domenica 9 ottobre 2011

FIORENZUOLA-Aurora Seriate 0-2

Al Comunale passa pure la modesta Aurora Seriate nella gara che doveva dare una svolta al campionato fino ad ora sotto le aspettative del Fiorenzuola del presidente Luigi Pinalli. Solo Cinque miseri punti raggranellati in sette gare ..due in meno delle altrettanto difficili gestioni Perazzi (2008-09) e Viali post Gottardo (2010-11) compongono un quadro veramente avvilente. Ed oltre a mancare i risultati manca il gioco con una squadra sempre più sfiduciata, senza forze, senza grinta e senza personalità. Fiorenzuola che deve fare ancora a meno di De Angeli in difesa e del calciatore di maggior carisma, il centrocampista elvetico Simone Fumasoli. Oltre a questi noti handicap, contro una squadra con l’acqua alla gola come noi si decide volontariamente di aggiungere altri handicap, riproponendo fac-simile il fallimentare atteggiamento tattico di Castel Goffredo. Si, proprio quello ammirato con i vostri occhi in uno dei sabati pomeriggi più tristi della mia vita, modulo scemato nella ripresa con gli esterni di centrocampo altissimi a comporre una linea abulica di attacco composta da quattro calciatori, per un improbabile e imbarazzante 4-2-4 a mortificare un centrocampo sempre più in difficoltà! ..roba da “Blob cose mai viste”. Ma come si fanno a non vedere certe cose? Bisogna proprio avere le bistecche sugli occhi (...ia fan scap tut i tifus!!). Il primo tempo diciamo passa anche via.. qualche timida iniziativa, qualcosina in più si è vista, ma è veramente ancora troppo poco per una squadra che ha l’obbligo di vivere ogni domenica una finale per raggiungere l’obiettivo prefissato dalla società. Le poche cose positive le mostra un intraprendete Simone Ingribelli al rientro dopo un lungo stop, ..speriamo non sia pure lui un fuoco di paglia. Immancabile la classica paratona di Matteo Anelli a pararci il culo e a mandarci tutti all’intervallo sul risultato di zero a zero. Ad inizio ripresa, arriva il castigo, il gol della domenica del n.3 rossoblu classe ’93 Diego Pozzi: potente e senza grosse pretese traversone dalla sinistra che il forte vento spedisce nel sette della porta di Anelli. Ora se la squadra è con mister Lucci tira FUORI LE PALLE! Se non è con il mister mandiamo ancora tutto a puttane.. La reazione del Fiorenzuola allo schiaffo del gol subito non c’è stata neppure sabato. I dirigenti dell’Aurora in settimana avevano messo in discussione il deludente operato di mister Bracchi.. la squadra avversaria ha giocato anche per lui e senza grosse difficoltà, fra bestemmie, cuore e tanta corsa, ha salvato la panchina. Troppo facile per gli avversari vincere a Fiorenzuola d’Arda.. Veramente troppo facile. Abbiamo dei limiti tecnici e con una squadra (che ora non è una squadra) così sfiduciata nei propri mezzi e mi viene da pensare anche nell’allenatore non si fa strada. Senza un leader, elemento in grado di aiutare questi giovani in mezzo al campo è dura. Una nota: Garghentini e Orrù sono usciti verso il cancello della gradinata fra gli applausi. Senza fame, senza una mentalità da squadra che si deve salvare al posta di questa mentalità da perdenti sarà sempre tutto in salita. La serie D non è il campionato allievi.. qui si retrocede e buonanotte ai suonatori. Senza una guida tecnica competente, capace di fare uscire il meglio da quello che si ha a disposizione, capace di dare una scossa al gruppo, e di leggere la chiave della partita.. SI VA GIU’ COME UNA SASSATA! QUESTA E’ LA REALTA’! Il secondo gol incassato nel finale è vera umiliazione. Ho visto sconforto, gente mortificata (sugli spalti e in campo), gente stanca. A questo punto è proprio il caso di dire che se serve uno psicologo per la squadra, serve anche per i tifosi: terzo campionato di fila con partenze-disastro, non siamo gente che pretende la luna ma a tutto pensavamo ma non di vivere l’ennesimo autunno di dispiaceri e amarezze. Non è bello per nessuno offendere le persone ma ragass, ti si chiude la vena perché a tutto c’è un limite specialmente se c’è gente fra i 200 paganti che ha come grande passione, come squadra del cuore non il Milan, ne la Juventus, ne l’Inter ma il Fiorenzuola.
Francamente io è dal debutto in Coppa contro l’Atletico BP Pro Piacenza che devo ancora vedere costruire gioco a questo Fiorenzuola anche quando non c’era l’infermeria piena, sono passati due mesi in cui: abbiamo esaltato una vittoria soffertissima contro un Pizzighettone allo sbando per dare coraggio ed entusiasmo, abbiamo dato addosso ad arbitri e avversari.. due mesi di lavoro a disposizione, abbiamo avuto pazienza ( campa cavallo che l’erba cresce…1 bella merda ), nascosto limiti, fiduciosi che il tempo avrebbe dato ragione a questo gruppo, a chi ha fatto determinate scelte, a chi guida questi giovani.
Prima o poi i nodi vengono tutti al pettine. Ne abbiamo avuto la prova sabato ..e che sabato ragass. Da cancellare. Noi di giornate così non ne vogliamo più passare.

ultrasfiorenzuola@libero.it


Highlights.. il video di CALCIOSOCIAL: FIORENZUOLA-Aurora Seriate 0-2


FIORENZUOLA-AURORA SERIATE 0-2
FIORENZUOLA: Anelli, Biolchi (83' Guerini), Dell'Orco, Cerati (61' S. Lucci), Mancini, Contini, Ingribelli, Russolillo, Piccolo, M. Bovi (63' A. Lucci), Cozzi. All. Settimio Lucci
AURORA SERIATE: Vino, Marchesini, Pozzi, Breviario, Anesa, Di Maio, Bignotti (76' Cattaneo), Marchesi (72' Curioni), Soldi, Mosca, Bosio (89' Farina). All. Bracchi
ARBITRO: Fabbro di Roma 2 (Maggiolo-Coiro)
MARCATORI: 47' Pozzi (AS), 93' Mosca (AS
NOTE: spettatori 200 circa. Giornata soleggiata con forte vento, terreno in ottime condizioni. Presenti in tribuna vari osservatori fra cui gli allenatori: Marco Torresani, William Viali e Arnaldo Franzini. Gli ex: Marco Orrù, Gianni Garghentini, Paolo Pezza e Andrea Armani.
AMMONITI: Cerati (F), Mosca (AS), Dell'Orco (F), Anesa (AS), Vino (AS).
Angoli 6-2

fonte: http://www.auroraseriate.it/

Nessun commento:

Posta un commento