V)
Seregno-Gallaratese 2-0 53' Zenga (S), 76' Turchi (S)

Si è proprio lui, Arturo Di Napoli ex Piacenza milita nella Caronnese.
Giglio è quel Raffaele Giglio cannoniere anni '90 nel Vigolo in Eccellenza.
Zirafa del Gozzano è una nostra vecchia conoscenza.
L'autore del gol vittoria dello Sterilgarda Castiglione è il piacentino di Rivergano: Matteo Girometta.
La prima marcatura del neopromosso MapelloBonate è stata realizzata dal nostro ex Marco Romanini (stagione 2000-01 del Fiorenzuola di Bonometti).
Jacopo Zenga del Seregno (che ha appena tesserato bomber Ligori) è il figlio di Walter.
CAVOLI CHE GIRONE! NON SAI COSA TI PERDI.. ABBONATI!


GUIDA AL CAMPIONATO articolo di Franco Polloni tratto da LIBERTA' di domenica 4-9-2012

AMARCORD ROSSONERO tutto da leggere! articolo di Franco Polloni tratto da LIBERTA' di domenica 4-9-2012

Nessun commento:

Posta un commento