mercoledì 28 febbraio 2018

Quei quattro minuti di fuoco... LET'S GO FIORE!

AIMEN BOUHALI protagonista del successo ottenuto sulla Sangiovannese Marzocco
FINALMENTE I SORRISI - L'ultimo week-end sportivo è stato tremendamente freddo ma prontamente riscaldato dai successi Rossoneri. Un week-end davvero entusiasmante. Nella giornata di sabato la Juniores ha colto un pareggio di prestigio (3 a 3) sul campo del Como, mentre il giorno seguente il FIORE di Alessio Dionisi ha interrotto il digiuno di vittorie andandosi a prendere tre punti fondamentali per mantenere salda la posizione play-off.
IL "TRIO MARAVILLA" DA SPETTACOLO - Contro l'ambiziosa Sangiovannese si sono viste tante cose positive. Il gran gol di Dario Bollini il primo in maglia Rossonera che ha sbloccato il risultato. Il contropiedista di Biassono ha tramutato in oro uno splendido assist di Emanuele Marra. Pregevolissimo il gesto tecnico del ragazzo classe 1998 con quella conclusione di sinistro in pallonetto che è andata a morire nel "sette" fra le facce stupefatte dei toscani. Non segna ma se si trasformasse da qui al termine della stagione in fabbricatore di assist vincenti sarebbe tanta manna. Questo è l'augurio più sentito di tutti i tifosi rossoneri rivolto ad Emanuele Marra. Il "trio Maravilla" come ama definirlo l'amico Franco di Cameri ovvero i tre novaresi della squadra (Bollini, Marra e Collodel) può ancora far vedere belle e togliersi grandi soddisfazioni nel Fiorenzuola di Dionisi.
QUEI QUATTRO MINUTI DI FUOCO... - Un plauso poi per bomber Davide Bosio che ha raggiunto quota 14 nella classifica cannonieri trasformando il secondo calcio di rigore stagione concesso al Fiorenzuola. Neanche un attaccante di razza come Luca Franchi è riuscito ad arrivare a questo bottino di gol in serie D. Contro il Marzocco la spinta dell'attaccante bresciano entrato ad inizio ripresa ha cambiato assieme alla verve di Bollini il decorso della sfida soprattutto in quei quattro minuti di fuoco dei Rossoneri fatali alla Sangiovannese di Iacobelli. Molto bene anche Aimen Bouhali nel secondo tempo il jolly nordafricano di centrocampo si è trasformato e con addosso i panni del condottiero ha tessuto in velocità importanti trame di gioco andandosi poi a prendere il sacrosanto calcio di rigore.
ERMETICI COME UNA VOLTA - In difesa: Alessandro Vagge e prima ancora D'Apolito hanno abbassato la saracinesca della porta Rossonera. Non subiamo reti da due gare. I saldi per gli avversari sono finiti. Senza Luca Benedetti, l'italo-croato Matteo Bruzzone è stato chiamato di vedetta alla torre Rossonera e ha amministrato bene la linea di difesa assieme a Fabio Varoli. Quest'ultimo sotto la guida di Dionisi ha disputato fino ad ora un campionato strepitoso. Il Parma che ne detiene il cartellino ha mandato più volte emissari per scoprire il giovane talento classe 1999. Sulla mancina: Marco Paolo Nava dirottato all'ultimo momento per il fortait di capitan Guglieri ha fatto molto bene, idem il compaesano Paolo Contini sulla fascia opposta.
VOGLIA DI PLAT-OFF! - Domenica, sempre tempo permettendo (è prevista neve in Emilia da domani) si va a Lentigione per tentare di fare l'allungo. A nove giornate dal termine della stagione regolare, una vittoria sui rivali del presidente Amedei potrebbe valere l'ipoteca per un posto di prestigio nel play-off. Sono attualmente 5 i nostri punti di vantaggio sui reggiani che occupano la quinta posizione utile nella griglia spareggi. Il Fiorenzuola non lottava nei piani alti della serie D dal campionato 2008-09 vinto dal Crociati Noceto (che oggi non esiste più). Il 3° posto dei Rossoneri con play-off giocati contro il Salò.
Il Lentigione costruito in estate per lottare il primo posto in classifica è dietro di noi, questo è motivo di grande orgoglio.
PARTITA SENTITA - Le sfide nel piccolo impianto del "Volante Levantini" sono sempre state accese fino all'ultimo. Nell'attuale annata abbiamo già vinto da loro nel turno di Coppa con le reti di Sarzi Maddidini e di bomber Bosio. Sono invece brutti i ricordi del match di campionato dello scorso anno. Era il 16 febbraio, venivamo da un mese veramente nero con un solo punto conquistato, il Lenz di Zattarin era la seconda forza del campionato, fallito il rigore-regalo procurato dal cascatore Pandiani provò pure l'arma della provocazione per avere la meglio sul  Fiorenzuola di mister Andrea Ciceri che aveva conquistato la miseria di un solo punto in un mese. La disputa si concluse con una sconfitta immeritata per i Rossoneri e pesanti squalifiche. Un anno dopo la speranza è quella di vivere in un altro clima una sfida che vedrà contrapposte due squadre di alta classifica. Dopo la vittoria nel sentito derby casalingo contro la Correggese dell'ex Mammetti, è arrivato lo stop di Città di Castello nel posticipo di lunedì pomeriggio. In vantaggio con l'ex Correggese Stefano Berni i giallo-blu sono andati sotto di due reti a domicilio dell'ultima della classe (il Sansepolcro) per poi trovare pareggio nel finale con la firma del proprio bomber: Nicola Ferrari (13 marcature).
Nella gara di andata del Comunale disputammo una grande partita. Gioco arioso dei Rossoneri, dominio, un infinità di occasioni da rete salvare da un ottimo Spurio portiere-felino, il gol vittoria realizzato con un magistrale calcio di punizione calciato dal direttore d'orchestra Nicola Mazzotti che stava vivendo un momento di forma e di ispirazione eccezionale. Domenica non ci sarà l'avversario che ci aveva impressionato di più, quel Vito Falconieri attaccante brindisino con trascorsi in serie B passato alla Voluntas Spoleto. Il Lentigione prende pochi gol. Segna molto Ferrari poi un po' tutti quanti, quindi non è detto che fermando il possente ed esperto attaccante rasato riusciremo a mantenere vergine la nostra porta. Gli insostituibili di mister Gianluca Zattarin sono i centrocampisti Roma, Muscas, Meucci, il difensore Berni e bomber Ferrari. Questi uomini sono la spina dorsale del Lentigione. Nei ranghi sono presenti anche due ex giovani rossoneri: il portiere Jean Marie Comune Borges e il terzino Yan Koliatko (26 presenze, 1 gol).
In casa Fiorenzuola il morale è alto. Sbloccarci con la vittoria sulla Sangio è stato un toccasana. Ora bisogna dare continuità al risultato ottenuto con i toscani. Mister Dionisi potrebbe recuperare capitan Guglieri e torna a disposizione l'esperto stopper Luca Benedetti.
DANIELE BALDRIGHI AI MICROFONI DI ZC - Lunedì sera è intervenuto telefonicamente il vice-presidente Daniele Baldrighi a ZonaCalcio. Il dirigente Rossonero ha analizzato la bella vittoria sulla Sangiovannese e le ultime prestazioni positive della squadra. Daniele ha poi sottolineato i numeri importanti di questo Fiorenzuola rinato dopo due campionati difficili con la seconda difesa meno battuta del girone e un quarto posto in classifica di prestigio.
Sugli altri campi: la capolista Rimini è stata stoppata in casa dalla Sammaurese con lo stesso risultato ottenuto dal Fiorenzuola a domicilio della compagine giallo-rossa di mister Protti. Il pareggio nel derby Romagnolo ha permesso all'Imolese vittoriosa a Trestina di ridurre la forbice dei punti che la separa dalla capolista. Con 7 punti di vantaggio il Rimini è ancora tranquillo ma meno sicuro di sè.
In Valdarda dove perversa il gelo, sembra che molti stiano già pensando al futuro, alla prossima stagione. Sono stati infatti tanti i messaggi dei tifosi fiorenzuolani arrivati sui teleschermi di ZonaCalcio con un invito all'unisono alla conferma del duo Di Battista-Dionisi. Il più giovane allenatore del girone sta facendo molto bene a Fiorenzuola. Idem il diesse Simone Di Battista che con il budjet messo a disposizione dalla società ha allestito un ottima squadra capace di essere davanti in classifica a corazzate come Forlì e Lentigione.
Va ricordato a tutti però che il campionato non è ancora finito e che sarebbe importante chiuderlo bene, più in alto possibile. Ci sono partite molto sentite, soprattutto le prossime tre. Servirà il massimo impegno e grandi motivazioni da parte di tutti per continuare a VINCERE non incappare in brutte figure classiche dei finali di campionato.
VOGLIAMO I PLAY-OFF ! TUTTI A LENTIGIONE !

il NOSTRO CAMMINO, tutte le partire da qui al termine del campionato: 

Nessun commento:

Posta un commento