lunedì 9 aprile 2012

fidenza-FIORENZUOLA 2-1 Simone Ingribelli

Fiorenzuolani a Fidenza
Fino alla settimana scorsa non riuscivo a sentire il derby come avrei dovuto. Un brutto segno, pensavo... L'altro risultato che la società sta ottenendo con il suo disimpegno per la nostra gloriosa maglia, è appunto questo. La sconfitta disarmante con un'Olginatese che non aveva voglia di farci del male, poteva essere la mazzata decisiva al mio orgoglio, alla mia voglia. Invece dal lunedì ho cominciato a sentirla ancora, sempre più forte. Ed ho ripreso le giacche interrotte. Devo dire che sono soddisfatto della nostra festa/funerale. Un buon numero, nonostante tutto. Magari tifo scadente, o meglio, un pò troppo a singhiozzo, ma non si poteva certo pensare di fare molto di più. Buon numero, goliardia, per una trasferta a tema, nello spirito della Zobia, carnevale Fiorenzuolano. Oggetto dello scherno: i pioccioni. Sono orgoglioso di questo gruppo, di quello che ha saputo fare in tanti anni, tra alti e bassi. Di quello che ci ho messo (tanto) e di quello che ho ricevuto (tantissimo). Abbiamo dimostrato quello che volevamo dimostrare. Che se qualcuno avesse voglia di fare ancora qualcosa per il Fiorenzuola (e al momento non c'è nessuno), forse la gente resterebbe al suo fianco. Abbiamo dimostrato la nostra superiorità, perchè a nostro modo il derby l'abbiamo vinto noi come sempre, senza vigliaccate e senza l'aiuto di custodi albanesi. La marcia dei pioccioni è stata un successo. E ne siamo fieri..
Jameson
avanti pioccioni!
Battuti anche nel derby. C’era rimasto solo quello a farci riporre le ultime disincantate speranze di toglierci un’ultima grande soddisfazione per alleviare il dolore prima del verdetto finale: RETROCESSIONE. E’ andata ancora una volta MALE. Da gennaio sono solo 7 i punti racimolati dai nostri. Ci presentiamo alla sfida più sentita PENULTIMI in classifica con la miseria di 29 punti. Ha fatto peggio solo la juniores della Gallaratese. Con una voragine 7 punti di distacco dalla terz’ultima siamo a 5 gare dalla fine in pratica già in ECCELLENZA.
 Ma c’è il Derby. Così una trentina di giovani fiorenzuolani spinti dall’orgoglio, trovano gli ultimi stimoli per radunasi in piazzale Cappuccini con bandiere, sciarpe e drappi rossoneri e mettersi in marcia tutti uniti alla volta di fidenza. A qualcuno, che aveva atteso per mesi almeno il tanto agognato rinforzo di centrocampo, a furia di attendere gli sono spuntati i capelli bianchi. Sdrammatizziamo! ..aveva proposto qualcuno sul web proponendo una trasferta a tema che rispecchi l’umiliante annata che sta volgendo al termine e per essere solidali a mister Lucci e alla squadra. Ridere per non piangere.. di soldi non ce ne sono, allora tiriamo la cinghia pure noi! Ecco giungere alla spicciolata, al punto di ritrovo, improbabili ed inguardabili fiorenzuolani con in dosso: abiti scappati, vecchie scarpe sgualcite, cappelli di paglia, calze di spugna con racchette da tennis incrociate. Filo è il più “bello”, non da meno Tabaglio e il resto della disperata combriccola. Ora si che “Siamo da Caritas!”
Al grido: FORZA FIORE! Tutti uniti Piccioni! Ci mettiamo in marcia.
E’ il sabato di Pasqua. Poco più di 400 spettatori presenti ad assistere al match al campo Ballotta con tanti ex rossoneri seduti in tribuna. Dalla Valdarda un centinaio di sostenitori non di più. Di quelli della prima trasferta da ultras, quella di Albenga dell’8 aprile 1990 con una squadra capolista in Interregionale ci sono: il “sindaco” Ennio Tribi, Andrea, il Caste e il Tano. Ce la siamo presi un po’ comoda.. facciamo ingresso al campo a partita appena iniziata. U.S. Fiorenzuola Calcio 1922 che sfoggia la classica casacca a strisce rossonere e il tridente d’attacco. Partiamo bene, grintosi e determinati. Simone Ingribelli servito da Piccolo ci porta in vantaggio con un bel diagonale. Saltiamo giù dalla vecchia impalcatura con agilità da muratori per raggiungere il punto della fatiscente recinzione più vicino alla panchina di mister Lucci dove tutti i rossoneri sono accorsi dopo il gol per unirsi in un unico grande abbraccio per quella che sarà l’ultima commovente cartolina di questa avvilente stagione. Qualcuno, tornato sulla lamiera arrugginita del settore ospiti esclama: dai Fiore che ce la facciamo! Il fidenza dato in gran salute, non c’è. Il grande ex Dennis Piva deve lasciare il campo per infortunio. Si va all’intervanno sull’1 a 0 per noi. Inizio di ripresa e sono subito dolori. I padroni innescano quel loro attaccante brizzolato giunto dalla Toscana che sfrutta al meglio la situazione, “bucando” le mani di Raffetti al termine di una bella azione corale nata da un nostro errato disimpegno. Preso lo sberlone, da gennaio a questa parte non riusciamo più a reagire con concretezza. Perché in mezzo manca la chioccia ..Cazzo! Tifiamo, ci promettiamo ti sostenere il Fiore fino alla fine.. ma porca miseria è dura. Con un incornata su calcio d'angolo Michele Piccolo colpisce la parte gialla della porta (la traversa). Cerati mandato in campo non al meglio viene sostituito. Calciatori di ruolo non ne abbiamo (perché mandare a casa Simone Lucci ..ricordate?). SIAMO QUASI DA CARITAS! Questa è la verità. E mentre noi siamo da Caritas.. il Fidenza sente profumo di Salvezza. Gli asini senza strafare colpiscono ancora approfittando di una nostra sbandata difensiva. Sorgono di nuovo le tante domande.. le stesse domande. Perché non ricorrere al mercato di riparazione come hanno fatto tutti i cristiani? ..De Angeli è stato preso rotto? De Angeli è stato sottoposto ad adeguate cure? Per quale motivo ad inizio campionato Filippo Curti è stato mandato in prestito a Bibbiano in Eccellenza? Perché non è stato trovato un sostituto all’altezza del difensore parmigiano? Intanto a bordo campo, spariscono i palloni come nel 2008. Il tecnico parmigiano dei borghigiani, il cavasiniano Mantelli incrociato da avversario negli anni '90 in serie C nelle su parentesi di Trento, Crevalcore, Cesena e Pistoiese, ordina di non spegnere le torce piovute in campo. Si lamenta dell’arbitro quando chi commette scorrettezze veste di bianco e nero. Il vento è forte e i nostri coriandoli, a vortice si alzano in cielo per poi invadere il terreno di gioco ..sembra di essere in Argentina, no, siamo in un postaccio nella provincia di Parma con la squadra che sta retrocedendo, e il nervoso e la delusione a fior di pelle. E’ dura non reagire alle provocazioni. Ultimi minuti di battaglia, l’abnegazione di capitan Marco Biolchi e C., lo sforzo c’è ma è troppo tardi e troppo poco.
Il derby n° 23 è dell'ac fidenza, le nostre auto targate Piacenza bersagli di vigliacchi fidentini nel parcheggio, la RETROCESSIONE… speriamo passino alla svelta queste quattro domeniche.
ultrasfiorenzuola@libero.it

ULTRAS FIORENZUOLA a Fidenza
FIDENZA-FIORENZUOLA 2-1, il video della sintesi:


FIDENZA-FIORENZUOLA 2-1
FIDENZA: Medioli, Bersanelli, Liverani; Petrelli, Piva (41'pt Ferretti), Pessagno; Bandaogo, Casisa, Pizzelli, Dallaglio (25'st Valentini), Checchi (40'st Araldi). All. Mantelli
FIORENZUOLA: Raffetti, Biolchi, Dell'Orco; Cerati (11'st M.Bovi), Fumasoli, Mancini; Ingribelli, N.Bovi, Piccolo, Barocelli (30'st De Angeli), A.Lucci. ll. Settimio Lucci
MARCATORI: 20'pt Ingribelli (Fio), 3'st Checchi (Fid), 16' Pizzelli (Fid)
ARBITRO: Catona di Reggio Calabria
AMMONITI: Pessagno, Petrelli e Araldi (Fid), A.Lucci (Fio)
NOTE: giornata di sole condizionata dal forte vento. Terreno in buone condizione. 450 spettatori circa stimati dalla Gazzetta di Parma.

Serie D - Girone B I risultati (34/a giornata, 15/a di ritorno):
Alzano Cene-Mapello Bonate 1-0
Atletico Pro Piacenza-Gallaratese 0-0
Aurora Seriate-Castellana C. 2-1
Caronnese-Darfo Boario 0-0
Fidenza-FIORENZUOLA 2-1
Olginatese-Castiglione 1-1
Ponte San Pietro-Colognese 0-0
Rudianese-Carpenedolo 2-1
Seregno-Pizzighettone 1-2
Voghera-Gozzano 0-0


Classifica:
Castiglione 67 punti; Ponte San Pietro 60; Olginatese e Pizzighettone 59; Mapello Bonate 55; Alzano 51; Caronnese 50; Castellana 46; Voghera 45; Rudianese 44; Atletico Pro Piacenza, Aurora Seriate, Darfo Boario e Gozzano 43; Fidenza 42; Carpenedolo e Colognese 37; Seregno 36; FIORENZUOLA 29; Gallaratese 23.

tratto dal quotidiano piacentino LIBERTA'
tratto dalla GAZZETTA DI PARMA
comunicato ultras fiorenzuola a SportPiacenza.it
questo era il comunicato, così magari è più chiaro: "Domani TRASFERTA a TEMA! l'ULTIMA TRASFERTA da tifosi organizzati salvo drastici sviluppi. Ben accetti: indumenti scappati, vecchie scarpe rotte, SANDALI DA FRATE, scarpe come quelle da a...ndare nell'orto. ..vieni con noi e indossa ROBA DA SPENDERE POCO! DA PIOCCIONI!"
Con questo messaggio, diffuso alla vigilia del derby di fidenza, abbiamo organizzato in fretta e furia "La marcia dei pioccioni". Tempo fa, sul nostro blog, con quel termine abbiamo apostrofato una società che è rimasta a guardare (l'unica del girone) durante il mercato di riparazione. Verbalmente, nonché maleducatamente, siamo stati attaccati da un dirigente che tra le altre cose, ha detto che saremmo noi i "pioccioni". Ecco spiegata la goliardata che ci ha aiutato ad organizzare ed affrontare un derby che altrimenti ci dava ben pochi stimoli, con il rischio concreto di farci umiliare dai "cugini" borghigiani. Una goliardata in puro spirito carnevalesco Fiorenzuolano. Come recita un nostro striscione: "In Zobia tutto l'anno". Così ci siamo mascherati da pioccioni e, accompagnati da una pezza che recitava "SIAM DA CARITAS", abbiamo affrontato la trasferta di fidenza, che cadeva alla vigilia del 22esimo anniversario della nascita degli U.F.1990, in quella ormai lontana trasferta di Albenga. Ventidue anni, tra alti e bassi, di tifo e passione, in giro per più di mezza Italia. Un lungo cammino che ora rischia di fermarsi, proprio con questa "Marcia dei pioccioni". Sempre riprendendo uno slogan apparso sul nostro blog, siamo stanchi di non pretendere.
ULTRAS FIORENZUOLA 1990

Nessun commento:

Posta un commento