domenica 21 dicembre 2014

FIORENZUOLA-Ribelle 2-1 Giordano Vaccari, Alessandro Sessi

Alessandro Sessi, match winner all'ultimo respito
Con uno di quei gol che si sogna di fare sin da quando si è piccoli il Fiorenzuola torna al successo chiudendo in bellezza un 2014 da incorniciare. Ma che fatica avere la meglio sulla Ribelle, neo-promossa in difficoltà che occupa l'ultimo posticino della classifica. Ci sono voluti tutto il cuore dei ragazzi di mister Mantelli usciti di prepotenza nel finale e un grande goal di Alessandro Sessi a tempo ormai scaduto. Il Fiore si presenta all'ultimo appuntamento dell'anno davvero malmesso, con tante assenze. Mantelli inventa la mossa Fabio Legrenzi sulla corsia di destra (il laterale di Orzinuovi non sfigurerà in questa posizione). C'è poi il ritorno del talentuoso Pietro Pighi e si rivede pure il giovane Vaccari chiamato a baccarella-re in mezzo al campo. Assenti i gemelli del gol Luca Franchi e Andrea Lucci (12 reti in due). L'attacco è sorretto dal solo Michele Piccolo per un 4-5-1 inedito. Al primo affondo i Rossoneri sono pericolosissimi. Giuseppe Casisa, il migliori in campo, innesca Piccolo, ma la zampata dell'attaccante di Pizzighettone lambisce la faccia esterna del palo difeso dall'esperto Di Leo.
Giordano Vaccari, classe 1995
Per fortuna non c'è l'annunciata nebbia ad avvolgere i protagonisti ma la visuale è comunque bassa e si gioca con l'ausilio dei riflettori. Il terreno è pesante e l'umidità è alle stelle. Manca in pratica il reparto avanzato e dunque tocca alla robusta linea di centrocampo farsi valere. Ennesima invenzione di Beppe Casisa per la testa del giovane Giordano Vaccari che salta più in alto di tutti depositando la sfera nell'angolino basso per il vantaggio valdardese. E' la seconda marcatura stagionale per il centrocampista ex Primavera del Modena. I problemi nostri sono risaputi: stanchezza fisica, acciacchi, assenze. La sosta giungerà come manna caduta dal cielo. Prima però servono gli ultimi tre punti dell'anno. In questa situazione non è facile neppure contro il fanalino della classifica. Subiamo il ritorno disperato degli avversari senza offendere più. I romagnoli arriveranno a calciare forse dieci corner. Nella ripresa bisogna cambiare marcia, segnare per chiudere il match, ma saranno sempre gli avversari più in palla di noi a creare il gioco. In porta fanno fatica ad arrivare con i vari Nocciolini, il lento capitano Aloe (ex serie B) e il vispo Spataro e così inizia la gara di tuffi olimpionici. Campedelli, il mister dei biancoblu si fa cacciare dal campo per proteste. Il tecnico ex calciatore di Cesena e Modena, raggiungerà la nostra gradinata per dare le direttive, e così ci sembrerà di avere fra noi per espressioni sorridenti e grida strampalare il buon Ramelli, autista della Raggio di Sole (Cargil, pardon). Dai uno, dai due, dai tre, il segnalinee ci casca e il penalty per gli ospiti è servito. Valizia da una parte, palla dall'altra. Uno pari. Un incubo. Manca un quarto d'ora, dentro Lorenzo Ratti, e nel finale l'infortunato Lucci. Si entra nelle battute finale e qui emerge il Cuore e le grandi energie che ci hanno fatto vincere sfide impossibili. Ettore Guglieri è il mattatore più in palla, appoggio per Alessandro Sessi che carica un destro che esplode da venti metri insaccandosi come un missile alle spalle dell'incolpevole Di Leo. Che gol! Pazzesco. Il tempo di battere e di vivere l'ultimo dei quattro minuti di recupero poi è grande festa. I tre punti sono sotto l'albero. Era troppo importante vincere. Grandi i ragazzi che hanno stretto i denti e hanno compiuto l'impresa. Grande Alessandro Sessi autore di un gol che è la gioia del Calcio, che mette la ciliegina sulla torta di un anno eccezionale tinto di Rosso e Nero. Un gol quello di Alessandro che si sogna di segnare sin da quando si è bambini. Quelli che tolgono il respiro a compagni e a sostenitori. Che ti fanno correre all'impazzata per tutto il campo per la felicità. C'è chi dice che è troppo macchinoso, c'è chi dice che è troppo importante per questo Fiorenzuola. Questo gol se lo meritava davvero il centrocampista di Guastalla al terzo anno in Rossonero. Chiudere il girone di andata a quasi 30 punti in una serie D che è in pratica una C2, è l'ennesimo grande traguardo di un gruppo che ha vinto tutto. Godiamoci il Natale e le Feste meritate.
BUON NATALE FIORENZUOLA!
FIORENZUOLA in zona play-off, classifica serie D girone D

FIORENZUOLA-RIBELLE 2-1
FIORENZUOLA: Valizia, Legranzi, Fogliazza, Petrelli, Piva, Vaccari, Pighi, Sessi, Piccolo, Casisa, Guglieri. A disp: Comune, Ratti, Ginelli, Gardinali, Masseroni, Caporali, Lucci, Pizzelli
RIBELLE: Di Leo, Lamberti (87' Monti), Myshliaka, Gaiani (60' Liberti), Bamonte, Vesi, Aloe, Loiodice, Moretti, Nocciolini (72' Fabbri), Spadaro  A disp: Di Guida, Forti, Meacci, Cartura, Di Battista, Burnelli  All Campedelli
Marcatori: 29' Vaccari, 68 Moretti (rig), 93' Sessi
Ammoniti: Casisa, Aloe, Sessi, Valizia, Myshliaka
Note: giornata umida e nuvolosa. Terreno scivoloso. 300 spettatori circa. Ausilio delle luci artificiali per tutto l'incontro.






Nessun commento:

Posta un commento